Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight


Aggiornato al 30 novembre 2012.

Installare Python e VLC, scaricare lo script e lanciare con il nome del canale come parametro. Ad esempio per vedere RaiUno:

python rai.py RaiUno

Lo script è il frutto di un lavoro collettivo. In particolare di Giulia, Wilder, Luker, skin79, Luke88, Pietro, mitm, Andrea, lufuscu e molti altri. Tutti sono incoraggiati a creare applicazioni e script più completi, possibilmente rilasciandone i sorgenti.

Invito tutti gli sviluppatori a spostarsi su Launchpad, lì c’è una mailing list e un repository per i sorgenti.

———————————————–
Quello che segue è solo per ricordare i tempi d’oro in cui bastava cambiare lo User Agent ;)

Ieri volevo vedere in diretta la puntata di PresaDiretta su RaiTre sul sito Rai.tv. Mi ha chiesto di installare Moonlight, cioè Silverlight per Linux. Ma naturalmente non funzionava, non so perché. Allora ho provato a mettere Silverlight su un Mac, ma nemmeno questo ha funzionato. La mia ira contro il servizio pubblico televisivo mi ha dato le energie necessarie a decifrare il codice delle loro pagine. Senza scendere nei dettagli, ecco come potete vedere le dirette Rai con il vostro media player preferito, ad es il VLC.

Mi raccomando selezionate attentamente i programmi che vale la pena di vedere, la stupidità può dare assuefazione. Per quanto mi riguarda: Report e PresaDiretta.

Aggiornamento 25 Feb

Hanno messo dei controlli sulla stringa di identificazione del browser (o del player) che si collega allo stream. Mi chiedo se per un servizio pubblico sia eticamente accettabile ricorrere a simili trucchetti, a voi l’ardua sentenza… Fra l’altro ti mostrano una sigletta che augura la “Buona Visione”, sembrerebbe quasi una provocazione. Dobbiamo camuffare il nostro player con un identificativo “da browser”:

Per il VLC: Andare su “Strumenti” => “Preferenze” e in basso dove c’è “Mostra le impostazioni” cliccare su “Tutto”. Quindi tra la selva di opzioni andare su “Ingresso/Codificatori” => “Moduli di accesso” => “HTTP(S)”. C’è un campo “User Agent HTTP”, settiamolo a:

Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8.10 (intrepid) Firefox/3.0.6

Aggiornamento 12 Gennaio 2010

Allora, alcuni stream non funzionano più. I nostri furbetti della RAI hanno escogitato un nuovo trucco per costringerci a usare il Silverlight. In pratica bisogna usare un header HTTP non-standard (lo dico per i più tecnici). Ho una soluzione rapida per Linux e Mac. Su Linux, aprite il terminale e scrivete:

wget --header="viaurl: www.rai.tv" [qui la URL dello stream] -O - | vlc --http-user-agent="Linux" -

Sul Mac potete usare questo che usa il curl al posto del wget (che non è presente sul mac). Aprite il terminale e scrivete:

curl -H "viaurl: www.rai.tv" [qui la URL dello stream] | /Applications/VLC.app/Contents/MacOS/VLC --http-user-agent="Linux" -

Mi dispiace per gli utenti Windows, per ora non ho niente di user-friendly da offrire. Che ne dite di passare a Ubuntu?

Aggiornamento 14 Febbraio 2010

Lo hanno già scritto in molti nei commenti, non è più possibile accedere agli stream da VLC con i comandi qui sopra. Di più non è più possibile vedere le dirette Rai su Linux, anche su rai.tv con MoonLight. Anticipo subito che stavolta non ho intenzione di fornire soluzioni (che comunque per ora non ho) perché ciò richiederebbe la decompilazione di codice offuscato e la sua reimplementazione. Credo che questa operazione sia legale in Italia ma non credo sia una buona idea esporsi. Invito tutti, soprattutto gli utenti Linux, a comunicare alla RAI questo disservizio.

Info tecniche

Stavolta non si sono limitati a stupidi controlli su parametri HTTP ma hanno sviluppato un sistema di autenticazione. La creazione del token avviene nel codice Dot Net nella libreria Rai.Client.Services.Security.dll che viene scaricata in /tmp/mono*/ . La libreria è offuscata usando SmartAssembly. E’ interessante notare che la console di MoonLight su Linux dà errore proprio nel caricamento di questa dll, quindi è probabile che Mono non riesca a caricare la DLL proprio a causa delle tecniche di offuscamento usate. Dunque la RAI ha sacrificato gli utenti Linux proprio per contrastare la visione degli stream al di fuori del browser. Basta aprire la DLL con un editor esadecimale per vedere la url della CGI che viene chiamata per ottenere la data corrente lato server. Probabilmente la DLL usa quella data (e altro?) per generare il token “ttAuth” che poi viene passato nella richiesta POST verso le URL degli stream.

Soluzione per Linux

Habemus scriptinus! Io non ci sarei mai arrivato da solo. Ma Giulia, Wilder, Pietro e il mio amico segreto hanno contributo a questo piccolo capolavoro. Per la verità Giulia ha avuto i 2 colpi di genio fondamentali: Base64 e la maschera con i byte in crescendo da applicare all’id + la data. Massima ammirazione! Ecco lo script da lanciare con la URL dello stream come parametro. Ad es:

rai.sh http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

L’ideale è scaricare lo script in ~/bin, cioè nella directory bin della propria home.

  1. [...] i meandri del javascript quale sia la url della sorgente. Come per esempio ha fatto Flavio, che in questo suo post ci dice quali sono le URL degli streaming dei tre Canali Nazionali, Rai Uno, Rai Due e Rai [...]

  2. [...] blog del buon Flavio Tordini ecco come vedere gli streaming rai con [...]

  3. mar says:

    ma quale e’ la procedura da seguire per trovare le url ? ci ho sbattuto la testa per ore poi mi sono arreso, ho usato fiddler di microsoft ma non sono riuscito a trovare le url.

    sarebbe utile avere quelle degli altri canali

  4. Fabrizio says:

    Fai passare tutte le richieste per un proxy e guardati i file di log del proxy

  5. moticanus says:

    ottimo…finalmente! grazie! sarebbe ottimo salvare i tre canali come segnalibri o altro su vlc. ma non mi riesce. sai come fare?

  6. Stefano says:

    Grazie, ottima indicazione!
    Anch’io non sopporto che per la fruizione di materiale si debba ricorrere a tecnologie proprietarie, ben venga il super-microsoft-mediaplayer, ma non costringiamo tutti a installarlo! Contenuti slegati dalle tecnologie, please!

    Volevo segnalare che il tuo post è stato raccolto da Mambro (http://www.mambro.it/guardare-i-canali-rai-senza-silverlight/) e da Fabrizio Zellini (http://fabrizio.zellini.org/la-rai-tv-su-linux-con-mplayer-o-vlc) che ha creato uno script per registrare su file dai link da te scovati.

  7. Flavio says:

    @mar
    Apri il codice della pagina di una diretta. Cerca “var channelXmlPath” troverai la URL di un file XML: http://rai.tv/dl/RaiTV/videoWall/PublishingBlock-5566288c-3d21-48dc-b3e2-af7fbe3b2af8.xml
    Lì trovi le URL di tutte le dirette.

    @moticanus
    Io ho creato delle icone sul desktop che lanciano “vlc [stream]” per ogni diretta. Non mi sembra che il VLC supporti i segnalibri.

  8. moticanus says:

    @flavio
    Eppure nel menu strumenti di vlc c’è l’opzione segnalibri, ma evidentemente non servono per quello che chiedo.

    Mi spieghi la storia dei collegamenti? Hai creato un collegamento sul desktop di vlc e cosa hai messo…?

    ciao

  9. Flavio says:

    @moticanus
    Sì è vero, c’è una finestrella per i segnalibri ma non mi funziona, almeno su Linux. I collegamenti possono eseguire un comando, giusto? Il comando deve essere “vlc [url dello stream]“. Forse su Windows è “vlc.exe”, non saprei. Comunque puoi copiare un collegamento al VLC e modificarlo aggiungendo la URL dello stream. Buona fortuna e attento a non lanciare il VLC mentre c’è Festa Italiana :D

  10. irene says:

    Le scrivo perchè io ho la sua stessa opinione sulla nuova piattaforma RAI, avendo un mac ho DOVUTO installare silverlight, ma non sempre funziona. Ho installato anche VCL ma non riesco a visualizzare nulla dopo aver incollato la sua url, sarà perchè sono al mio primo tentativo.
    Potrebbe avere la pazienza di spiegarmi come vedere i video passo-passo?
    La ringrazio tanto.

    PS.: era così bello visualizzare le mie fiction preferite con quicktime e poi salvare le puntate sul mio mac!!!

  11. moticanus says:

    Flavio ok! Tutto risolto. Forse tu le hai messe per indicare la dicitura urldellostream, ma nel collegamento (almeno su windows) non vanno messe.

    ps. Le fiction di cui parla irene penso siano censurate come festa italiana!!! :)

    ciao! Ti seguirò, d’ora in poi, via feed!

  12. Flavio says:

    @irene
    Non c’è molto di più da spiegare: Lancia il VLC, fai “Apri Rete” e incolli la URL. Forse invece di fare “Apri Rete” hai fatto “Apri File”? Per quanto riguarda il fatto che guardi e salvi le puntate delle fiction: NO COMMENT :P

  13. elomon says:

    Ciao ragazzi grazie per queste info ma ho un problema che non so come risolvere… vivo in spagna e mi piacerebbe poter vedere qualche programma tv in ita solo che…quando apro con vlc mi dice spiacente ma si può vedere solo sul territorio italiano.
    avete qualche suggerimento?

  14. moticanus says:

    io usavo iGoogle la pagina personale di Google.it. Ti basta creare una scheda chiamandola tv…avrai vari widget che permettono la visione di canali italiani.
    La qualità non è come quella che si ottiene con il sistema qui descritto, ma risolvi!

  15. Simone Tripodi says:

    Sei un grande Flaviè, non ti smentisci mai! Grazie di aver sharato il risultato della ricerca!!!

  16. zagor says:

    come vedere non la diretta di un programma rai ma puntate precedenti senza silverlight con vlc?

  17. Massimo says:

    Io riesco a vedere ma non sento. Sapete indicarmi a cosa e’ dovuto?

  18. Flavio says:

    @Simone
    Grazie Simo!

    @Massimo
    che player usi?

    @zagor
    Vai sulla pagina della puntata, ad es: http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-2db1ed36-8bbe-4a15-9edf-8b96f2f44df9.html
    e nel codice della pagina trova “videoUrl”. In questo caso:
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=gh2hRMmrwLweeqqEEqual
    Buona visione!

  19. qalasi says:

    @Fabrizio
    Che tipo di proxy? Te lo crei in locale?

  20. Nick500 says:

    E per quanto riguarda Anno Zero non ne vale la pena?

  21. Flavio says:

    @Nick500
    Beh sì, ma forse fanno troppa confusione. Comunque mica sono Aldo Grasso io! :D

  22. guiodic says:

    Attraverso questa procedura è possibile usare moonlight senza scaricare i codec Microsoft.

    http://guiodic.wordpress.com/2009/02/11/usare-moonlight-senza-i-codec-microsoft/

  23. Carmen says:

    Ciao Flavio!
    mi rode che gli streaming RAI in differita non siano più scaricabili o salvabili,comprese le fiction, che diamine è la RAI, paghiamo per quall roba lì…comunque, la mia domanda è questa, come mai non è più possibile farlo? fino a qualche settimana fa era possibile inserire l’URL del programma in VLC e ti salvavi il programma.
    Grazie, Un saluto

  24. Carmen says:

    Caro Flavio, rieccomi, ho avuto un flash in base a quello che hai detto in questi post,ci ho provato, sei grande!! funziona, è proprio quello che cercavo da settimane :-) grazie!!!!! arrisentirci

  25. [...] – I link per accedere direttamente alle dirette di Rai.tv – Apple Vs Palm – in depth analysis – TAT005 Chiacchierata sui brevetti [...]

  26. Gaspare says:

    Io ho installato moonlight sulla mia debian sid amd64 e và abbastanza bene.
    Poi ho scoperto l’ottimo sito di Dario Corsetti
    http://www.dariocorsetti.com/tips-a-tricks-menu-info-41/14-unixlinux/41-scaricare-i-video-rai
    con il cui script è possibile scaricare e visualizzare i video RAI. Ciao.

  27. Lke says:

    forse c’è chi ha fatto di meglio :p
    qui hanno uno script che si prende la lista dei canali, da menu ti fa scegliere lo show desiderato e poi fanno partire il tuo player preferito su quell’indirizzo.
    http://www.slacky.eu/forum/viewtopic.php?f=2&t=27719&start=30
    l’autore dice che è possibile usare il codiche come meglio si crede…. quindi perchè non postarlo qui? :)

  28. gianluca says:

    ciao! scrivo dal canada. sto cercando di visualizzare i programmi di rai.tv….ma niente da fare. mi spiego:
    sul pc portatile ho windows xp e li tutto funziona benissimo.
    il pc fisso: l’ho comprato qui e monta windows vista basic (lasciamo perdere….) ho provato di tutto ma niente da fare. mi appaiono delle specie di bolle blu che girano in cerchio. ho installato silverlight poi lo disintallato poi reinstallato ma niente di niente avete qualche consiglio?

    grazie
    Gianluca

  29. christian says:

    ciao a tutti.
    Grazie per i link ai canali.
    Una cosa mi chiedo:
    io vorrei poter vedere degli stream on demand, tipo le vecchie puntate di report, senza moonlight, perchè quest’ultimo tanto per cambiare fa crashiare FF.

  30. christian says:

    mi rispondo da solo:
    mms://streaming.rai.it/raitre/report/2304report.wmv
    questo estrapolandolo dal sorgente della pagina.
    scusate.

  31. Enrico says:

    E bravo il nostro Aldo Grasso! Aggiungo un’idea: se proprio c’è qualcosa di buono da vedere in tv, incontriamoci tutti in un bar! La televisione non dev’essere allontanata dal bar, in modo che l’incazzatura eventuale sia collettiva…!
    (P.S. meno internet, più cabernet!)

  32. Lke says:

    http://www.slacky.eu/forum/viewtopic.php?f=2&t=27719&p=233739#p233446
    bum! script con il vostro player preferito, con TUTTI gli stream rai.tv, non solo rai1,2,3,sport,edu… anche gli stream delle puntate ancora disponibili sul sito rai!!

    per favore fate girare ( e usatelo :P )

  33. vittorio says:

    Ciao è da tre giorni che cerco di scaricare questo video qualcuno mi può aiutare. grazie mille.
    http://it.truveo.com/Il-futuro-che-mi-merito/id/288230388279542006

  34. Rosario says:

    Chi mi da una dritta per vedere la RAI dall’estero? Usando Tor + Privoxy mi si impalla sia con Silverlight che con WMP, a proposito i links postati sopra mi funzionavano ora non piú…

    Ciao e grazie aticipatamente.

  35. elisabetta says:

    Ho anch’io un problema simile a quello di Massimo sul sito rai.tv: riesco a vedere e sentire perfettamente con VLC i filmati (recuperando la url dalla pagina sorgente), ma quando decido di registrarli (salvati ad esempio in formato asf, ma ho fatto anche molti altri tentativi) rimane solo la parte video. L’audio non c’è più, indipendentemente dai settaggi che tento di fare. Non capisco se è una difesa del sito o se sono io a non usare lo strumento giusto. grazie, elisabetta

  36. marco says:

    ciao a tutti
    io vorrei vedere le esibizioni dei cantanti di sanremo quelle presenti singolarmente sul sito della rai ma anche se ho scaricato silverlight 2 continua a uscirmi la pagina in perenne caricamento con la percentuale fissa al 100% e non è possibile visualizzarli..ho provato con ie con safari e con firefox ma niente..qualcuno può aiutarmi? voglio solo vederle..nn registrarle…

  37. marco says:

    dimenticavo…ho xp come sistema operativo..

  38. Flavio says:

    @elisabetta
    Forse non hai selezionato un codec nel tab “Audio”.

    @marco
    se leggi i commenti sopra già è stato detto: apri il codice della pagina e cerca “videoUrl” poi apri col VLC o altro player

    @enrico
    E’ vero al prossimo evento tutti al bar di Canale o al Tapioca! Purtroppo ci siamo persi Sanremo… Considerando che la rivoluzione non sarà televised, non mi vengono altri eventi prossimi…

  39. Alister says:

    mmmm ragazzi solo a me non funziona più??

    esce solo una schermata della rai con la scritta buona visione e poi si interrompe il tutto.

    saluti.

    Alister.

  40. [...] futura memoria mi appunto qui il post (ed i commenti) di Flavio Tordini per guardare online in streaming le dirette del nuovo sito Rai.tv senza aprirlo ed usare un plugin [...]

  41. Giulia says:

    Il sito rai sembra che voglia la stringa identificativa del browser (agent),
    ma vlc non la manda , qualcuno sa se si puo’ risolvere ?

    Giulia

  42. Flavio says:

    @Giulia
    Hai ragione! Non hanno proprio niente da fare questi! Hanno aggiunto un controllo sullo User Agent. Ora aggiorno il post con le istruzioni per settare il VLC

  43. Alister says:

    Ok, con la modifica a VLC di nuovo tutto ok…

    speriamo duri..

    Intanto Grazie mille!

  44. Mirko says:

    ma c’è un modo per poter effettuare l’embed della rai con questo tipo di protezione? :S

  45. peter says:

    siete dei miti!

  46. Mario says:

    Scusate ma c’è un modo di salvare i file streaming con VLC?

  47. tv killer says:

    sei un grande, quelli della rai proprio delle personcine piccole piccole meschine meschine….

    grazie!

  48. patty says:

    Scusateeee…prima vedevo benissimo i programmi della rai usando windows media player…come lo devo impostare per continuare a vederli?

  49. tv killer (PER PATTY) says:

    installa “VLC Media Player” e configuralo come spiegato sopra nell’aggiornamento del 25 febbraio…

    (e saluta windows media player!)

  50. carmen says:

    Qualcuno mi sa dire come mai alcune puntate della nuova squadra in vlc vengono con l’audio vuoto? http://www.lanuovasquadra.rai.it/category/0,,1067140-1295-1297.html
    per es. provate la puntata 41 (mi viene senza audio) e la 44;
    è un problema di flussi, di codec o cosa?
    Tanti saluti

  51. Alessandro says:

    Ciao a tutti,
    anch’io (con VLC 0.98) ho gli stessi probelmi di Massimo (12 febbraio)
    Elisabetta (21 febbraio) e Carmen.
    Volevo vedere “A come Andromeda”: in streaming vedo e sento senza problemi,
    ma quando provo a salvare mi registra solo la traccia video senza
    quella audio …
    Non dovrebbe essere un problema di impostazioni perchè ho provato a
    registrare da altri siti e tutto ok … non so che fare …

    Ciao

    Alessandro

  52. Adriano says:

    @fabio: stanno usando “sicure-id.imrworldwide”, che si comporta come trojan?
    io con la modifica a VLC vedo tutto bene, anche da firefox con vlc-plugin…

  53. Dandy says:

    Domanda tecnica…
    Da cosa avete capito che il problema era lo user agent?? In che pagina hanno inserito il controllo??
    Grazie mille…!

  54. Sandro says:

    @Flavio
    salve, uso VLC versione 0.9.8 su Mac (con Leopard) e ovviamente è leggermente diverso dalla versione Windows.
    Infatti ho cercato di inserire la riga di opzioni da te postata nell’aggiornamento del 25-02 ma non sono riuscito a comprendere dove inserirla. Puoi aiutarmi?
    Grazie

  55. Ilgatto says:

    Ciao a tutti. Io ho seguito le istruzioni e vedo i canali che non mettono quella “simpatica” sigletta “buona visione”, perchè dove c’è lei, vedo solo lei e poi non va oltre. Sapete individuare questo problema? Io non ci riesco…

  56. rob says:

    ciao, ho lo stesso problema di IIgatto…qualcuno sa come si risolve…si vede solo la sigletta e stop, VCL interrompe la riproduzione. provando a premere play, ancora sigletta e stop

  57. questavita says:

    purtroppo anche settando la stringa User Agent continua a non funzionare.

  58. Flavio says:

    @ilgatto, rob, questavita
    Ragazzi a me funziona, sicuri di aver impostato lo user agent esattamente come indicato? O avete usato un altro User Agent?

  59. questavita says:

    Ora va, ma stamattina con la stessa stringa non andava :o

    In ogni caso, grazie del tip.

  60. marco says:

    Premesso che siete dei geniacci, ho eseguito la procedura indicata e per i primi 3 canali Rai va tutto ok. Ho però dei problemi con Rai Storia e Rai Edu. Non vanno solo a me o altri hanno problemi?

  61. carmen says:

    … riformuliamo il problema…
    qualcuno per caso ha provato a scaricare con vlc le fiction della RAI?

  62. Giulia says:

    @Dandy
    dal fatto che funzionava con firefox ma non con Seamonkey (che sono lo stesso browser)……

    Attenzione che la rai controlla anche l’ip se e’ italiano ma non tutti i provider italiani hanno pool di ip che risultano italiani…………

  63. LadyF says:

    Anch’io ho lo stesso problema di Carmen. Quando vado a registrare, durante la visualizzazione del filmato originale c’è l’audio, ma il filmato registrato è senza audio. Qualcuno può aiutarci?
    Per quanto riguarda la procedura dell’User Agent ho seguito perfettamente le istruzioni e mi sono ritrovata con la simpatica stringa di “Buona visione” e il VLC s’interrompeva. Poi ho provato con il programma Url Snooper e adesso tutto va alla grande =)

  64. Lucia says:

    Ciao,
    io ho un pc windows ME, non riesco ad installare silverlight (perché si blocca dicendo che manca ntdll.dll shutdown system)
    ho allora seguito le tue istruzioni:
    1) ho installato VLC e ho scaricato i codec che scrivi nelle tue istruzioni (tuttavia non so in che posizione del pc devo inserire
    i codec.. per ora li ho lasciati nel desktop).
    2)VLC funziona, riesco anche ad aprire la tendina di rai.tv ma non riesco a vedere i programmi copiando l’URL nello spazio “Rete” di VLC.
    3)Ho settato correttamente lo user agent (ho firefox 2.0.0.20 invece che firefox 3.0, perché il mio sistema non lo permette).

    Come posso fare? Hai suggerimenti su cosa debba fare?

    Grazie, ciao. Lucia

  65. Crono says:

    non vanno più i link!

  66. Flavio says:

    @Crono
    Hai impostato lo User Agent? A me funziona tutto.

    @Lucia
    Quali codec?
    Non importa che Firefox hai, copia esattamente la stringa che ho messo.

  67. Crono says:

    a me i link non vanno nemmeno dal browser

  68. Flavio says:

    @Crono
    E quindi?

  69. Lucia says:

    Ho copiato ma avendo windows e non ubuntu avevo scritto solo firefox etc..
    comunque non riesco anche copiando la tua stringa nel campo user agent…
    Parlavo di codec perché ho un windows Me e allora me li sono scaricati.. tutto qui..
    any suggestion?
    Ciao, grazie

  70. rolly says:

    Grazie mille!
    Aggiornamento compreso!
    :)

  71. Adriano says:

    @lucia
    passa a linux…non avere alcun dubbio!

  72. Crono says:

    e quindi volevo sapere se a voi funzionavano

  73. rob says:

    grazie. adesso funziona tutto :D

  74. gianluca says:

    io continuo a vedere le palline blu che fanno il girotondo….
    ho vista edizione famiglia. e ie7

    sul portatile che ho xp e ie8 vedo tutto..

    ma come mai?????????

  75. [...] decided then to take advantage of streaming by using VLC, a multimedia player for Linux. Thanks to this link I found the direct URL to play some channels directly; here’s the [...]

  76. luca says:

    ragazzi ciao win xp ie7, come si setta vlc?

    ho provato ma non parte , sono anche sotto proxy penso debba abilitarlo ma dove?

    grazie

  77. isa says:

    aiuto, io pure non posso accedere ai programmi rai attraverso il loro nuovo sito. ho provato i link per vedere in streaming che hai messo sul tuo blog ma non funzionano. il problema è che sto in francia e un mio amico mi ha detto che con l’indirizzo ip francese (o il proxy o non so che…) non posso vedere i programmi dei siti rai. sapete se c’è una soluzione? per ora guardo i programmi via adsl tv

  78. carmen says:

    Agli amici che condividevano con me il problema dell’audio nella registrazione di alcuni streaming invito a collegarsi su questo link
    http://www.dariocorsetti.com/howto/29-software/49-salvare-uno-str eam-con-vlc

  79. giuseppe says:

    Ma che VLC hai?
    Nel mio non c’e’ proprio ”strumenti… ”

  80. Roberto says:

    Grazie!
    per le dritte e gli updates
    grazie davvero

  81. [...] trovata grazie ad un blog molto bello: flavio.tordini.org. L’articolo invece lo trovate a questo indirizzo. Io l’ho solo adattato un [...]

  82. Ste says:

    Grazie ! stavo diventando scemo prima di leggere l’iaggiornamento continuava a farmi vedere la sigletta iniziale, dopo ho cambiato le impostazioni e funziona tutto ! gracias !

  83. (sic)* says:

    Funziona tutto perfettamente |Mac Powerbook G4 PPC | VLC 0.9.8
    Grazie mille.

    |saluto moticanus|

  84. Simone says:

    Scusatemi, ho VLC in lingua inglese (a proposito, ma come faccio ad averlo in italiano?) e arrivato nel menù “Ingresso/Codificatori” (che sarebbe “Input/Codecs”) non trovo la voce “Moduli di accesso” e quindi non posso proseguire con le impostazioni di VLC per vedere RAI streaming senza Moonlight (cioè, RAINEWS24 lo vedo tranquillamente, gli altri,,,sigletta di buona visione e niente più). Help.

  85. Simone says:

    Ho risolto parzialmente il problema: ho trovato la voce “Moduli di accesso” e completato la procedura (settato lo User Agent HTTP come suggerito). Il problema è la mia scarsa dimestichezza con VLC: dopo aver dato settato lo User Agent, come faccio a vedere gli streaming RAI? Cioè, cosa devo fare, una volta lanciato VLC? Scusate l’imbranatezza, ho Ubuntu da poco, sono nuovo del software libero. Help.

  86. Flavio says:

    @Simone
    Fai Media->Open Network e incolla una delle URL. Buon divertimento con Ubuntu!

  87. Simone says:

    @ Flavio
    Grazie, ce l’ho fatta!
    Adesso ho due problemi corollari: 1) come installare la versione italiana di VLC (consapevole che questo problema che non rientra in questo blog); 2) come memorizzare i vari URL degli streaming RAI dentro VLC, e quindi come passare rapidamente da RAI3 a RAINEWS24 (che poi son quei due che frequenterò). Help.

  88. [...] Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight Posted in Consigli by Lorenzo on March 24th, 2009 Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight. [...]

  89. Lorenzo says:

    Mi spiegate perchè sia con Vlc sia con silverlight sul sito della rai mi esce sta cavolo di frase:Spiacente, la visione di questo filmato e’ consentita solo agli utenti nel territorio italiano
    P.S.IO ABITO A ROMA!

  90. Luigi Cocola says:

    Hack brillante! Provato e funziona alla grande!

  91. Filippop78 says:

    Ciao Raga, dopo un bel po’ di tempo che vedo la rai con vlc (ho i pulsanti con un programma impostato per ogni canale). Da questa sera rai 1 non ha più l’audio. Come potrei risolvere? Non so proprio che ho fatto!

  92. Gugu says:

    Grande Flavio!
    Ho un quesito…
    riesco a vedere Rai1 (ho provato solo quello che mi interessa), ma volevo sapere come mai la qualità video di Silverlight (metti a schermo intero e si vede decisamente bene) è nettamente superiore a quella con VLC (url: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983 che trasmette a 512 Kb, a schermo intero un po’ sgranato). Si riesce ad ottenere su VLC (e quindi a registrare) con la stessa qualità di Silverlight?

    grazie a tutti

  93. Silvi@ says:

    Ciao Flavio,

    secondo te esiste un modo per guardarsi la RAI in streaming da un altro paese? La RAI mi dice che la visione è consentita solo a chi si trova nel territorio italiano. Posso fare qualche magheggio con il mio IP?

  94. Silvi@ says:

    Ciao a tutti,

    quesito rivolto a Flavio o a chi ha qualche idea: come si fa a guardare un programma in streaming RAI fuori dall’Italia?
    Ho seguito passo passo la procedura indicata di sopra, la visualizzazione avviene senza problemi…fatta eccezione per un bel messaggio finale in cui si dice che la visione è riservata ai residenti del territorio nazionale italiano…

    Se volessi vedere le puntate vecchie di annozero senza installare silverlight, cosa mi consigliereste di fare?

    Many thanks in advance!

    Silvi@

  95. gnotisauton84 says:

    anche per me problemi audio…utilizzo vlc 0.8.6e su ubuntu 8.04

  96. Olaf says:

    Confermo che all’estero non va. Soluzioni?
    Qualcuno poi potrebbe chiarire il punto evidenziato da Gugu qui sopra? (http://flavio.tordini.org/dirette-raitv-senza-silverlight-o-moonlight#comment-463)

  97. anarchia says:

    Caro amico, come creare una playlist di vlc in cui al posto dei vari link compaiano RAI 1, RAI 2, RAI 3, RAI NEWS etc. etc.? Io proprio non ci riesco!!!!

  98. mario says:

    Grazie , sei un genio

  99. Alex says:

    Grazie Flavio.
    Bel posts.
    Ciao
    Alessandro

  100. [...] veloce ricerca sul web mi porta a questa pagina, dove il caro Flavio ha elencato diligentemente una serie di link a questi [...]

  101. marco says:

    con vlc tutto ok, ma non riesco ad utilizzare kmplayer perché non so dove immette l’user agent: mi aiutate?

  102. Ciro says:

    I miei complimenti per questo post

  103. Anonymous says:

    anch’io sono all’estero e mi appare la sigletta…
    come faccio?
    baci
    Manù

  104. AvantiAdagio says:

    Grazie per l’informazione, da ieri sera però purtroppo non mi funziona più, compare la sigla BUONA VISIONE e finisce li.
    La mia non è tanto idiosincrasia con SilverLight quanto il fatto che sul PC dove guardo raisport+ non si può installare (provcessore non compatibile)…è vecchiotto anche lui.
    Sapete se c’è un alternativa più leggera (ambiente microsoft XP)?
    Ciao

  105. peppens1 says:

    esatto.
    link morti.

    qualcuno sa come risolvere?

  106. AvantiAdagio says:

    Di nuovo ok… finché dura

  107. [...] EDIT RAI FIX **** Grazie a Flavio Ecco una soluzione per aggirare il blocco che la Rai ha fatto sui suoi server, questi sono i nuovi [...]

  108. dioz says:

    @Flavio,
    ho pubblicato la tua soluzione anche in un mio post di marzo scorso in cui davo una playlist con parecchi canali tv in streaming, la rai qualche giorno fa ha bloccato i server streaming che usavo…
    Se ti interessa qui c’è il post:
    http://dioz.wordpress.com/2009/03/26/vedere-la-tv-gratis-in-streaming-sul-pc/
    Grazie!

  109. paolo says:

    ciao flavio volevo chiedere posso utilizzare anche il player di windows ? ho cliccato sugli indirizzi, ma mi lascia vedere solo rainews

  110. Night Train says:

    ciao flavio

    il problema lo sto avendo con raistoria

    volevo scaricare le sei parti della puntata dedicata alla tragedia dell’heysel, a questa pagina:
    http://www.lastoriasiamono i.rai.it/puntata.aspx?id=316&

    cliccando sulla prima parte (es.) si apre un’altra pagina, questa:
    http://www.lastoriasiamono i.rai.it/pop/schedaVideo.aspx?id=819 (da 819 a 824)
    dove c’è un contenitore flash più grande

    il problema è che né unplug, né downloadhelper riconoscono il video

    nella sorgente pagina c’è un riferimento al flusso che usa il protocollo rmtp, ma non riesco a capire quale sia il link esatto da girare a vlc
    (es.) flashVars=”connessione=vid,819,rtmp://flashedu.rai.it/lastoriasiamono i/video/

    grazie in anticipo

    Night Train
    ubuntu user
    9.04 64 bit

  111. [...] limito a riportare qui le utilissime istruzioni di Flavio Tordini rispetto a questa [...]

  112. fabrizio says:

    ho modificato i settaggi con la seguente stringa ma non riesco a visualizzare le dirette..

    Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8

  113. ben.fio says:

    Caro amico,
    grazie al tuo lavoro ho potuto vedered in diretta sul mio computer i programmi RAI. Una domanda: è possibile salvare sul proprio computer una vecchio programma RAI?
    Grazie
    Ben.fio

  114. Gennaro says:

    Allora dall’estero non si puo’? Non ho nessun idirizzo di Proxy italiano…

  115. Flavio says:

    @Gennaro
    Non credo che dall’estero sia fattibile: i proxy aperti non ti danno abbastanza banda per guardare uno stream video.

  116. Francesco says:

    Ho beccato:

    Rai Gulp: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=4119

    perfettamente visibile e quel che dovrebbe essere

    Rai 4: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=4117

    ma io ho una schermata nera! qualcuno mi spiega come mai?!

  117. crenq says:

    Ciao, ho fatto riferimento al tuo post…
    Se ti va di sapere cosa ho scritto puoi vedere a questo link: http://linuxpackardbello.blogspot.com/2009/07/raiahi-ahi-ahi.html

  118. Francesca says:

    Ciao a tutti non sono esperta come voi di mac ma sono allergica a windows e perciò ho un mini mac Anch’io ho problemi con siti rai Ho letto il post ma mi blocco in una cosa: “VLC: Andare su “Strumenti” => “Preferenze” e in basso dove c’è “Mostra le impostazioni” cliccare su “Tutto”. Quindi tra la selva di opzioni andare su “Ingresso/Codificatori” => “Moduli di accesso” => “HTTP(S)”.”
    Nel mio vlc non ho la voce “mostra le impostazioni”!!! forse perchè ho vlc vecchio ma ho provato a scaricarmi quello ultimo e mi dice che il mio mac non lo supporta Che devo fare…rinunciaare alla rai o posso aggiornare il mio pc? in quessto caso mi dite i link su come fare?
    Per la cronaca io ho
    Riepilogo hardware:

    Nome computer: Mac mini
    Modello computer: PowerMac10,1
    Tipo CPU: PowerPC G4 (1.2)
    Numero CPU: 1
    Velocità CPU: 1.42 GHz
    L2 Cache (per CPU): 512 KB
    Memoria: 512 MB
    Velocità bus: 167 MHz
    Versione Boot ROM: 4.8.9f4

    Grazie grazie

  119. akiro says:

    finalmente, riesco a vedere la rai senza sto’ moonlight del… 8-)

  120. stubuntu says:

    Complimenti, ho seguito con attenzione risolvendo tutto,
    un grazie infinito…ottimo lavoro

  121. drastico says:

    Ragazzi non ci crederete ma io in questo momento mi trovo in italia ho provato a vedere rai sport e mi dice che si puo’ vedere solo sul territorio italiano.E’ uno scherzo?

  122. Flavio says:

    @drastico: Probabilmente il servizio che la RAI usa per la geolocalizzazione non conosce il tuo IP. Chissà poi perché vogliono bloccare il resto del mondo… perché non paga il canone? Idioti…

  123. francesco says:

    Ciao a tutti e un ciao a Flavio,per il grande contributo per questo sito,complimenti.Sono da anni utilizzatore di Linux e ormai seguo costantemente tutte le sue evoluzioni.Detto questo,volevo chiedere come mai non si riesce a vedere il canale RAI 4?Ho provato con tutti i player possibili,quelli offerti dal mondo Open Source …VLC compreso,ma niente da fare.Il link su Rai 4 mi fa apparire una schermata nera all’infinito.Credo di aver capito che la rai non autorizza la visione online,almeno credo, ma spero di sbagliarmi.E vi ringrazio per tutte le vostre risposte.
    Un salutone a Flavio
    ciao!

  124. francesco says:

    Ciao Flavio,ho visto adesso il tuo messaggio!Ho provato e funge..eccome se funge!L’altro link su VLC non funziona,mi fa sempre vedere lo schermo nero!Misteri della rete…grazie 10000000000000000:-)
    francesco

  125. marco says:

    ciao!
    qualcuno saprebbe darmi dei link anche per canale 5?
    Grazie!

  126. salvotnt says:

    per salvare gli stream su file (windows xp & vlc) qualcuno sa’ suggerirmi come fare….grazie

  127. ben.fio says:

    Scusatemi, ieri sera sul TG3 delle 19 c’è stato un servizio sulle manifestazioni antinucleari in Germania che mi serve sul mio disco con urgenza, ma non so come recuperarlo. C’è qualcuno che puà darmi una mano? Grazie

  128. zazf says:

    E’ possibile salvare tutti i canali in una playlist (es. TV.m3u) in modo da guardare la tv semplicemente facendo doppio click sul file sul desktop e skippare da un canale all’altro?

    I canali li vedo con la procedura da te indicata, ma se provo a salvarli in una playlist e a richiamarla col doppioclick sul desktop mi escono una serie di messaggi di errore e non visualizzo nulla…

    Consigli?

  129. sredra68 says:

    ciao a tutti,
    con mac 10.4.11 e vlc 0.8.6 janus
    ho settato su User http con: Mozilla/5.0 (Macintosh; U; PPC Mac OS X 10.4; it; rv:1.9.1.3) Gecko/20090824 Firefox/3.5.3
    ma se copio in Vlc es: RaiTre:
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=986
    mi dice che non è visibile all’estero

    cosa non ho settato correttamente?
    grazie

    ps
    sono 13 anni che non ho la tv
    ma semplicemente è una questione di principio

    grazie

    dario

  130. Flavio says:

    @sredra68: non dipende da come hai settato ma dal tuo ip. Usi una chiavetta? La RAI taglia fuori gli ip che crede siano “non-italiani”

  131. jolly says:

    Qualcuno sa come fare a mettere dei segnalibri o link (magari sul desktop)?
    Uso Windows e mi sono perso!!

  132. Flavio says:

    @Jolly. Non uso Windows da anni, ma credo basti creare un nuovo “collegamento” e nel comando specificare: vlc.exe seguito dalla url dello stream. Ad es. per RaiuUno:
    vlc.exe http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

  133. Vincenzo says:

    Caro Flavio,

    siccome mi sembri una persona molto competente, nonche’ estremamente simpatico, provo a rivolgerti un quesito spinoso, che non sono riuscito a risolvere in nessun modo. Sono un italiano all’estero (un cosiddetto “cervello in fuga”) e ho comprato una Apple Tv con la speranza di poter vedere i telegiornali e qualche trasmissione Rai (solo quelle che vale la pena, come dici anche tu) via internet. Sono riuscito a metterci sopra il mirabolante software gratuito ATV USB Creator, che mi permette di farci girare il browser Couch surfer, Boxee e XBCM, tra le altre cose. Le mie iniziali gioie sono state raffreddate quasi subito: non sono riuscito ad istallarci adobe flash (dopo numerossissimi tentativi), quindi non riesco a vedere i video rai.tv. Ho provato anche a copiare su Boxee i link che dai tu, ma niente. Siccome mi sembra di capire che anche tu hai un Mac (tra l’altro), non e’ che mi potresti aiutare? So che e’ una richiesta estremamente specifica (l’Apple Tv non e’ cosi’ diffusa) e ti ringrazio in ogni caso per l’attenzione che mi dedicherai.
    Un caro saluto,

    Vincenzo

  134. francesco says:

    Ciao Flavio,ho notato-ultimamente- che la finestra di riproduzione di Vlc,soprattutto quando vedo Rai4 si chiude dopo circa 2 minuti.Questo non lo faceva mai, a volte lo fa con gli altri canali.Inoltre capita che si chiude addiritura l’intero programma Vlc.Mi sembra una cosa molto strana,Eppure uso Linux.Ti ringrazio per la/le risposte.Francesco :-)

  135. gabriele says:

    sono persone come te che rendono libera l’informazione in italia!

  136. PalmandaHauz x Flavio says:

    Ciao Flavio , ho vissuto per parecchio a Shanghai e sono a conoscenza di molti dei problemi che sono stati elencati qui sopra (prima volta che leggo questo blog). Posso subito dirti che per la rai il metodo migliore e’ quello di avere un pc in Italia magari quello di un amico smanettone e di ottenere un tunnelling ssh (lascio un link http://www.nervous.it/2009/04/vedere-i-canali-rai-dall-estero/). Per quanto riguarda Flash e’ un problema comune , trovi un po’ di info qui http://forums.macrumors.com/showthread.php?t=460525. Se fossi in Paesi come Germania o Svizzera potresti utilizzare zattoo http://www.zattoo.com o servizi tipo leip.tv . Spero di essere stato d’aiuto.

  137. Federico says:

    Grazie! Però è veramente uno schifo il sito della RAI! Una ragione in più per non pagare il canone >:-(

  138. Marco says:

    Dopo l’ultimo aggiornamento di VLC mi compare la scritta: Spiacente, la visione di questo filmato è consentita solo agli utenti nel territorio italiano.
    Ma io sono in Italia, cosa è successo, devo cercare una vecchia versione di VLC?

  139. Vincenzo says:

    Grazie infinite. Mi rimetto al lavoro per installare flash. Se non ce la farò, scaricherò il software a pagamento (ATVflash): io adesso ho ATV usb creator, che però per il resto va bene. Sento di essere vicino alla meta…

  140. [...] il nostro adorabile PC? La soluzione di questo problema sono riuscito a trovarlo,grazie ad un blog qui e mi sono goduto perfettamente tutta la [...]

  141. GG says:

    Vincenzo, è capitato anche a me. Si tratta semplicemente di ripetere la procedura dei “moduli d’accesso”. Poi va tutto

  142. Alex says:

    Salve! una domanda. Ora, premetto di essere fan di ubuntu, ma costretto mio malgrado, a usare sempre windows a causa di alcuni programmi che non girano su altre piattaforme (autocad, principalmente). Premessa necessaria in quanto la domanda che voglio porre non riguarda linux, o vlc, bensì windows, e windows media player.
    Spesso mi trovo a disegnare con autocad, ed ero uso attivare windows media player in versione mini taskbar player per poter vedere programmi rai mentre disegnavo. purtroppo una funzione simile non è stata implementata da nessun altro lettore, e francamente, benchè odi windows media player, devo dire che questa caratteristica è tra le + azzeccate che microsoft abbia mai sviluppato (e infatti nella versione wmp 12 l’hanno tolta…). Ora, se provo ad aprire i flussi sopracitati con windows media player, non riesco a visualizzare nulla. Ho pensato che questo sia dovuto allo user agent di windows media player.. allora mi chiedo, posso camuffare wmp? come diavolo faccio a cambiargli user agent? grazie in anticipo, sperando di trovare una soluzione..

  143. linuser says:

    Da qualche giorno mi appare lo stesso messaggio che dice che i canali sono visibili sul solo territorio italiano : uso Vlc 0.9.9a su Ubuntu , ho settato lo User Agent a -> Mozilla/5.0 (Windows; U; Windows NT 6.1; it-IT; rv:1.9.1.3) Gecko/20090824 Firefox/3.5.3 e ho Tiscali … nella stessa rete su un PC con Windows Vista + Silverlight 3.0 + Firefox 3.5.3 i canali si vedono, quindi escludo che il problema sia legato all’IP. Credo si siano fatti + furbi piuttosto.

  144. linuser says:

    bah … cambiato User Agent con Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8.10 (intrepid) Firefox/3.0.6 e si vede tutto nuovamente , compresi i canali SAT e DTT ( RAI4 , RAISAT Premium , RAISAT Yoyo … etc

  145. Federico says:

    Funziona! basterdissimi alla RAI eh… GRAZIE!

  146. Ciao grazie a te ho cominciato a scrivere lo script disponibile sul mio sito per vedere (e creare playlist) tutta la Rai

    A breve lo riscriverò da 0 ed integrerò anche i podcast e le gallery di immagini in quanto per ora funziona bene solo su i video

    Ciao

  147. Eddy says:

    Per le puntate vecchie basta vedere il sorgente della pagina web, cercare videoURL e taac, vlc funziona alla grande :-)

    Ottimo, Grazie a tutti!!!

  148. Roberto says:

    ragazzi ho trovato il sito per guardare la rai anche dall’estero!!!
    però non usa vlc! http://www.rai-web.de/dl/RaiTV/diretta.php

  149. Flavio says:

    Interessante, Roberto. Poi vedo che cosa se ne può tirare fuori :D

  150. [...] è un aggiornamento al post precedente sulle dirette [...]

  151. Gugugu says:

    Ciao ragazzi. Dopo ricerche su molti siti e tentativi vari sono riuscito a scrivere una procedura funzionante sia per Vedere che per Scaricare streaming in diretta o filmati in archivio dal sito Rai.

    Il link della guida è questo: http://giosanny.altervista.org/silverlight.pdf

    Ringrazio tutti quelli che hanno postato qui sopra perché anche da tutti questi post ho trovato le informazioni per scrivere tutto.

    Se avete problemi o volete segnalarmi migliorie o cambiamenti scrivetemi pure alla mail che trovate in fondo alla guida..

    ciao a tutti e buona visione/download :-)

    Gugugu

  152. mitm says:

    per chi è interessato all’argomento, ho creato un piccolo script per greasemonkey che permette di vedere i video e i canali in streaming di rai.it/rai.tv utilizzando come player il plugin vlc per firefox(lettore integrato nel web browser) o un qualsiasi player esterno(ad esempio vlc, mplayer, windows media player ecc)

    Ho aggiunto ai canali rai indicati all’inizio dell’articolo, anche altre tv (ad esempio Sportitalia, Arcoiris ecc) e alcune radio(RTL102.5, Radio Palinuro ecc)
    Lo script sostituisce inoltre il lettore silverlight in tutte le pagine rai in cui esso viene richiesto, permettendo di vedere ad esempio le puntate di annozero, ballarò ecc senza lo sbattimento di ricavare l’url del video dal sorgente della pagina html..

    lo trovate qui, richiede greasemonkey(un estensione per firefox) ed eventualmente il web-browser plugin di vlc e dovrebbe funzionare sia su windows che su altri o.s.

    >> http://userscripts.org/scripts/show/61782 <<

    P.S.: Perl il download/conversione dei file consiglio DownloadHelper(altra estensione per firefox) che fa il suo sporco lavoro egregiamente

  153. Loris says:

    Per i problemi degli Ip, la Rai non ha i diritti per l’estero per alcune trasmissioni, quindi fa bene a filtrare gli Ip.

  154. Giacomo says:

    Qualcuno ha un sito dove prendere direttamente link di canali TV magari anche esteri?

  155. Gugugu says:

    Qui ci sono un sacco di canali di tutte le nazioni: http://wwitv.com/portal.htm

  156. [...] PC anche Silverlight, opzione non gradita da ogni abbonato Rai.SOLUZIONE 2 – Il metodo di Flavio Tordini (citazioni n.d.r.) è maggiormente efficace, utilizzate VLC, andate in “Strumenti” => [...]

  157. Max L. says:

    Sentite io mi sono rotto il capo per mesi ed ho scoperto che funziona sempre solo se avete un working proxy italiano e lo impostate ad VLC oppure a explore 8 la vedo tutti i giorn1 con nessun problema.
    Ora vi domanderete dove ottenere un proxy italiano facile chiamate un vostro parente/amico che un connessione veloce alla rete e fatevi dare il proxy facendo ipconfig sul suo PC.

    Buona Visione alla faccia di Berlusconi……………..
    Max da Boston USA

  158. mousse says:

    @Max L

    Non è esattamente cosi’ facile. Prima di tutto, ipconfig non c’entra una mazza coi proxy ma ti dice l’ip della macchina. E per usare quello per connetterti, sulla macchina stessa deve girare un proxy (o sshd se ha linux).

    Esistono decine di open proxy italiani che trovate su google.

    E, mi spieghi cona caxxo c’entra berlusconi con la RAI?

  159. Anonymous says:

    grazie! senza te come farei?
    S.

  160. GianLuca says:

    anche se non guardo mai la tv, è interessante sapere che c’è… grazie per le preziose info, e vengo al problema.

    Ho un Karmic a 64bit ed un Netbook Remix a 32bit che funzionano benissimo, senza nemmeno i repo di Medibuntu, i canali RAI si aprono in Firefox, mentre su VLC ho dovuto cambiare lo user agent.

    Un mio amico ha detto che bello, che bello lo voglio anch’io, e ho piallato il suo vecchio notebook mettendo su Karmic 32-bit.

    Qui VLC funziona, ma Firefox dà un schermo nero.
    Ho controllato tutti i codec installati, e sono uguali.
    In più ci sono quelli di Windows.

    Come fare a trovare il “colpevole”?

    ciao,
    -Gian

  161. Noodles78 says:

    Ho creato un’applicazione che potete trovare a questo indirizzo:
    http://webtvstreaming.splinder.com/

  162. Marco says:

    c’è qualche modo per vedere i canali rai sul cellulare??
    ciao.
    Grazie.

  163. gennaro says:

    quoto il post di mitm, adesso si vedono anche i canali mediaset anche quando trasmettono le partite di calcio..
    (ti sto faqcendo un pò di pubblicità spero sia gradita)
    rai tv player lo trovate sul sito indicato da mitm http://userscripts.org/scripts/show/61782

  164. [...] via Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight. VN:F [1.7.8_1020]Rating: 0 (from 0 votes) [...]

  165. Lore says:

    Questo è un ottimo programma per rai e mediaset:

    http://www.tv-sat.org/tutto-dreambox/showthread.php?t=14994

  166. Barbara says:

    Grazie grazie infinite a tutti!!!
    Sono una volontaria europea in Polonia ed erano mesi che cercavo di trovare il modo di vedere la rai sul mio pc…che essendo troppo vecchio non supporta Silverlight!!
    Sono troppo contenta…quasi mi viene da piagere! :-)
    Con riconoscenza Barbara

  167. zippete says:

    Innanzi tutto grazie di aver condiviso la tua ricerca, funziona benissimo.
    Ora, avendo un Mac (Intel 10.5), mi piacerebbe poter aprire in Quicktime gli stream di cui sopra.
    Qualcuno sa se è una cosa possibile?

  168. [...] per chi è all’estero! Per raggirare il problema, seguite questa guida Un ringraziamento a Flavio Tordini Download [...]

  169. [...] via Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight. [...]

  170. Noodles78 says:

    Da oggi non riesco più a vedere i canali Rai con VLC. Compare il banner “Spaicenti, la visione è consentita solo su territorio italiano”. Fine della pacchia mi sa…

  171. luca says:

    Ciao a tutti .
    Aprendo questi link mi appare un messaggio che dice che e’ impossibile
    vedere il filmato se non ci si connette dall’italia, anche se sono in italia

  172. Flavio says:

    noodles, luca: ho aggiornato il post ma per ora il comando è un po’ da guru della riga di comando… ringraziate gli amici della Rai

  173. Please says:

    Ti prego escogita qualcosa per windows, ubuntu lo uso ma anche windows…
    Mi sa che sei l’unico che riesca a trovare il metodo.
    Mi chiedo ma non c’è un lettore in grado di leggere quello che legge il player del sito rai? basterebbe usare quello al posto di vlc no?

  174. lanzen says:

    Ottimo Flavio! :)

    Una curiosità: vlc segnala errori nel tentativo di apertura di alcuni file – tutti file txt – residenti in /home.

    Un esempio:
    VLC non può riconoscere il formato d’ingresso:
    Il formato di ‘/home/lanzen/pacchetti_20100108-2058.txt’ non può essere rilevato. Dai un’occhiata al registro per i dettagli.

    ??? :)

  175. Noodles78 says:

    Per il momento, sono visibili i seguenti canali
    Rai Uno —> mms://212.162.68.13/prodtvr1
    Rai Due —> mms://212.162.68.13/prodtvr2
    Rai Tre —> mms://212.162.68.13/prodtvr3
    Rai Quattro —> mms://212.162.68.13/Rai4
    Rai News 24 —> http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=1
    Rai Sport + —> mms://212.162.68.13/raisport+
    Rai Sat Cinema —>
    Rai Sat Premium —>
    Rai Sat Extra —>
    Rai Gulp —> mms://212.162.68.13/raigulp
    Rai Storia —>
    Rai Scuola —> mms://212.162.68.13/EDU1
    Rai Sat Yoyo —>

  176. marillo says:

    grazie per il trucco!
    tuttavia, mi interessava registrare dall’archivio RAI (esempio http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-2aef5064-3821-4bee-bab5-4acbbeaa239d.html)
    riesci per caso ad aiutarmi?
    marillo

    ps: lo so che voler registrare “ballando con le stelle” può sembrare ridicolo, ma chi di voi non ha una morosa che lo stressa?!?!?!

  177. Flavio says:

    marillo basta che cerchi videoUrl nel codice di quella pagina. Poi la apri o salvi col VLC “configurato” come scritto nel post.

  178. Anonymous says:

    Scusa flavio, ho dato il comando curl -H “viaurl: http://www.rai.tv” [qui la URL dello stream] | grep -o -e ‘http://[^"]*’ | vlc –http-user-agent=”Linux”
    vlc si apre ma non prende l’output di grep, come mai ? grazie

  179. Francesca says:

    Grazie,
    mi hai risolto sto problemone!!
    E’ da ieri che non riuscivo più a vedere i canali rai in streaming!
    Grazie mille
    :)

  180. lanzen says:

    Forse vado OT, ma voi cosa sentite con

    vlc rtsp://live.media.rai.it/broadcast/radiouno.rm

    Attendete almeno 30 secondi o un minuto…

  181. bacab says:

    ciao
    ma non c’è modo di configurare vlc (tra le opzioni avanzate) per aggirare questo nuovo ostacolo?

  182. Flavio says:

    @Anonymous ti sei perso il “meno” alla fine della riga

    @bacab, no non c’è purtroppo

  183. bel says:

    Ho letto l’aggiornamemto però non ho capito cosa devo fare! :)
    Qualcuno può spiegarmi passo dopo passo tutto il procedimento!!
    sono un utente mac!!
    Grazie per il lavoro che svolgete, siete sempre puntuali ed efficienti!! :)

  184. silv says:

    ho installato il curl e scritto al terminale la stringa. Risposta:
    VLC is not supposed to be run as root. Sorry.
    If you need to use real-time priorities and/or privileged TCP ports
    you can use vlc-wrapper (make sure it is Set-UID root and
    cannot be run by non-trusted users first).
    curl: (3) [globbing] error: bad range specification after pos 2
    curl: (6) Couldn’t resolve host ‘la’
    curl: (6) Couldn’t resolve host ‘URL’
    curl: (6) Couldn’t resolve host ‘dello’
    Cosa posso fare?
    Grazie se potete aiutarmi

  185. Dadox94 says:

    SISTEMA PER VEDERE LO STREAMING RAI SU WIN XP.
    Dopo il 12 gennaio la Rai ha bloccato lo streaming per obbligarci ad usare Silverlight.

    Ecco come fare per risolvere il problema:

    1) Scaricate Curl per windows:
    http://curl.haxx.se/download/curl-7.19.5-win32-nossl.zip

    2) Estaete i file dallo ZIP. Aprendo le cartelle ottenute troverete l eseguibile curl.exe, annotatevi il percorso
    Nel mio caso: “E:\Documents and Settings\DAVIDE\Documenti\Download\DTA\curl-7.19.5-win32-nossl\curl-7.19.5\curl.exe”

    3)Ora aprite il command prompt di windows (lo trovate nel menu start)

    4)Copiate il percorso del file curl.exe e aggiungete:
    -H “viaurl: http://www.rai.tv” “Link del canale rai che volete vedere” > Percorso del nuovo file da cui vedere il canale (estensione .asx)

    Dovreste ottenere qualcosa di simile a questo:

    “E:\Documents and Settings\DAVIDE\Documenti\Download\DTA\curl-7.19.5-win32-nossl\curl-7.19.5\curl.exe” -H “viaurl: http://www.rai.tv” “http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983″ > E:\raiuno.asx

    5)Scrivete la stringa ottenuta nel command prompt e premete invio

    6)Cliccate sul nuovo file ottenuto (nel mio caso “E:/raiuno.asx”) per aprirlo con VLC

    7)Guardatevi la Rai in streaming…

  186. Giuseppe says:

    Non va, nemmeno con l’artificio (curl)
    http://img138.imageshack.us/img138/303/20100113192651.jpg
    Ciao

  187. Elrond says:

    Grazie mille per i continui suggerimenti che ci dai! Forse comunque si può fare a meno di curl (non presente di default su tutti i sistemi) usando wget in questo modo:

    wget --header="viaurl: www.rai.tv" indirizzo -O -
    

    (usando eventualmente l’opzione -q per renderlo “silenzioso”)

  188. jak says:

    che strnz quelli della rai

  189. Giuseppe says:

    Basta aggiungere alla fine un segno meno (ma che fatica trovarlo!) al precedente comando, così:

    curl -H "viaurl: www.rai.tv" http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=984 | grep -o -e 'http://[^"]*' | vlc --http-user-agent="Linux" -
    

    … e tutto si sistama. In questo caso Rai2 viene vista da vlc.
    Grazie

  190. Mario Taricco says:

    Per gli utento Windows si può scaricare cURL da http://curl.haxx.se/download.html
    e poi utilizzare un comando tipo
    Per RAI UNO

    curl -H "viaurl: www.rai.tv" "http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983" | ..\vlc.exe --no-plugins-cache --config=vlcrc --http-user-agent="Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8.10 (intrepid) Firefox/3.0.6" -
    

    In questo esempio si suppune di avere la cartella di cURL comme sottocartella di VLC

  191. Giulia says:
    wget --header="viaurl: http://www.rai.tv" http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983 -O rai1.asx  -U "Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8.10 (intrepid) Firefox/3.0.6"
    
    sed -n "s/.*HREF="\(.*\)"\ \/>.*/\1/ip;T;q" rai1.asx > rai1.m3u
    
    vlc rai1.m3u
    

    Queste tre righe in un file .cmd permettono di vedere la rai sotto windows , wget esiste in binario (wget.exe + dll http://users.ugent.be/~bpuype/wget/ ad es ) e va messo nella stessa cartella dello script, attenzione al taglia e incolla perche i doppi meno e le virgolette non vengono ben gestite dal blog….

  192. Giulia says:

    In questo momento riesco a vedere solo RAI UNO con le istruzioni sopracitate.

  193. Paolo says:

    Utente windows con Vlc su vecchio pc dove non può girare silverlight (processore non supportato) e in più qui il digitale terrestre non arriva, si può fare qualcosa senza installare linux???
    Grazie mille

  194. Elrond says:

    Nel grep va sostituito mms a http. Esempio per Rai 1:

    wget --header="viaurl: http://www.rai.tv" http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983 -O - | grep -o -e 'mms://[^"]*' | vlc --http-user-agent="Linux" -
    

    Però non hanno ancora cambiato il protocollo per tutti i canali, bisogna fare delle prove (Rai 1, 2, 4 sono passati a mms, Rai 3 sta ancora su http, gli altri non li ho provati). Su Windows non so quali cambiamenti ci siano da fare

  195. Gugu says:

    Ottima la soluzione per linux!

    Per windows però il problema resta…. non c’è modo di trovare i link di trasmissione come prima?

  196. mr.mambo says:

    ma non è possibile secondo voi fare causa alla rai che impone un plugin proprietario? a me su debian moonlight non ha mai funzionato e pagando il canone rai mi chiedo se questa modalità sia legale, non dovrebbero GARANTIRE a tutti lo streaming?

  197. Ale83 says:

    Noodles78, i link che hai scritto non funzionano.
    L’unico che continua a funzionare è RaiNews24 (http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=1).
    Flavio, come dobbiamo fare, oltre a provare con Linux?

  198. Ale83 says:

    Ho provato con il procedimento suggerito da Dadox94 e non funziona (nel file asx che si crea c’è scritto che la pagina non è stata trovata).
    Poi ho provato il procedimento da Mario Taricco (http://flavio.tordini.org/dirette-raitv-senza-silverlight-o-moonlight#comment-1394) e funziona! Grazie, sei un grande!
    Si apre direttamente VLC con il canale desiderato.
    A questo punto si possono anche creare dei file batch con i comandi da eseguire per aprire ogni canale oppure, se qualcuno più esperto lo sa fare, un programmino che faccia scegliere quale canale aprire.

  199. Leave a Reply says:

    Ma per Windows non ci sono soluzioni, neanche “non-user friendly”? :(

  200. Leave a Reply says:

    Il procedimento di Mario Taricco (http://flavio.tordini.org/dirette-raitv-senza-silverlight-o-moonlight#comment-1394) funziona alla grande anche per me su Windows!

    Grazie a tutti!!! :)

  201. Roberto says:

    Con l’ultimo aggiornamento funziona RAI2 RAI3 RAI Storia RAI Sport+ Yoyo e Gulp ma gli altri non funzionano.
    Come mai?

  202. Roberto says:

    Adesso mi funziona su tutto, senza grep.
    curl -H “viaurl: http://www.rai.tv” $URL | vlc –no-plugins-cache –http-user-agent=”Mozilla/5.0 (X11; U; Linux i686; en-US; rv:1.9.0.6) Gecko/2009020911 Ubuntu/8.10 (intrepid) Firefox/3.0.6″ -

  203. Paolo says:

    Salve,
    da alcuni giorni questo sistema non mi funziona più, vedo comunque la schermata bianca che dice che è disponibile solo in Italia, hanno cambiato il sistema di controllo?
    Purtroppo sul mio vecchio PC non gira Silverlight (processore non supportato) quindi o così o niente…contando poi che qui il digitale terrestre non arriv!!!
    Grazie

  204. Paolo says:

    Dimenticavo… windows xp.

  205. Lorenzo says:

    Anch’io mi unisco al coro dei ringraziamenti.

    Ma quelli della RAI saranno pagati da Microsoft?

  206. Davide says:

    Mitico!
    Ero già in crisi. Fortuna che sono (anche) utente Ubuntu.

    Grazie!

  207. Cristiano says:

    Per gli utenti Windows:
    1. Scaricarsi Cygwin
    2. Installare curl e il minimo del package
    3. Avviare Cygwin
    4. cd /cygdrive/[PATH VERSO VLC]
    es: cd /cygdrive/c/Program Files/VideoLAN/VLC
    5. curl -H “viaurl: http://www.rai.tv” [URL STREAMING] | grep -o -e ‘http://[^"]*’ | ./vlc.exe –http-user-agent=”Linux” -

    Necessaria un minimo di conoscenza della Bash.

  208. NapliCodez says:

    salve a tutti, ma per vlc win32 nessuna novità, l’agent https come può essere rimpiazzato ciao e grazie

  209. Matthew says:

    Per WINDOWS potete fare più o meno la stessa cosa, dovete però scaricare alcuni comandi unix-like:

    ad esempio il semplice BATCH di seguito sembra funzionare.

    curl -s -H “viaurl: http://www.rai.tv” [qui la URL dello stream] -s | tail -c 144 | head -c 125 > FILE
    mplayer -fs -playlist FILE

    io come player ho usato MPLAYER in versione Win32(ereditato da linux), ma non dovrebbero esserci problemi anche con VLC.

  210. Matthew2 says:

    che stupido… in effetti è tutto molto più semplice:

    curl -s -H “viaurl: http://www.rai.tv” [URL dello stream] -s > STREAM.asx
    mplayer -fs -playlist STREAM.asx

    CURL per windows lo trovate ad esempio qui:
    http://curl.haxx.se/download/curl-7.19.5-win32-nossl.zip

    MPLAYER qui:
    http://oss.netfarm.it/mplayer-win32.php

  211. Matthew says:

    in effetti è tutto molto più semplice:

    curl -s -H “viaurl: http://www.rai.tv” [qui la URL dello stream] -s > STREAM.ASX
    mplayer -fs -playlist STREAM.ASX

  212. Noodles78 says:

    Il mitico mitm ha appena sfornato un nuovo script che ha praticamente ripristinato tutto sotto windows! Grandissimo!
    http://userscripts.org/scripts/show/61782

  213. Noodles78 says:

    Usando lo script di mitm ho notato che gli url comunque cambiano ogni qualvolta si visualizza un canale. Non è quindi possibile visualizzare un canale con un lettore esterno tipo VLC senza prima essere passati per il portale Rai

  214. ed says:

    era da due o tre giorni che, come molti mi scervellavo per poter usare vlc per la tv, il programma l’avevo preso da qui : http://elubuntu.blogspot.com/2009/09/script-per-vedere-canali-rai-senza.html . ho kubunto 8.04.2 .
    oggi ho riprovato e magicamente ha ripreso a girare, penso che in rai abbiano rimesso le cose a posto, nel senso degli indirizzi. massimo disprezzo per chi gestendo un servizio pubblico, lo fa’ mediare da un programma proprietà microsoft con un codec per linux (moonlight) che non funziona.

  215. Francesco says:

    Confermo che per Windows Il procedimento di Mario Taricco (http://flavio.tordini.org/dirette-raitv-senza-silverlight-o-moonlight#comment-1394) funziona anche per me!

  216. Mnk says:

    RAI 1 2 3 sono tornate visibili col vecchio metodo, confermate o è solo un caso?

  217. luca says:

    Ciao a tutti.

    Io fino a poco tempo fa aprivo anche i link di mediaset con vlc.
    Adesso non riesco ad aprirli, i link sono questi:

    Rete4: mms://live.mediashopping.it/enc1-c3
    Canale5: mms://live.mediashopping.it/enc1-c1
    Italia1:
    mms://live.mediashopping.it/enc1-c2

    Usavo VLC senza nessun particolare accorgimento ,avete qualche dritta
    anche per windows oltre per Linux???

    Ciao

  218. walpis says:

    Una soluzione per la Rai su Windows: http://jstream-tv.blogspot.com/

  219. Paolo says:

    Grazie!

  220. francesco says:

    ciao a tutti
    ad oggi dopo + di un’ora di smanettamento posso confermarvi come segue
    _____________________________________________________________________________
    Sistema:XP sp3
    VLC:1.0.3
    Java: SE 6 ( come segnalato http://jstream-tv.blogspot.com/ )
    User Agent HTTP (in preferenze VLC )settato dal programma Jstream TV 1.0
    DA => Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it-IT; rv:1.9.1.3) Gecko/20090913 Firefox/3.5.3
    A => Mozilla/5.0(X11;U;Linuxi686;en-US;rv:1.9.0.6)Gecko/2009020911Ubuntu/8.10(intrepid)Firefox/3.0.6;
    _____________________________________________________________________________

    incollando indirizzi relativi su protocollo di rete

    rai1 OK
    rai2 OK
    rai3 OK
    rai4 KO
    rainew24 OK
    rai edu 1 KO !!!
    RaiSAT EXTRA KO
    RaiSAT PREMIUM KO
    RaiSAT CINEMA KO
    RaiSAT YOYO KO
    RaiSAT GULP KO
    Rai SPORT KO
    Rai SAT STORIA KO
    RAIUNO TG ECONOMIA OK <=
    ————————————————–
    UTILIZZANDO JStreamTV ( attenzione il programma non è molto stabile
    vi consiglio di tenerlo sotto controllo con il task manager di windows e terminalo quando va in tilt )
    ad ogni modo veramente molto pratico
    vi segnalo unicamente i canali KO

    rete 4
    canale 5
    italia 1
    raisatyoyo ( il canale che mi serviva :-( per registrare pocoyo

    in merito alla funzione di registrazione del programma
    non funziona. . .

  221. Pietro says:

    Funziona ma vuole silverlight per la rai: http://italiastream.blogspot.com/

  222. NapoliCodez says:

    ciao a tutti, dopo che per un giorno tutto era tornato alla normalita (solo RAI 1, 2 e 3)con l’https agent vecchio ora si ripresenta il problema del limite imposto dalla RAI agli utenti “stanieri”,voi avete novita’? ciao a tutti e grazie

  223. nowardev says:

    Grazie mille anche del post tecnico ho aggiustato lo script rai-qt… -.-” e pensare che la paghiamo sta rai… vabbe,

  224. CodedInC says:

    ciao a tutti, ragazzi/e qualcuno mi spiega cortesemente la funzione di: ‘curl -H’
    non ho trovato documenti al riguardo, grazie mille ciao

  225. [...] all’articolo di Flavio Tordini il problema si risolve facilmente e in modo quasi indolore, occorre usare il terminale di MAC OS X, [...]

  226. NapoliCodez says:

    ciao a tutti, volevo chiedere a chi è più smaliziato con cUrl, ma il comando:

    cUrl -H “viaurl: http://www.rai.tv

    serve a connettesi al sito della diretta usando l’header di http://www.rai.tv
    oppure serve a connettersi al sito della diretta tramite l’utente/host http://www.rai.tv

    vorrei trovare un modo alternativo per la fruisione del servizio
    “diretta rai” per gli utenti windoz, senza cUrl.

    grazie e ciao

  227. sergio says:

    qualkuno mi puo’ uploadare un file batch x windows d esempio con rai 4 e vlc please T_T

  228. walpis says:

    JStreamTV 1.2 per vedere la Rai,Canale 5 e altri con vlc
    (http://jstream-tv.blogspot.com/)

  229. borkie says:

    @ NapoliCodez

    da quello che ho capito io dovrebbe connettersi usando l’header specificato

  230. sergio says:

    walpis con quello pero’… non si risolve l’inconveniente del blokko contenuti qualkuno sa come fare?

  231. hal9005 says:

    sembra che in questo momento sia possibile vedere il telecomando RAI anche su linux tramite firefox e plugin Novell Moonlight.
    il telecomando sembra funzionare ma in realtà non si riceve lo stream di nessun canale.
    c’è anche da dire che in questo momento appare inutilizzabile anche la soluzione vlc che fino a ieri andava benissimo

  232. NapoliCodez says:

    (per utenti winzoz)
    ciao a tutti e grazie a borkie per la risposta al mio post, io da qualche giorno (domenica 24/1/2010 9:30)ho risolto creando un programma con le mie manine ;) totalmente indipendente da cUrl , sto pensando di fare una mini ver per coloro che hanno problemi in win che accetti input le vecchie url es:
    “http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983″
    e restituisca url valide … da passare a vlc cosicchè da ricevere il famoso stream RAI, appena possibile vi dirò se questa applicazione è disponibile e come fare per reperirla ciao a tutti
    (a fra qualche giorno …)

  233. [...] modo per guardare i programmi Rai in streaming con VLC è qualcosa del genere (direttamente da questo [...]

  234. gajm says:

    Ciao Flavio, grazie per le dritte.
    Ho visto che ancora ti manca nell’elenco.

    EuroNews: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=113784

  235. Aldo says:

    Grande!:D

  236. akiro says:

    ari-grazie ^_^

  237. Simone says:

    Stupendo!
    E io che sono stato ad impazzire per cercare un proxy italiano invece non era colpa del mio IP ma del mio sistema operativo. Colpa? Merito! Viva Linux e l’Open Source.

  238. anna says:

    Qualche notizia per gli stranieri. vcl con tutte le istruzioni, curl e resto non funziona.
    Grazie

  239. Daniele says:

    ottimi gli aggiornamenti 2010, grazie!

  240. Nico says:

    Per windows io ho risolto cosi:
    1.scaricato wget per win da qui: http://users.ugent.be/~bpuype/wget/
    2.creato una cartella e ci ho messo dentro il wget
    3.creato all’interno della cartella un file .bat
    4.all’interno del file bat scritto il seguente codice
    wget –header=”viaurl: http://www.rai.tv” [URL_RAI_1] -O rai1.asx
    wget –header=”viaurl: http://www.rai.tv” [URL_RAI_2] -O rai2.asx
    … ecc.
    5. esegui il file .bat che ti crea un file asx per ogni canale
    6. aprire il file corrispondente al canale con windows media player o vlc

    ciao

  241. Nico says:

    ecco lo zip contenente il programmino fatto da me per estrarre i link.
    Basta eseguire il file “rai_link” e il programma crea i file asx per ogni programma che poi andranno aperti con vlc o windows media player.
    Naturalmente il programma va eseguito ogni volta che si vuole accedere allo streaming perche’ dopo un po’ i file scadono.
    Non richiede nulla che non sia presente già nello zip. (niente java o vari)

    p.s.: l’ho provato solo su win xp sp3
    p.p.s: non credo funzioni dall’estero

    http://www.upload.el3lam.com/ar0opryq55zi/rai.zip.html

  242. Calamaro says:

    Grazie per le preziose info contenute in questo articolo.
    Nel tempo perso ho creato dei piccoli script di shell per gli utenti Mac per evitare il copia-incolla
    dovrebbe bastare un doppio click per aprirli..altrimenti basta trascinarli nella finestra del terminale e dare invio
    ne ho fatti solo 4
    per le altre basta modificarne uno con text edit
    li trovate qui:
    http://www.sendspace.com/file/0g992o

    grazie ancora!

  243. NapoliCodez says:

    ciao a tutti ho scritto il programmino “RisolveRAI” per utenti winzoz lo sto ultimando tra un po’sarà pronto e lo mettero’ a disposizione tramite eMule,per ora posso dirvi che ho pensato di farlo in questa maiera: che acetti in input a la url tipo:

    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

    e quindi apre la diretta RAI Uno,oppure crea un file asx riproducibile con i player più famosi,fatemi sentire cosa ne pensate,quali sono le vostre preferenze e cercherò nel possibile di soddisfarle.

    a breve vi diro’ le ultime novità ciao a tutti

  244. Jona says:

    il metodo di Nico mi funziona anche su windows7, però dopo qualche volta che li uso si blocca.
    come si fanno ad avere gli indirizzi da mettere in flusso su vlc?
    è possibile avere anche quelli di mediaset e la7, oppure quelli di tv straniere?
    grazie

  245. NapoliCodez says:

    ciao a tutti, oggi ho terminato la scittura di quel piccolo programma da linea di comando ‘RisolveRAI.exe’ che serve ad eseguire gli stream della diretta RAI

    questo e’ il link emule

    ed2k://|file|RisolveRAI.exe|213504|A872F295E29A087D38A7A6AC7C2075FF|h=42A7NED5AOKTGYSI4FGAC5KMTRVDKGW5|/

    (quindi dovete aver installato eMule per prelevarlo o programma che sfrutta gli stessi protocolli)

    ps.: ho notato che mentre lo provavo tre canali non andavano, mi riferisco a RAI1, yoyo e Premuim mi dite se hanno cambiato le url o hanno modificato qualcosa? io credo che dovrebbe essere un problema momentaneo

    mi farebbe piacere se commentaste il programma; un saluto a tutti a presto

  246. zagor says:

    quando apro RisolveRAI.exe, mi da’ il seguente args error:
    il programma richiede un argomento digitare:risolveRAI.exe -h per ottenere piu’ info.L’applicazione verra’ chiusa.

    suggerimenti?

  247. NapoliCodez says:

    ciao zagor, allora dai dal console RisolveRAI.exe -h ed avrai più info, ciao fammi sapere …

  248. zagor says:

    windows xp sp2

    start-esegui-apri RisolveRAI.exe -h – ok :impossibile trovare il file RisolveRAI.exe

  249. NapoliCodez says:

    zagor, OVVIO che devi stare nella dir di RisolveRAI per poterlo usare…

    mettiamo che tu l’abbia copiato in c:\ ti devi posizionare lì per poter eseguire correttamente RisolveRAI in questo modo:

    RisolveRAI http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

    cosi ti apre la diretta rai Uno,dimmi se hai ancora problemi

    spero d’esserti stato d’auito,ci si sente

  250. zagor says:

    nulla: mi da’ il solito args error

    siccome non sono proprio un drago col computer, dimmi “passo passo” cosa dovrei fare

    ciao

  251. NapoliCodez says:

    zagor, gia’ l’ho fatto ricapitoliamo

    passo passo:

    1)copiare RisolveRAI in c:\

    ci riesci ?

  252. NapoliCodez says:

    @zagor,se sei riuscito a copiare il programma RisolveRAI in c:\ portati in c:\

    col comando:

    cd c:

    e poi

    cd\

    esegui RisolveRAI in questo modo:

    RisolveRAI http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

    cosi vedrai la diretta di rai uno ….

    spero di averti chiarito un po’ le cose …..

    ora chiedo io una cosa a coloro che scaricano il programma ‘RisolveRAI’ lasciate un copia del software (RisolveRAI) per un po’ nella cartella Incoming di eMule in condivisione cosi si rende più facile il prelievo e per cortesia commentatelo quando lo avrete utilizzato,grazie e ciao a tutti

  253. NapoliCodez says:

    ragazzi Rai Uno e Rai Due mi stanno dando problemi,
    mi compare un clip che recita che i contenuti rai.tv sono visibili solo dal portale, anche a voi?

  254. Ernest says:

    Hanno escogitato una nuova contromisura!

    Questa ormai è una corsa agli armamenti… avvincente.

    Forza Flavio, aspettiamo la tua risposta. Schiaccia le schiere nemiche!!!

  255. Napo says:

    Ciao a tutti,
    da oggi di nuovo messaggio di “cortesia” che dice che i video della rai sono visibili solo dal portale.
    Al momento funziona solo RaiNews24.

    Sto tentando di capire quale altra stupidaggine si sono inventati.
    Spero che qualcuno trovi una soluzione rapida, io non sono espertissimo…

    P.S:
    Stanno diventando davvero intollerabili…

  256. NapoliCodez says:

    c’è da affilare le armi e preparare la contromossa ;)

  257. Michele says:

    ho provato oggi per la prima volta, il risultato è che, anche usando wget –via-url ecc.. vedo solo “Rai.tv – La visione del video è consentita solo dal portale Rai.tv”.

    succede a qualcun’altro?

  258. nowardev says:

    anche a me hanno veramente rotto il cazzo

  259. sbrilli says:

    Ciao oggi ho provato, xò la rai avrà messo di nuovo qualche altro controllo, infatti gli strem si riescono a ricavare, xò ora esce scritto che la visione del video è consentita solo dal portale rai.tv
    Qualcuno ha qualche suggerimento per tornare a vedere di nuovo gli stream su vlc?
    Bye

  260. GAMA says:

    La Rai ha cambiato nuovamente lo streaming?
    da stasera il metodo col CURL non funziona più!
    Ci sono nuovi indirizzi?

  261. nowardev says:

    ragazzi scrivete qui

    rai-net@rai.it

    cosi magari si rendono conto che questo attengamento non sa’ da tene’
    perchè ora è evidente che lo stanno facendo di proposito.

  262. FreeMeM says:

    Oggi purtroppo i canali Rai non si vedono più …

  263. Luigi says:

    …non funziona più il comando wget sotto linux. esce di nuovo un avviso che dice che i programmi sono visibili soltanto tramite il sito rai.tv UFF!

  264. Elrond says:

    A poche ore dall’inizio delle Olimpiadi hanno messo delle nuove “protezioni” e non possiamo più vedere la Rai senza dover per forza usare un browser (infarcito di Moonlight/Silverlight, sempre se riusciamo a far funzionare questo maledetto Moonlight)

  265. newmark says:

    Ancora PEGGIO,
    se siete dietro proxy (in un ufficio per esempio, non funziona uguale (ovviamente la stringa di riconoscimento e’ quella del proxy!!!

  266. loredana says:

    Grazie per il lavoro fatto, ma non credo sia la strada giusta. Rincorrere la rai serve solo
    a fornire informazioni utili per le contromisure del caso. Ogni soluzione vale solo
    finche’ non ci mettono una toppa.

    Mi pare che la soluzione sia pretendere da un servizio pubblico che usa la forza dello stato
    per farsi pagare il canone di fornire il servizio per cui si fa pagare. Il problema non e’ tanto usare il loro portale, questo potrebbe anche aver senso, cosi’ come ha senso che proteggano i contenuti sotto copyright.

    Il problema sono le scelte che la rai ha fatto sui codecs e su come trasmettere in streaming, che impediscono di fatto a chi non usa microsoft di vedere quando vuole i programmi per cui paga il canone.

    Moonlight 2.0 ha funzionato decentemente, per quel che posso dire, da ottobre 2009 sino al 4
    febbraio 2010. Ora non funziona piu’. Tra tutto quello che uno puo’ ragionevolmente chiedere c’e’ una cosa essenziale: che chi paga il canone possa vedere rai.tv usando il loro portale senza
    essere costretto a servirsi di microsoft. Tutto il resto ben venga, ma e’ un di piu’. Se non si ottiene l’essenziale, su cui nessuno puo’ obiettare nulla, e’ difficile ottenere il resto.

  267. Mister says:

    Il nostro caro presidente sempre attento ai suoi interessi e non a quelli del paese ha pensato dato che doveva promuovere il nuovo portale mediaset di censurare lo streaming delle tv online, la rai non è da meno perchè altrimenti se non vai sul portale loro non hanno nessun introito, quindi è inutile fare la guerra a gente che ha come unico interesse il dio denaro, non verranno mai a darvi ragione.

  268. nowardev says:

    bon ragazzi io ho provato cosi e sembra che qualche cosa ho ottenuto …

    http://www.kde-apps.org/content/show.php/Rai-qt?content=112093

    ultimo commento neh..

  269. filiberto says:

    Ho un amico in RAI net, che si occupa di web.
    Hanno l’ordine di bloccare l’accesso alla visione dall’estero perché non hanno i diritti sulla pubblicità e su alcuni programmi trasmessi. Se non lo fanno gli fanno il c….

    Altra cosa è il sito bruttissimo e la scelta di silverlight, ma li Bill ci ha messo il dentino…

    ciao

    fili

  270. Ernest says:

    Il problema non si porrebbe se non usassero silverlight, e questo non c’entra nulla con l’essere all’estero o meno…

  271. bstrd68 says:

    …a me fino a 2 giorni fa andava tutto bene direttamente dal sito rai, e uso ubuntu 9.4. Da ieri non riuscivo + a vedere lo streaming, ma adesso ho provato il comando da terminale indicato nell’aggiornamento del 12 gennaio e mi si aprono perfettamente con vlc.

    grazie

  272. Napo says:

    Ciao a tutti.

    FERMATE TUTTO!!!
    A me si apre tutto con la prima soluzione trovata!!!

    Basta mettere lo user-agent Mozilla… ecc, ecc e poi fare vlc url_del_canale_desiderato, come era all’inizio.

    Fino adesso sembra funzionare tutto.

    Speriamo che abbiano finito di smanettare, perché a me Moonlight non funziona più da due giorni.

    Ciao a tutti.

  273. antani says:

    Per ora rai1 e rai3 funzionano ma risulta bloccato rai2.

  274. nowardev says:

    @antani confermo

  275. enzop82 says:

    Ciao a tutti e a tutte. Prima di tutto complimenti a questo blog, mi ha fatto scoprire programmi nuovi per lo streaming. Fino a ieri c’erano problemi per vedere i canali RAI, oggi sembra essere tornato tutto alla normalità. Ho usato il programma TVLC, http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1135&Itemid=1, e sembra che funziona tutto a dovere.
    Ciao

  276. Giulia says:

    Credo che la Rai ci tenga in Pugno , oggi pomeriggio funzionava …ora da che e’ solo visibile sul sito rai.tv.

    Giulia

  277. D. R. says:

    Il nuovo messaggio Rai avvisa “La visione del video è consentita solo da portale rai.tv”.

    Non funzionano più i link curl e wget.

    Questo sarebbe servizio pubblico.

  278. Giulia says:

    Sembrerebbe che nella richiesta post dello stream metta

    Cookie: JSESSIONID=7855D913044AD5881209964E1CC18D4A\r\n

    viaurl: http://www.rai.tv\r\n

    ttAuth: OTk4PjU5Mzk1Ozo8PC1AP0pFQ01FSA==\r\n

    Giulia
    PS Pregerei il gestore del blog di non cancellarmi i Post o messo la mail per eventuali discussione a riguardo.

  279. Flavio says:

    Giulia, mai pensato a cancellare i tuoi commenti, ne è sparito qualcuno?
    Sì ci sono arrivato anche io a quella richiesta e ho anche capito chi genera ttAuth, ma dico subito che stavolta non intendo fornire soluzioni.

  280. Paolo says:

    Quindi rassegnazione, io non sono in grado di approfondire più di tanto, purtroppo la mia non è tanto idiosincrasia verso silverlight che utilizzerei pure se fosse supportato dal mio processore.
    Capisco anche che Flavio possa avere motivi validi per non fornire soluzione, e qualunque motivo sarebbe valido perché il blog è suo e ci mette quello che vuole.

    Quindi un grazie veramente sincero per la disponibilità fin qui dimostrata, sperando che il digitale terrestre arrivi anche da me.
    Grazie Flavio

  281. Eritema says:

    Ma porco cane…mi trovo in Cina e già combatto con sti fascio-comunisti a forza proxy solo per leggere il giornale..possibile che adesso ci si mettano d’impegno pure dall’altra parte a sfondare le gonadi? Mi è giunta voce inoltre che in italia i providers abbiano ricevuto l’intimazione di bloccare a monte l’accesso a PirateBay..possibile? Brutta aria cinese ragazzi, brutta aria cinese…

  282. NapoliCodez says:

    ciao a tutti , vorrei chiedere se e’ possibile a Giulia

    in merito ai vari dati postati dove sono stati ricavati e a cosa possano servire

    Cookie: JSESSIONID=7855D913044AD5881209964E1CC18D4A\r\n

    viaurl: http://www.rai.tv\r\n

    ttAuth: OTk4PjU5Mzk1Ozo8PC1AP0pFQ01FSA==\r\n

    io sono programmatore in C/C++ e vorrei collaborare alla risoluzione del problema dello streaming RAI, in attesa di una risposta saluto tutti ed in particolare Giulia

  283. Flavio says:

    @NapoliCodez: JSESSIONID è il cookie di sessione del Servlet Container, probabilmente Tomcat. ttAuth è un token di autenticazione generato lato client da codice Dot Net e poi verificato lato server. L’ho scritto nel post.

  284. @Flavio, Napolicodez

    Ohilà,

    non conoscendo questa pagina, io facevo per i cavoli miei… http://www.pietrobattiston.it/wiki/doku.php?id=rai.tv : quasi tutto lo sapete già, ma avete già visto https://bugzilla.novell.com/show_bug.cgi?id=579792 e il “workaround”?

    Teniamoci in contatto se c’è qualche novità, io lo scopro solo ora che qualcun altro stava facendo il reverse engineering del sito… il mio indirizzo email è toobaz [CHIOCCIOLA] email [PUNTO] it.

  285. Michele Ferraudo says:

    Io ho mandato questa lettera. I motivi della loro politica non mi interessano, e la storia dei diritti dall’estero è solo una parte della verità: le trasmissioni fatte via satellite per chi non è raggiunto dal digitale terrestre sono ricevibili anche dall’estero, i programmi che hanno questo genere di contenuti sono solo alcuni, io posso prendere con una scheda TV i programmi e trasmetterli su Internet ed in quel caso non ho “blocchi” fisici. La questione dei diritti è un pretesto e non è la sola spiegazione del motivo vero, che risiede anche nella volontà di mantenere il monopolio della distribuzione di contenuti. Messo tutti in IP, a che servono antenne, antennisti, frequenze…

    “Spettabile Rai
    Sono impossibilitato a visionare la Rai attraverso il sito Internet, poiché questo impone l’uso del sistema operativo di Microsoft e del lettore multimediale “silverlight.

    I parametri di accesso vengono modificati sovente nel tempo con lo scopo di impedire a chi usa software diversi di accedere ai contenuti anche adottando gli opportuni accorgimenti di volta in volta individuati dagli utenti. L’impossibilità non dipende infatti né dalla natura del video né delle modalità operative ma da una esplicita volontà di NON consentite la visione a chi non abbia acquistato quel determinato software.

    A prescindere dalla considerazioni sull’opportunità di tale scelta mi chiedo se ciò mi esenti dal pagamento del canone. Quella attraverso internet è l’unica forma attraverso cui io possa fruire dei programmi, e la ragione dell’abbonamento dipende dal possesso di apparato che “con opportune modifiche” sia atto a fruire dei programmi televisivi.

    Il mio apparato, tuttavia, non consente l’installazione del predetto software e l’eventuale modifica dovrebbe essere apportata sui sistemi Rai, visto che allo stato attuale non esiste modifica che mi consenta di fruire del servizio e che le altre adottate negli ultimi mesi sono state tutte rese inutili dalla Rai medesima,

    In attesa di gentile riscontro porgo distinti saluti

    P.S.:
    di seguito le modifiche apportate sul sito Rai e che non consentono la visione da sistemi indipendenti, comprese le date di implementazione, da cui si evince che si tratta di azioni tutte tese ad impedire a chi non possieda quel determinato software di fruire del servizio
    Primo ostacolo: user-agent “atipici” bloccati (sì, nel 2010 c’è ancora chi filtra in base agli user agent).
    Secondo ostacolo: viaurl, modifica del 13 gennaio 2010: i client indipendenti non sono più in grado di accedere agli stream della RAI.
    Terzo ostacolo: obfuscator, modifica del 15 febbraio 2010: nessun client diverso da silverlight (neanche moonlight, la sua versione open sources) riesce più ad accedere, a causa dell’utilizzo di un “obfusticator”

    Torino 15 febbraio 2010

    Michele Ferraudo

  286. rik says:

    @Flavio

    Perché non intendi fornire soluzioni?

    Se è lecito domandare..

  287. Mario56 says:

    Ma a me il player si carica anche su Linux e gli streaming funzionano, qualcuno può verificare ?

  288. rik says:

    Grazie, amico, per aver cancellato il mio post.

    Sei molto democratico.

  289. nemo says:

    Ragazzi, se avete capito la questione, perché non postate da queste parti?

    http://www.slacky.eu/forum/viewtopic.php?f=2&t=27719&sid=b77500979324dfa66c639b7ce037f60c&start=75#p271411

  290. Michele Ferraudo says:

    Da qualche minuto sul sito alcuni programmi sono nuovamente disponibili con moonlight.

    La situazione è come quella che si aveva con il satellite di Sky con tessera inserita ma scaduta. Si vede molto ma non tutto. Per il resto sfondo rosso con schermata che avverte che quel contenuto non è visibile su rai.tv. Comunque.

  291. Mario56 says:

    Michele, ma non è vero quello che hai scritto nella lettera, nessuno impone di comprare un sistema operativo Microsoft , il sito funziona anche sul Mac ed anche su Linux con moonlight , il sito impone solamente di utilizzare esclusivamente i player del sito non impone uno specifico sistema operativo

  292. Silvio Zacchini says:

    Sistema operativo WXP
    Ho provato quanto spiegato su VLC 1.0.3
    Compare sempre il video che dice che “la visione del video è consentita solo dal portale rai.tv”

    Buon tutto
    Silvio

  293. Mario56 says:

    Silvio, ma se vai su http://www.rai.tv/dl/RaiTV/diretta.html le vedi o no le dirette ?

  294. Ernesto says:

    Sono andato su http://www.contattalarai.rai.it/eservice_ita/start.swe?SWECmd=Start&SWEHo=www.contattalarai.rai.it
    ed ho scritto:

    Dal 13 febbraio per tutti coloro che utilizzano computer funzionanti con i sistemi operativi Linux è impossibile ricevere via internet la diretta dei canali RAI.
    Ciò perchè si è utilizzata una tecnologia della Microsoft, chiamata Silverlight, che non è disponibile per Linux (e non lo sarà, poichè si tratta di sistemi operativi concorrenti).

    Da parte vostra (rainet) è evidente che c’è stata una forzatura in tal senso, poichè un’analisi dello scambio dati tra computer e portale rai mostra che addirittura vengono utilizzate tecniche che si assicurano che l’utente stia effettivamente utilizzando il prodotto della Microsoft.

    E’ come se la Rai forzasse le persone a comperare televisori di una certa marca, per vedere i propri programmi, rendendoli non ricevibili dalle altre marche. Viene da pensare che ci sia un accordo commerciale tra Rai e Microsoft, per forzare gli utenti ad usare tecnologie di quest’ultima azienda.
    Un’evidente scorrettezza per un servizio pubblico, che invece dovrebbe cercare di utilizzare le tecnologie tecnologie aperte, in maniera da consentire la fruizione a coloro che volenti o nolenti debbono pagarlo con il canone.

    Vi invito ad esaminare la questione ed a rimuovere l’obbligo di utilizzo di Silverlight, trasmettendo le vostre dirette in maniera fruibile con ogni tipo di sistema operativo.

  295. Ernesto says:

    Follow up: mi giunge la risposta automatizzata, che oltre a varie chiacchiere punta ad un sito dove graziosamente mi si dà la possibilità di *comprare* (si, comprare!) i programmi rai di interesse culturale:

    “Grazie per averci contattato, la Sua e-mail verra’ esaminata nel piu’ breve tempo possibile.

    Con l’occasione La informiamo che all’indirizzo http://www.perlacultura.rai.it e’ possibile acquistare e scaricare immediatamente i piu bei programmi della Rai. Una mediateca per vedere gratuitamente decine di ore di filmati selezionati dalle Teche Rai. Un sito per prenotare e ricevere a casa le collane di dvd presenti nel catalog”

    Comprare? Dopo che mi hanno torturato per farmi pagare il canone? E i soldi che gli ho dato, dove vanno, in cene ostrica e champagne per i conduttori di Sanremo? Scusate l’offtopic ma…

  296. Mario56 says:

    Ernesto ma quello che scrivi non è vero, Silverlight non è a pagamento ed esiste anche per Mac e per Linux con il plugin Moonlight per tanto tu puoi tranquillamente accedere al portale della Rai ed usarlo, perchè scrivi così ?
    Il problema sulle dirette della rai è che i contenuti che vengono trasmessi non sono solo proprietà della Rai e per tanto per poterli trasmettere su Internet devono essere non registrabili. Infatti se noti su rainews 24 dove tutti i contentuti sono proprietà di Rai non c’è nessuna protezione

  297. Michele Ferraudo says:

    Mario56,
    Quello che ho scritto, quando lo ho scritto, era vero. Come è stato vero in passato, perché Rai per limitare l’accesso via web ai suoi contenuti, discrimina sovente linux. Adesso con moonlight funzione nuovamente ma resta il problema di contenuti pubblici la cui visione è limitata e parziale.

    Io penso che al fondo del problema ci sia la volontà dei brodcaster, come Rai e Mediaset, di non perdere il monopolio della distribuzione.
    E’ come per il cinema digitale, la mancanza di un “monopolio” naturale, fisico, alla distribuzione del contenuto, che è la “pizza”, mette in discussione l’industria della circolazione dei film come la conosciamo oggi: non essendoci più il problema di “distribuire” un numero limitato di costose copie di film attraverso un numero limitato di sale non serve più avere un “distributore”. Poche copie analogiche sono l’unico DRM efficace ;-)

    Lo stesso vale per la TV, in cui il distributore è anche l’editore ed in molti casi il produttore dei contenuti.
    Una volta che i programmi digitalizzati in diretta finiscono in rete si sgretolano prima i limiti territoriali, ed in genere le limitazioni di “destinazione” o “d’uso”, poi l’idea stessa di avere un luogo fisico in ogni casa dove pochi possono “brodcastare” i loro contenuti, la TV in quanto tale. Nella TV il limite, il monopolio naturale (la pizza), è dato dalla necessità di avere una rete terrestre molto complessa, oltre alle disponibilità di frequenze. Per questo RAI e Mediaset contrastano la IP TV, ma anche il satellite. Con il satellite e l’IP TV a cosa serve il digitale terrestre? Insomma un no all’”IP” TV per salvarsi dalla “NET” TV.

    Per farla breve Mediaset NON trasmette nulla sul web, o quasi, e chiede a youtube di cancellare tutti i suoi contenuti. Rai, che si è imbarcata nella visione via web, adesso cerca di limitarne i danni diminuendo la qualità delle trasmissioni e limitandone la visione solo “all’interno” del browser, sempre nella logica di lasciare alla rete un ruolo marginale nel mondo TV, un ruolo al massimo di “clip” o poco più.

    Linux in questa vicenda penso che sia vittima “indiretta”. O quasi. Perché è ovvio che nell’ambito di un progetto open source “confinare” e limitare l’uso degli utenti è più difficile o “innaturale” che altrove. Anche se si tratta di limitare il contenuto (lo stream) e non il contenitore (il player).

  298. kam says:

    non replicate a mario56, è solo un provocatore e non si capisce a lui cosa cavolo gli freghi della rai… si sta facendo il giro di tutti i siti.
    sul blog di ciotoli è pieno dei suoi insensati sproloqui… che son continuati per giorni e giorni.
    il tipo in questione o ha qualche interesse o la cosa non si spiega, perchè io non arrivo casualmente su un sito se non sto cercando una determinata cosa.

    non alimentate la sua polemica per cortesia.

  299. Flavio says:

    @Pietro: Ottimo, teniamoci sincronizzati, ho bookmarcato il tuo wiki e il bug report. Che ne pensi della decompilazione di quella DLL, anche dal punto di vista legale?

  300. Antani says:

    Sono d’accordo con Flavio che non intende fornire soluzioni.
    Primo, occorrerebbe disassemblare il codice (tra l’altro offuscato) e capire come funziona, cosa che richiede parecchio impegno.
    Secondo, ammesso che ci si riesca, la Rai con poco sforzo potrebbe cambiare l’algoritmo con cui genera il token e occorrerebbe nuovamente rifare tutto da capo.
    La soluzione potrebbe essere quella di fare uno script che esegue il codice menzionato nel post sfruttando in qualche modo le librerie MoonLight ma ne vale la pena ?

  301. Flavio says:

    @Antani: Mono non è in grado di caricare la DLL quindi, almeno su Linux, non la si può utilizzare così com’è.

  302. Giulia says:

    Il token in Base 64 contiene mi sembra:

    Numerocontenuto;gg-M-yyyy HH:MM:SS

    ad esempio:

    986;12-2-2010 15:32:20

  303. Flavio says:

    Che svolta Giulia! Non avrei mai pensato che dopo aver messo in piedi questa infrastruttura utilizzassero un roba standard come il base64!

  304. wilder says:

    @Giulia,Flavio: Nel .dll si legge in effetti la stringa magica:

    dd-M-yyyy HH:mm:ss

    e nella tabella dei metodi:

    ToBase64String

    altri metodi interessanti:

    ToUniversalTime
    get_DateTimeFormat

    quel che non mi torna è che il token che è stato fornito da Giulia nel suo primo commento non mi si decodifica bene (sto sbagliando codifica?)
    non ho una macchina windows su cui far girare la dll ma stavo provando a patchare mono per arrivare almeno ad eseguire il codice offuscato.

  305. Giulia says:

    Provate a patcharla dopo averla estratta da base64 (sottrarre byte a byte questa stringa) 000102030405060708090a0b0d0e0f101112

    Che i campi siano quelli sono sicura basta prendere con wireshark vari ttAuth dei 3 canali (e di rai 4 che ha 5 cifre) e a vari orari del giorno.

    Giulia

  306. Giulia says:

    La stringa e’ espressa in HEX.

  307. wilder says:

    @Giulia: ottimo lavoro! Il servlet restituisce il corretto url con il token forgiato nel modo che descrivi. \o/

  308. Flavio says:

    wilder: hai una impl in Bash o altra roba semplice da eseguire?

  309. wilder says:

    @flavio: non riesco a fare in bash è l’encoding stupido dato dal sommare alla stringa l’indice del carattere (descritto da Giulia tre commenti fa); suppongo che usando bc si riesca, ma facevo prima a scrivermi un programma in c++ di poche righe che a leggermi il man di bc

  310. Flavio says:

    wilder: lo so, ma dobbiamo dare una cosa usabile dal maggior numero di persone. Ho uno script di pochissime righe in Bash mi manca solo questa sottrazione di byte.

  311. Ernesto says:

    Io nel frattempo ho scritto al Presidente della Commissione di Vigilanza della RAI (l’email sembra essere Pres_com_vigilanza_rai@camera.it). Ovviamente in tono gentili e succinti, ma facendo leva sull’esclusione degli utenti linux.

    Invito chi è interessato a fare altrettanto.

  312. Nicola Marcato says:

    Ho dovuto formattare l’hard disk ed ho voluto reinstallare Ubuntu 8.04 (perchè 9.10 Karmic non mi faceva funzionare in nessun modo la webcam, supportata da 8.04) e miracolo : riesco a vedere le dirette Rai direttamente su firefox senza alcuna limitazione. Può interessare?

  313. wilder says:

    @flavio
    Il mio script non vuole funzionare e devo scappare, ma:

    echo $STRINGA | xxd -g1 -c1 | grep -v 0a | awk {‘print $2′}

    trasforma stringa nei codici ascii in HEX, poi usando le funzioni di addizione di bash (($i+$j)) e
    printf (“%X”) si ottiene l’HEX

    xxd -r

    rimonta il tutto in una stringa ascii

  314. Flavio says:

    Postato soluzione, grazie a tutti e inchinatevi di fronte alla potenza di Giulia :D

  315. puff85 says:

    soluzioni per mac?? nessuna?? :(

  316. Ernesto says:

    Grazie per lo script, ora lo provo! Siete geniali… Comunque i tecnici rai mi sa che controbatteranno subito… La soluzione definitiva è *politica* :)

  317. Gente se vi interessa io ci sono arrivato a generarlo a breve penso di rilasciare l’algoritmo

    http://rai4linux.sourceforge.net

  318. Zibri says:

    Arrivate un po’ tardi..
    Non mi pare il caso di divulgare lo script.
    Non fate altro che dare modo alla rai di intensificare i controlli.

    Il mio script comunque ha sempre funzionato:

    http://tools.netsons.org/rai1

  319. Zibri says:

    Giulia: mandami una mail: zibree AT gmail DOT com

  320. Elrond says:

    @Flavio: ho provato lo script ma non mi funziona :(
    Si apre VLC ma senza video (settando l’opzione -x nella bash mi sembra che curl restituisca un output vuoto, ma non ne sono certo).

    Intanto avevo prodotto poco fa un comando molto rozzo (scritto qui) che sfrutta il fatto che avviando Firefox da terminale si può leggere l’indirizzo dello streaming.

  321. Pablito78 says:

    Salve a tutti, io sono un neofita di Ubuntu quindi scusate l’ignoranza!!
    ho provato a collegarmi al sito della Rai per vedere la diretta in streaming!! vedo perfettamente il video ma non sento assolutamente nulla!!
    Qualcuno mi saprebbe aiutare!!
    Grazie

  322. Fabrizio says:

    Questo conferma quanto dice Giulia:

    echo “OTk4PjU5Mzk1Ozo8PC1AP0pFQ01FSA==” | python -c ‘import sys,base64;a=(base64.decodestring(sys.stdin.readline())); y=range(len(a)+1);y.reverse();x=[];i=0;[x.append(chr(ord(ch)-y.pop())) for ch in a]; print “”.join(x)’

    986;14-2-2010 20:41:13

    Pero’ per generare il token per abilitare lo stream l’operazione che va fatta è al contrario cioè partire da data e numero e generare il token.
    Questo script invece parte dal token e genera numero e data ( in pratica fa quello che fa il server della rai per capire se lo stream viene richiesto da silverlight).

  323. Fabrizio says:

    echo “OTk4PjU5Mzk1Ozo8PC1AP0pFQ01FSA==” | python -c ‘import sys,base64;a=(base64.decodestring(sys.stdin.readline())); y=range(len(a)+1);y.reverse();x=[];i=0;[x.append(chr(ord(ch)-y.pop())) for ch in a]; print “”.join(x)’
    986;14-2-2010 20:41:13

    Questo dimostra che Giulia ha ragione ( brava Giulia), quello che serve però è l’operazione contraria per ricavare il token dato il numero e la data.

  324. alpisc0 says:

    una curiosità in più dal magico mondo rai: con moonlight preview (2.99.0.2) in firefox 3.6 sotto karmic, dal sito della rai si vede… lo spottino che fa da splash ogni volta che cambi canale -_-
    esattamente come prima insomma…
    invece la diretta, nada. rimane in “caricamento” all’infinito. anche giocherellando con le opzioni di moonlight, niente.

    lo shell script x vlc dal canto suo funziona benissimo. grazie per lo sforzo! e per avere condiviso i risultati ^_^

    (e una bella class action contro la rai? va di moda…)

  325. Marta says:

    Qualcuno ha gia aperto di nuovo tutto…funziona anche su linux se vi interessa: http://www.ciotoli.it/Articoli/Internet/quando-unimmagine-vale-piu-di-mille-parole

  326. Comix says:

    Su Windows basta installare Cygwin e, durante l’installazione, selezionare anche python.

    Lo script è perfettamente uguale, basta solo modificare alla riga 18 “vlc” con il percorso completo al programma es: “/cygdrive/c/Program\ Files/VideoLAN/VLC/vlc”.

    Per eseguirlo, basta piazzare lo script all’interno della propria home in Cygwin (C:\Cywin\home\USER) e lanciarlo con la bash di Cygin con il comando in esempio preceduto da ./ es: “./rai.sh [URL]“.

    Collaudato con successo, ora, su Windows 7 64bit, VLC 1.0.5.

    Ciao a tutti e ancora complimenti per lo script: geniale!

  327. alpisc0 says:

    bump… per la verità moonlight 2.99 in firefox 3.6 funziona. però, funziona solo se si carica direttamente la pagina, per esempio

    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/diretta.html?cid=PublishingBlock-57351f9c-f319-4526-b0a5-da6e19f98d74&channel=RaiDue

    se invece si cambia canale col “telecomando”, si addormenta.

    idem se si preme il pulsante “diretta” dalla pagina iniziale… che per alcuni canali è sbagliato :/

    http://www.direttaraidue.rai.it/dl/RaiTV/diretta.html?cid=PublishingBlock-57351f9c-f319-4526-b0a5-da6e19f98d74&channel=Rai Due

    vale a dire, lo stesso link ma codificato male… ci deve essere un unescape di troppo nel js: copiare il link e incollarlo va alla “pagina giusta”.
    bah.
    oltretutto, se si fa _qualunque cosa_ col “telecomando”, si addormenta di nuovo: niente pausa, niente cambio canale… il comando del volume è direttamente disabilitato. l’unica cosa che funziona è il full screen.

  328. andrea says:

    confermo i risultati di Giulia: ho un’implementazione in Haskell, ma la data è settata a mano.

    infatti il formato del mese, senza leading zero, non è standard, giusto? cosa succede in ottobre?

    confermo che il time è UTC e che occorre aggiungere, byte per byte, quel che suggeriva Giulia.

    Giulia: sei una maga o cosa?
    … cosa…;-)

    ciao

  329. andrea says:

    @Fabrizio

    generi la data, preceduta dal numero contenuto, aggiungi 00, 01, 02, 03.. 0f, 10, 11 etc a ciascun byte della stringa della data + numero contenuto, codifichi il risultato in base64, ed invii come ttAuth header.

    qui tutti i canali funzionano (con mplayer)

    ciao

    ps: ottimo lavoro, guys… :-)
    ps2: ed io che volevo smetterla con ‘sta tv…

  330. En1gm3 says:

    Ragazzi non ho parole veramente complimenti!!! se posso essere di aiuto nel mio piccolo mi piacerebbe molto minimizzare il monopolio microzozz. Se passate da Roma vi offro da bere. Giulia a te come minimo una cena :D

  331. Complimenti a tutti.

    Se fa comodo un’implementazione in Pitone puro, segnalo che ho aggiornato il mio programmino:

    http://www.pietrobattiston.it/report

    Ci becchiamo al prossimo blocco…

    P.S: Flavio, c’è una ragione dietro al parametro “-d”? Mi sembra funzionare tutto anche senza POST…

  332. permac says:

    #! /bin/bash
    STREAM=$1
    ID=`expr “$STREAM” : ‘.*=\([0-9]*\)’`
    DATE=`curl http://videowall.rai.it/cgi-bin/date`
    TOKENSTRING=`echo “$ID;$DATE”`
    MASKEDSTRING=`python << EOF
    a="$TOKENSTRING"
    i=0
    x=""
    for ch in a:
    x+=(chr(ord(ch)+i))
    i=i+1
    print x
    EOF`
    TOKEN=`echo $MASKEDSTRING | openssl enc -base64`
    curl -v -d -H "Keep-Alive: 300" -H "viaurl: http://www.rai.tv&quot; -H "ttAuth: $TOKEN" $STREAM | /Applications/VLC.app/Contents/MacOS/VLC –http-user-agent="Linux" -

  333. Mario56 says:

    Michele Ferraudo

    Io non sono un provocatore ti assicuro, dico solo quello che penso e che che tu abbia ragione solo in parte.
    Anche Mediaset ha cominciato ad inserire online puntate intere il problema non è quello di mantenere il monopolio a mio giudizio ma nel caso di chi non è servizio pubblico l’obbiettivo è rendere redditizio l’utilizzo del contenuto anche perchè come ben sai per produrre film o programmi occorre molto denaro .
    Per quanto riguarda la Rai non credo proprio che ci sia la volontà di escludere nessuno e per quanto riguarda Silvelight / Moonlight non è vero che sei obbligato a comprare qualcosa dalla Microsoft perchè puoi usare il Mac o Linux senza pagare nul,la alla Microsoft che per l’utilizzo dei codec anche quelli proprietari paga lei i diritti di utilizzo e limette a disposizione . Se ci sono cose che non funzionano si possono segnalare sia a Microsoft che a Novel per Moonlight che inoltre consente di usre anche altri codec .
    Il discorso di limitare l’accesso agli streaming secondo me è relativo al fatto che sui canali in diretta passano anche contenuti che non sono proprietà della Rai e molto spesso per avere il permesso di erogarli i proprietari del contenuto concedono il permesso solo a condizioni specifiche com il fatto che il contenuto non deve essere REGISTRABILE o utilizzabile illecitamente da terzi che non hanno diritto per inserirlo nei loro siti allo scopo di guadagnarci con la pubblicità. A dimostrazione di ciò se tu gardi ti accorgerai ad esempio che su RaiNews24 che trasmette solo contenuti Rai non viene controllato il token e inlotre c’è la strana coincidenza dell’inserimento del token con l’inizio delle Olimpiadi di Vancouver.
    Io penso che la Rai sta cercando di rispettare le regole per erogare determinati tipi di contenuto e per cercare di coprire più piattaforme possibili non sta ricorrendo a DRM che comunque in generale su Linux non funzionano per cercare di essere meno vulnerabili non per altro.
    Io credo che i motivi dell’applicazione della protezione per la Rai siano essenzialmente questi, mentre ovviamente per privati tipo Mediaset che non vuole i contenuti su YouTube lo scopo è quello di monetizzarli o a pagamento o con la pubblicità e quindi si vuole che siano disponibili solo sul loro sito per questo aspetto in cui sinceramente non ci vedo nulla di male . Anche nel comportamento del Rai non vedo nulla di strano perchè Silverlight è multipiattaforma e multibrowser , sinceramente non capisco. Se il problema è la protezione deldiritto potrà finire in due modi: ho applicheranno il DRM per rispettare ildiritto sul contenuto e poterlo erogare o finiranno per aumentare sempre di più quei cartelli che compaiono su certi programmi sulle dirette con la scritta questo contenuto non è disponibile su Internet. Secondo voiu perchè compaiono quei cartelli? Proprio per una questione di diritti e allora io dico che è meglio vedere le olimpiadi guardandole dal sito con le regole che vengono imposte che non poterle guardare per niente. Cosa ne pensate ? Vi sembro un provocatore ? Cerco solo di ragionare ed esprimere una opinione e confrontarmi.

    GRAZIE

  334. @Mario56: la questione dei diritti (può) giustifica(re) soltanto l’inaccessibilità dall’estero (il filtro in base all’IP). La registrazione non c’entra niente, perché se passa in TV (e in TV ci passa), allora è registrabile né più né meno che via Internet (e peraltro – perlomeno per quel che riguarda la TV – la “copia per uso personale” è un diritto sancito dalla legge).

    Evidentemente la questione dei (mancanti) diritti non c’entra nulla con il token, che è più probabilmente motivato dalla volontà di riscuotere profitti (vedi gli spot che compaiono solo sul sito). Peccato che io, che pago il canone e mi becco la regolare pubblicità nelle dirette, non senta alcun bisogno di spot aggiuntivi (e quando confronto la RAI con equivalenti esteri tipo la BBC, mi convinco che una TV pubblica potrebbe proprio farne a meno).

    Silverlight è ancora un’altra questione. A me, e verosimilmente a molti altri che scrivono qui, risulta estremamente difficile credere che la Microsoft non abbia fatto pressioni sulla RAI per l’adozione di quella tecnologia. E la mia visione è: ogni volta che si riesce ad evitare di adottare una tecnologia che non porta nessuna nuova funzionalità (tecnicamente, cosa ha il sito della RAI più di youtube?!) ma che va semplicemente in direzione del monopolio, meglio evitare. Non pretendo che sia la tua visione (mica obbligo tutti ad utilizzare Linux), ma spero tu capisca quel che intendo.

    E poi io _voglio_ poter registrare, poter avere un’interfaccia più leggera, poter evitare che firefox mi crashi ogni 3×2 (sì, se lo segnalo agli sviluppatori mi risolveranno il problema, ma se lo risolvo io faccio prima), poter semplicemente scegliere (N.B: come abbiamo visto, il sito della RAI è praticamente un “programma” nel senso più classico del termine, con le sue librerie, e io di solito non faccio girare programmi qualunque sul mio computer). Tra l’altro per me che uso Linux, Silverlight non è “multibrowser”, funziona solo con Firefox.

    (no, non mi sembri un provocatore)

  335. slack70 says:

    Non ho parole per ringraziarvi.

    Che il Dio dell’informatica – qualora esistesse – vi benedica tutti.

    Funziona.

    P.s.

    Per chi preferisse utilizzare ‘mplayer’ piuttosto che ‘vlc’, basta sostituire nello script `vlc –http-user-agent=”$AGENT” -` con qualcosa del genere:

    ” mplayer -playlist – -cache 512 -user-agent $AGENT -prefer-ipv4 ”

    Saluti

  336. Mario56 says:

    Pietro

    non è vero perchè molto spesso, ti assicuro, viene imposto che il flusso non sia registrabile, in alcuni casi viene anche obbligato l’utilizzo di un DRM in altri considerato accettabile un token tipo quello che ha messo la Rai o che usano anche altri siti.
    Scusa ma tra flash e silverlight che differenza c’è ? anzi flash è proprietario anche su Linux mentre Moonlight è un progetto Open Source e puoi anche ricompilarlo e cambiare i codec ma di che monopolio parli ?
    Esistono vari formati e ogni operatore sceglie quello che ritiene costi meno o sia più adatto nel mondo ci sono tantissi broadcaster che sono passati a Silverlight perchè ha una roadmap più ricca e supporta con lo Smooth Streaming lo streaming via http con adattamento di banda che , pensa un pò, consente di usare per ripeter il segnale video qualunque reverse proxy, anche Linux , mentre invece Adobe obbliga all’utilizzo di un protocollo proprietario e tutti i server di streaming devono essere macchine specializzate.
    Inoltre le specifiche dello Smooth sono state rese pubbliche e chiunque puo reimplementarle senza pagare brevetti http://www.iis.net/downloads/files/media/smoothspecs/MS-SMTH.pdf

    per tanto mi sembra che sia molto più aperto Silverlight di altre soluzioni. Lo sapevi ?

    Parli della BBC ma lo sai che BBC non permette di usare i contenuti fuori dal sito ESATTAMENTE COME STA FACENDO LA RAI e non trasmette in dirette i contenuti protetti da diritti di terzi come invece si prende il rischio di fare la Rai per darci la possibilità di vederli

  337. … a me non risulta che settare l’user-agent del player sia veramente necessario…

  338. Marco says:

    Ciao ragazzi, seguo il blog di Flavio Tordini da un anno e mi ha sempre permesso di vedere la RAI sul PC. Quindi ringrazio lui e tutti coloro che risolvono tali problemi.
    Scrivo perchè mi sono completamente perso.

    Qualcuno potrebbe riassumere la procedura da effettuare per vedere i siti rai su Linux?

    Grazie mille.

  339. Mario56 says:

    Pietro
    La copia personale è permessa , non è un diritto. In polti casi per avere la possibilità viene imposto che il contenuto non sia registrabile e addirittura per certi contenuti viene imposto il DRM per avere la possibilità di erogare il contenuto.

    Relativamente alla BBC ti assicuro che anche in quel caso, non viene concessa la possibilità di accedere a contenuti da player diversi ESATTAMENTE COME STA FACENDO LA RAI.

    Relativamente a a Silverlight e youtube ovvero flash non capisco, sono due alternative , in particolare paradossalmente Silverlight è più aperto. Flash è proprietario anche su Linux mentre Moonlight è un progetto opensource che puoi anche ricompilare ed utilizzare con codec differenti. Inoltre molti broadcaster NBC, BSKY, TV2, CANAL+ , MEDIASET, ETC) stanno passando a SIlverlight perchè offre anche una tecnica di streaming che si chiama smooth streming completamente basta su HTTP che permette di utilizzare come edge del segnale qualunque reverse proxy senza costi e si può usare anche Linux, il protocollo è pubblico (http://www.iis.net/downloads/files/media/smoothspecs/MS-SMTH.pdf) e anche reimplementabile senza costi di brevetto ed è proposto come standard, mentre invece in flash devi usare rtmp e tutti i server sono proprietari ed i costi sono maggiori ed occorrono macchine specializzate anche sull’edge.

  340. Mario561 says:

    Mi avete bloccato i post, questo perchè siete persone libere, cos’è avete applicato anche voi un token per non rendere accessibile la discussione?

    Pietro
    La copia personale è permessa , non è un diritto. In polti casi per avere la possibilità viene imposto che il contenuto non sia registrabile e addirittura per certi contenuti viene imposto il DRM per avere la possibilità di erogare il contenuto.

    Relativamente alla BBC ti assicuro che anche in quel caso, non viene concessa la possibilità di accedere a contenuti da player diversi ESATTAMENTE COME STA FACENDO LA RAI.

    Relativamente a a Silverlight e youtube ovvero flash non capisco, sono due alternative , in particolare paradossalmente Silverlight è più aperto. Flash è proprietario anche su Linux mentre Moonlight è un progetto opensource che puoi anche ricompilare ed utilizzare con codec differenti. Inoltre molti broadcaster NBC, BSKY, TV2, CANAL+ , MEDIASET, ETC) stanno passando a SIlverlight perchè offre anche una tecnica di streaming che si chiama smooth streming completamente basta su HTTP che può essere reimplementata senza costi di brevetto (http://www.iis.net/downloads/files/media/smoothspecs/MS-SMTH.pdf) mentre invece in flash occorre usare rtmp che è proprietario e che richiede macchine specializzate anche sull’edge

  341. Luke88 says:

    ringrazio dello script :)
    un po’ brutalmente, ma l’ho aggiunto a quello presente sulla wiki di slacky.eu:
    http://www.slacky.eu/wikislack/index.php?title=Rai.tv_senza_silverlight

  342. slack70 says:

    @Pietro Battiston

    Vero, funziona anche senza.

  343. Newyorkese says:

    Lo script rai.sh linkato alla fine dell’articolo non mi funziona, mentre quello postato su slacky.eu si’.

    Tuttavia non riesco a vedere le dirette (sono negli USA). Che filtrino gli indirizzi IP delle richieste?

  344. Newyorkese says:

    Mi rispondo da solo: ovvio che si’. Argh!

  345. Newyorkese says:

    Mi rispondo da solo: ovvio che filtrino gli IP… Argh!

  346. Obi-Wan says:

    Buonasera a tutti

    Ringrazio dello script funziona bene (finchè quei “geni” della RAI non ne penseranno un altra)
    Vorrei fare un breve commento al dibattito sull’opportunita’ o meno di implementare delle tecnologie per limitare la visibilità del sito da parte della RAI
    Visto che PAGO il canone PRETENDO di poter accedere ai contenuti RAI utilizzando la tecnologia che preferisco, sono una compagnia PUBBLICA, presente? Dovrebbero ricordarselo
    Siamo consumatori NON pecore questi signori devono mettersi in testa di RISPETTARCI.
    Invito tutti a protestare civilmente con lor signori.

  347. Newyorkese says:

    Avevo scritto all’indirizzo customer-care e questa e’ la risposta che ho ricevuto:

    ###
    Gentile Signor X Y,

    in riferimento alla Sua segnalazione, Le suggeriamo di contattare direttamente RaiNet, editore della Rai sul web che cura e presidia i servizi interattivi e multimediali, all’indirizzo di posta elettronica rai-net@rai.it

    Grazie per averci contattato.
    Cordiali saluti.

    Contact Center ScriveR@i
    ###

  348. chiegiulia says:

    grande idea usare il nome di Giulia per fornire la soluzione

  349. andrea says:

    @chiegiulia: e non potrebbe darsi che una programmatrice sveglia sia in grado di risolvere il problema?

  350. andrea says:

    siamo di nuovo tagliati fuori…

  351. Elrond says:

    Ieri ho avuto problemi di connessione e probabilmente lo script non funzionava per questo motivo, mentre stamattina funzionava tutto a dovere. Peccato che stasera sia di nuovo ritornato a non funzionare: eseguendolo compare l’avviso che quel video può essere visto solo sul sito rai.tv :(

  352. bradipo says:

    Lo script di slacky non mi funziona purtroppo più. Avranno messo ulteriori controlli e blocchi. Che tristezza.. e uno poi gli deve pagare pure il canone.

  353. kam says:

    tentando di vedere bayern-fiorentina su rai2 compare nuovamente il banner “la visione del video è consentita solo sul portale rai.tv”…

    ci risiamo.

  354. nemo says:

    Uhm…. la pacchia mi sa che è durata poco.

    Qui non non va più.

  355. Fabrizio says:

    L’unica soluzione che vedo è emulare la dll, ammesso anche di trovare di nuovo l’algoritmo per cambiarlo lato Rai ci vuole 1 secondo mentre per capire cosa hanno fatto ci vuole molto di più, la soluzione definitiva è appoggiarsi alle lib moonlight

  356. Ernesto says:

    Metter su un server con silverlight (o moonlight se funzia), leggere l’indirizzo dello stream e postarne una lista aggiornata ogni n minuti è molto, poco o niente illegale?

  357. Momo says:

    E come ci appoggiamo se quella robaccia gira da schifo su Linux?

  358. mitm says:

    salve a tutti! sono d’accordo con fabrizio, ma non credo sia una cosa semplice..
    per il momento io sto ovviando con un sistema “fatto in casa”, che potete testare qui:
    http://apps.facebook.com/tv-player/
    l’applicazione consente la visualizzazione dei canali attraverso un player integrato nel browser web(utilizzando vlc multimedia plugin, mplayerplug-in, ecc) oppure tramite un lettore esterno(vlc, windows media player, mplayer..)
    ci vuole una 30ina di secondi perchè parta la diretta, quindi abbiate pazienza..
    qualsiasi canale rai venga selezionato il player carica Rai Uno, ma in giornata conto di ripristinare anche gli altri

  359. Giulia says:

    Rai 3
    ttAuth: MjM3OUdISktTTFZOVlRfY2dgb2Zwb296fXh/gouP
    ttAuth: MjM3OUdISktTTFZOVlRbXWZlY3Jpc3ZyfniFgoc=
    Rai 1
    ttAuth: MjM3OUdISkhTTFZOVlRcZmBgb2ZwdG95fXiAhw==
    Rai 2
    ttAuth: MjM3OUdISklTTFZOVlRiZmZgb2Zwdm91dXx+gYw=

    Orario circa le 10:45

    Direi che i primi byte sono uguali in tutti e tre i canali novita rispetto alla analisi precedente (la codifica e’ sempre base64 lo si capisce dagli uguali in fondo)

  360. wilder says:

    1) siamo sicuri che è una buona idea discuterne nei commenti?
    @Giulia:
    stanno usando ancora il trucchetto di patchare con una stringa stupida.
    Plottando quel che esce decodificando il token con gnuplot è evidente che questa volta l’incremento è 3
    la stringa che esce è:

    yyyy;ccc;G-M-??-H-M-S-??

    le maiuscole stanno a dire che si tolgono eventuali zeri; i punti di domanda stanno a dire che quei campi sono un qualche hash numerico degli altri campi che sto cercando di capire…

  361. Giulia says:

    https://addons.mozilla.org/en-US/firefox/addon/6647

    Lo consiglio a quelli che si vogliono dilettare di criptoanalisi.
    Niente e’ stupido, usano un cifrario di http://it.wikipedia.org/wiki/Cifrario_di_Vigénère
    che pero’ per definizione non puo’ essere utilizzato in quel modo.

    Credo che tecnicamente stiano tentando di “proteggere” sanRemo senza implementare sistemi DRM o simili(se fate caso alle date di introduzione dell’agent e’ questo il perido in cui fanno gli aggiornamenti).

  362. Giulia says:

    http://mediapolis.rai.it/clientaccesspolicy.xml

    anche questo e’ una novita’ ?

  363. wilder says:

    @Giulia, ma li vedi i miei commenti? ho già decodificato la cifratura, manca solo da capire l’hash, p.es.:

    MjM3OUdISktTTFZOVlRfY2dgb2Zwb296fXh/gouP -> 2010;986;18-2-567-9-40-55-1178

    -Hanno cambiato la .dll, non usano più smartassembly, il che implica che il .xap è nuovamente funzionante con moonlight (ergo con linux; resta il fatto che la cpu viene inutilmente messa sotto stress)

    -clientaccesspolicy.xml non è una novità

  364. wilder says:

    Per commenti e collaborazioni, mi trovate su #reallyannoying su irc.freenode.org

  365. Giulia says:

    Quindi adesso si puo usare deobfuscate + .net reflector ?

    Giulia

  366. bagl0312 says:

    Per quanto mi riguarda utilizzare il sito ufficiale potrebbe anche andare bene. Il fatto e’ che anche quando funziona richiede una quantita’ inaccettabile di risorse su linux. Una delle mie CPU in pratica e’ occupata al 100% e il video non e’ fluido.
    Se fosse possibile utilizzare le librerie moonlight essenziali senza portarsi dietro tutta l’infrastruttura del sito RAI saremmo tutti piu’ felici ;)

  367. Luker says:

    ola, novità:
    è cambiato il ttAuth.
    lavorano sempre sulla data, ma anche su altro.
    sono arrivato a questo:
    ttAuth:
    MjM3OUdISkhTTFZOVlRdY2NgbmZxeG93eHiAiYw=
    data: 18-02-2010 08:59:20
    2010;983;18-2-363-8-59-20-

    quindi:
    anno;stream_id;giorno-mese-?????-ora-minuti-secondi-…

    la tecnica è la stessa, prendete il ttAuth, togliete il base64, e per ogni carattere togliete 3*posizione anzichè 1 come prima.

    in pratica in python:
    a=”2379GHJHSLVNVT]cc`nfqxowxx”
    i=0
    x=”"
    for ch in a:
    x+=(chr(ord(ch)-i))
    i=i+3
    print x
    e avete la stringa originale…
    il problema è che non so cosa sia quel 363…

  368. Luker says:

    edit: guardando la dll direi che quel 363 è random….

  369. andrea says:

    @Luker: mi sembra difficile sia random: se è generato lato client e verificato lato server, la generazione deve essere algoritmica, altrimenti come lo verifichi?

  370. Luker says:

    …ne verifichi solo una parte?
    nella dll vedo chiamate a random.next()

    a… la stringa completa sarebbe:
    2010;983;18-2-363-8-59-20-288
    363 credo veramente sia random, ma il 288 forse no… controllo…

  371. Luker says:

    dalla dll, sia il 363 che il 288 sono random. aggiornate lo script please? :D

  372. wilder says:

    effettivamente sono random, ma in teoria dipendono dai secondi dell’ora tramite seed;
    In pratica non vengono controllati.

  373. Giulia says:

    Flavio ci aggiorni lo script ? Mi sembra che li info siano sufficienti !

    Giulia

  374. Luker says:

    k, ve lo posto io è rai.sh modificato:

    #! /bin/bash -x
    AGENT="Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.5.7"
    STREAM=$1
    ID=`expr match "$STREAM" '.*=\([0-9]*\)'`
    DATE=`curl -A "$AGENT" http://videowall.rai.it/cgi-bin/date`
    DAY="`echo $DATE|cut -d '-' -f 1|cut -d '0' -f 2-`"
    MONTH="`echo $DATE|cut -d '-' -f 2|cut -d '0' -f 2-`"
    YEAR="`echo $DATE|cut -c 7-10`"
    HOUR="`echo $DATE|cut -d ' ' -f 2|cut -d ':' -f 1|cut -d '0' -f 2-`"
    MIN="`echo $DATE|cut -d ':' -f 2|cut -d '0' -f 2-`"
    SEC="`echo $DATE|cut -d ':' -f 3|cut -d '0' -f 2-`"
    giveRND () {
    	expr $(expr $(echo $RANDOM) + 1) % 10
    }
    TOKENSTRING=`echo "${YEAR};${ID};${DAY}-${MONTH}-$(giveRND)$(giveRND)$(giveRND)-${HOUR}-${MIN}-${SEC}-$(giveRND)$(giveRND)$(giveRND)"`
    MASKEDSTRING=`python << EOF
    import sys
    a="$TOKENSTRING"
    i=0
    x=""
    for ch in a:
      x+=(chr(ord(ch)+i))
      i=i+3
    print x
    EOF`
    TOKEN=`echo "$MASKEDSTRING" | base64`
    echo $ID
    echo $DATE
    echo $TOKENSTRING
    echo $MASKEDSTRING
    echo $TOKEN
    curl -A "$AGENT" -v -d -H "Connection: keep-alive" -H "Keep-Alive: 300" -H "viaurl: www.rai.tv" -H "ttAuth: $TOKEN" -H "Content-Length: 0" $STREAM | vlc --http-user-agent="$AGENT" -
    
  375. wilder says:

    @Luker, i due numeri random in teoria sono <1234; in pratica non vengono nemmeno controllati per adesso

  376. Antani says:

    Mi chiedo com’è possibile che non riescano a fare qualcosa di più complicato, che so, prendere i bit della stringa, swapparli e ruotarli, applicargli un or esclusivo, dai un po più di fantasia :D !

  377. andrea says:

    confermo che funziona. non vengono controlati i due numeri random e non vengono contrallati nemmeno i secondi (per cui mi pare inutile prindere la data da http://videowall.rai.it/cgi-bin/date.

  378. Luke88 says:

    @Antani:
    *T*A*C*I*

  379. Ernesto says:

    @Luke88: non funzia :( ;)

  380. Hilinus says:

    Segnalo che usando moonlight beta per firefox, la RAI è visible su Linux, purtroppo non funziona con altri browser.

    Lo potete reperire qui:
    http://www.go-mono.com/moonlight/prerelease.aspx

  381. Ernesto says:

    @Hilinus: quale firefox usi? Io sto usando 3.6.2pre (Namoroka) e neanche con la prerelease di Moonlight vedo niente (solo lo stream “bianco” che mi avverte che si può vedere solo dal portale rai… ed io sono sul portale rai!)

    Per di più sfortunatamente trattasi di una alpha di cui gli stessi sviluppatori ammettono i rischi per la sicurezza: “This release should be considered alpha quality. There are various new subsystems in Silverlight 3 (e.g. pixel shaders, local messaging, the client http stack) which expose new and different attack vectors, and the implementations of these subsystems have not yet been exercised or audited.”

  382. Hilinus says:

    @Ernesto: Uso firefox 3.6 e funziona tutto. Purtroppo esporsi a possibili attacchi sembra l’unica via, fin quando non si riuscirà ad aggirare tutte le protezioni inserite…

  383. Luke88 says:

    @Ernesto:
    …sicuro? a me funziona…. sia le dirette che gli altri stream…

  384. bagl0312 says:

    Anche a me funziona dal sito http://www.rai.tv, con firefox 3.6 e moonlight 2.0
    Il problema principale e’ che la CPU dove gira firefox resta costantemente al 70-80% e il video si vede talvolta a scatti. Immagino sia un problema generale di moonlight su linux che non e’ per niente ottimizzato :(

  385. luca says:

    ho appena provato lo script luke88 0.2.4.1 e funziona benissimo.:-). ragazzi siete veramente dei geni e questa (avvincente) lotta con RAI non potrà che vedervi vincitori… peccato non avere le capacità tecniche per aiutarvi!!!
    volevo anche ringraziarvi tutti (tecnici RAI compresi) perchè in questi miei 2 giorni a letto per influenza sto seguendo passo passo la battaglia che si sta rivelando molto più divertente dei programmi RAI stessi!!

  386. mgiacome says:

    Grazie per lo splendido lavoro, siete bravissimi. Temo solo che avrà una funzionalità limitata, essendo per loro, come qualcuno ha già fatto notare, molto semplice cambiare l’ordine dei campi o maschera di codifica. Alcune domande: per far funzionare l’ultimo script ho dovuto togliere i
    “|cut -d ‘0′ -f 2-”
    perché, nel caso in cui la cifra dei minuti o dei secondi termina per zero (10,20 ecc) ritorna, a mio avviso giustamente, una stringa nulla. Di passaggio l’ho tolto anche nella codifica del mese, che ora leggo 02 e non più 2 e sembra funzionare ugualmente. In pratica ho modificato così:
    MONTH=”`echo $DATE|cut -d ‘-’ -f 2`”
    YEAR=”`echo $DATE|cut -c 7-10`”
    HOUR=”`echo $DATE|cut -d ‘ ‘ -f 2|cut -d ‘:’ -f 1`”
    MIN=”`echo $DATE|cut -d ‘:’ -f 2`”
    SEC=”`echo $DATE|cut -d ‘:’ -f 3`”
    Spero di essere stato utile

  387. linuser says:

    Confermo che gli streams sono visibili dal portale con Firefox 3.6 + Moonlight 3.0 preview.

    Lo script di flavio ( rai.sh ) non funziona : il problema è che bash (almeno la versione installata nel mio sistema ) non riconosce GG MM AAAA HH MM SS come elementi dell’array DATE. Qualcun altro può confermare ?

  388. Luker says:

    @ mgiacome:
    err…sry, errore mio, hai ragione.
    ho visto che veniva usata la codifica -2- per il mese e non -02- e ho applicato il primo fix che mi veniva in mente senza manco provare…

  389. Comix says:

    Confermo che funziona!

    Sinceramente mi aspettavo qualcosa di più complesso che un numero random ignorato… Ho come la sensazione che stiano iniziando a grattare il fondo… La prossima protezione cosa sarà? L’anno elevato al quadrato? :D :D :D

  390. linuser says:

    @Luker

    Perfetto … funziona !!!

  391. Flavio says:

    Lo script è aggiornato. Grazie a tutti!

  392. Flavio says:

    2 minuti e non funziona più. Ci tengono parecchio al loro sanscemo.

  393. Luker says:

    @Flavio:
    occhio al fix:
    nello script di prima vanno modificate un paio di righe:

    DAY=”`echo $DATE|cut -d ‘-’ -f 1`”
    MONTH=”`echo $DATE|cut -d ‘-’ -f 2`”
    YEAR=”`echo $DATE|cut -c 7-10`”
    HOUR=”`echo $DATE|cut -d ‘ ‘ -f 2|cut -d ‘:’ -f 1`”
    MIN=”`echo $DATE|cut -d ‘:’ -f 2`”
    SEC=”`echo $DATE|cut -d ‘:’ -f 3`”

    errore mio.

  394. Flavio says:

    Sì scusate stavo provando con la vecchia versione. Scaricati lo script linkato nel post. La data è parsata con una tecnica più semplice.

  395. andrea says:

    io, ad esempio, mi guardo solo rainews, e raistoria qualche volta, per cui non è che ne abbia “bisogno” di accedervi senza il player microsoft… è una questione di principio: non bisogna mollare perché obbligarci ad installarfe un software non libero per guardare le loro schifezze è sbagliato. punto.

    la lotta continua sino alla vittoria!

    ps: disassemblando la dll vedo che non è la rai che ci fa dannare, ma gaia srl:
    http://www.gaia.is.it/pagine/Rai_TV_website_adopts_new_Silverlight_Player_for__live_streaming,NewsDetail_T001,EN,69,-news.aspx

  396. linuser says:

    @Luker

    non funziona più … *sigh*

  397. Flavio says:

    linuser scarica lo script linkato nel post

  398. sergio says:

    io diko solo una cosa ma la rai non pensa a coloro ke non possono installare silverlight?

  399. andrea says:

    ma che dite? qui funziona tutto… (io uso una mia implementazione in Haskell – che non distribuisco per via del fatto che un compilatore per haskell (ghc) non sono molti ad averlo :(…-, ma l’algoritmo quello è….)

  400. linuser says:

    @flavio

    probabilmente la mia bash non supporta gli array ( version 3.2.39(1)-release – Hardy 8.04 )

    @Luker , tutti

    errore mio … lo script funziona ( avevo provato a settare DATE da commandline per vedere se la riconosceva come array e rimaneva settata con il vecchio valore )

  401. Elrond says:

    Piccola nota sulla funzione giveRND: non basta usare `((RANDOM%10))’ (oltre ad avere lo stesso risultato è anche molto più veloce (anche se ovviamente si parla solo di centesimi di secondo))?

  402. Andrea says:

    Se interessa ho fatto un “porting” dello script interamente in Python (niente bash, curl, wget e altro) eseguito e testato anche su macchina Windows.

    A parer mio l’utilizzo di Python può aiutare nel tenere aggiornato lo script contro i prossimi tentativi di criptaggio.

  403. userXBMC says:

    Se hai il Python posso aggiornare il plugin per xbmc.

  404. Ernesto says:

    @Andrea: se lo rendi disponibile, lo provo su maemo5 (n900), ben fornito di pyrhon.

  405. Per comodità di debug, mi sono fatto “rai.py”…

    #! /usr/bin/python
    import sys, random, urllib2, re, subprocess
    str_id = re.match(‘.*=([0-9]*)’, sys.argv[1]).groups()[0]
    date = urllib2.urlopen(‘http://videowall.rai.it/cgi-bin/date’).read().strip()
    g, m, a, o, mi, s = date.replace(‘-’, ‘ ‘).replace(‘:’, ‘ ‘).split(‘ ‘)
    r1 = random.randint(0,999)
    r2 = random.randint(0,999)
    stringa = “%(a)s;%(str_id)s;%(g)s-%(m)s-%(r1)d-%(o)s-%(mi)s-%(s)s-%(r2)d” % locals()
    x = ”
    i = 0
    for ch in stringa:
    x+=(chr(ord(ch)+i))
    i=i+3
    token = x.encode(‘base64′).strip()
    headers = {‘User-Agent’: “Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.5.7″,
    ‘viaurl’: ‘www.rai.tv’,
    ‘ttAuth’: token,
    ‘Connection’: ‘keep-alive’,
    ‘Keep-Alive’ : ’300′,
    }
    stream_request = urllib2.Request(sys.argv[1])
    for header in headers:
    stream_request.add_header(header, headers[header])
    opener = urllib2.build_opener()
    file_content = opener.open(stream_request).read()
    stream = re.search(‘HREF=”([^"]*)”‘, file_content).groups()[0]
    subprocess.call(['vlc', stream])

    se (come me) ad uno script che ne incorpora in python preferisci uno script in python, bene… altrimenti, bene lo stesso.

    ciao

    Pietro

  406. luigi rossi says:

    vogliate per favore spiegarmi, con un linguaggio semplicissimo e, quindi, non tecnico, i passaggi da fare per vedere i canali rai utilizzando il S.O. linux mandriva? Grazie

  407. Spero di non offendere il proprietario del blog (ma in caso, non mi offenderò certo io se questo commento viene cancellato) se suggerisco a Luigi di usare un software più semplice, come

    http://www.pietrobattiston.it/report

    (anche

    http://www.socialtivu.it/download

    è semplice, una volta che si sa come utilizzarlo).

  408. Flavio says:

    @Pietro, nessun problema a linkare quei programmi, anzi. Diciamo che la impl in Bash può essere considerata l’”implementazione di riferimento” per poi sviluppare applicazioni più complete.

    Vedo che SocialTivu non rilascia sorgenti, quindi non è Free Software. Chi garantisce che sia software pulito? Se devo usare un software proprietario di un pincopallino qualsiasi allora preferisco usare quello della RAI.

  409. @Flavio: hai completamente ragione, abituato a vivere tra python (non offuscato) & open source non ci avevo nemmeno fatto caso (a dire il vero, l’avevo già scartato per il mio utilizzo perché non ho una JVM installata)

    @luigi: fai finta che non ti ho mai suggerito socialtivu

  410. Luker says:

    @Elrond:
    in linea teorica si, mi sono abituato a fare così perchè $RANDOM della bash è sempre stato poco random, e mi tornava molto spesso 0 e 1…

  411. Flavio says:

    Lo script è ora compatibile con il Mac. Enjoy.

  412. davide says:

    @andrea: interessa interessa

    personalmente sono incazzato per non poter vedere -oltre allo streaming- anche le puntate dei programmi che mi interessano e non sempre riesco a vedere live (annozero e presa diretta). Fare un mirror dove carico (o carichiamo se interessa) le puntate ricodificate le puntate sarebbe illegale?

    d

  413. Matthew says:

    Vi invio per conoscenza questa mail indirizzata al servizio tecnico RAI (e a diverse associazioni consumatori) che evidenzia la discriminazione di utenza su un servizio da loro fornito al pubblico internet.


    Spettabile RAI,
    mi chiamo XXXXX e sono padre di una bambina di quasi tre anni. Vi scrivo da XXXXX, un paese del’entroterra ligure dal quale, al momento non è possibile vedere alcun canale con il digitale terrestre.

    Fino a poco tempo fa mi era possibile far vedere a mia figlia alcuni dei vostri canali dedicati ai bambini, (RAI YOYO, RAI GULP), tramite l’utilizzo dello streaming internet delle vostre reti, un servizio a mio avviso meraviglioso e all’avanguardia.

    Mia figlia era molto felice quando poteva vedere questi programmi altrimenti a lei preclusi, data la totale assenza del digitale terrestre che, comunque in ogni caso non possiedo.

    Purtroppo questo servizio non è più fruibile se non tramite il vostro portale con tecnologia proprietaria “Microsoft Silverlight” che sul PC dedicato a mia figlia non è utilizzabile.

    Poiché queste restrizioni non sembrano dettate da motivi tecnici, (infatti fino a poco tempo fa funzionava benissimo), ma da continue “forzature” di altra natura che non sono facilmente spiegabili ad una bambina di 2 anni, vi richiedo con la presente il ripristino di tale servizio.

    In caso contrario, considerando che a breve sarà previsto anche per la mia regione lo switch-off del segnale tv tradizionale, mi sentirò autorizzato alla disdetta del canone televisivo per l’anno avvenire, non essendo più noi in grado di usufruire di alcun servizio televisivo da voi fornito.

    Cordialmente

  414. boris says:

    @andrea

    dov’è il portin in python?

  415. boris says:

    @ andrea
    dov’è il porting?

  416. boris says:

    @andrea
    dov’è il porting?

  417. mgiacome says:

    Se può interessare, dall’analisi delle richieste http sembra che, per i contenuti non in diretta, il campo ttAuth venga calcolato col vecchio algoritmo ( ID;GG-M-YYYY HH:MM:SS e patch 000102…).
    Probabilmente, quando l’ID è lungo, aumentare il valore 3 a 3 porta facilmente a superare 256.
    Comunque, al momento,per questi contenuti, ttAuth non sembra essere controllato e i vari script che sfruttano il nuovo algoritmo funzionano tranquillamente anche sull’ archivio (per la verità, funzionano anche i vecchi script senza ttAuth).
    Posto queste righe solo per una migliore comprensione di come lavora l’algoritmo Rai, che in qualche modo discrimina tra cont=983 e cont=zXUQH… e per futura memoria, dovessero implementare il controllo anche nel caso delle repliche.
    Max

  418. nowardev says:

    Mi rivolgo in particolare a @LUKE88

    puoi guardare il mio script e apportare modifiche al tuo in maniera da non dover chiudere il lettore vlc ogni volta?

    c e in particolare anche una sezione per posizionare le finestre. anche quello sarebbe una cosa comoda…

    cioè raga’ nun ho tempo di stare dietro alla rai per modificare sempre ogni giorno rai-qt

    il mio script si trova qui

    http://www.kde-apps.org/content/show.php/Rai-qt?content=112093

    la rc9 è l ultima

  419. MxM says:

    @Andrea potresti pubblicare un indirizzo sul quale contattarti?

  420. pino says:

    ID=`expr match “$STREAM” ‘.*=\([0-9]*\)’`

    funziona solo sotto linux

    ID=`expr “$STREAM” : ‘.*=\([0-9]*\)’`

    funziona anche sotto Mac

  421. GAMA says:

    Ho provato col mio Mac non si aprono i canali e mi da il seguente errore (forse xchè non trova base64):
    + AGENT=’Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.5.7′
    + STREAM=’http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983′
    ++ expr match ‘http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983′ ‘.*=\([0-9]*\)’
    expr: syntax error
    + ID=
    ++ curl -A ‘Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.5.7′ http://videowall.rai.it/cgi-bin/date
    % Total % Received % Xferd Average Speed Time Time Time Current
    Dload Upload Total Spent Left Speed
    0 20 0 20 0 0 209 0 –:–:– –:–:– –:–:– 869
    + DATE=’19-02-2010 17:59:50′
    ++ echo ‘;19-02-2010 17:59:50′
    + TOKENSTRING=’;19-02-2010 17:59:50′
    ++ python
    + MASKEDSTRING=’;2;047398::+=DHDIKGC’
    ++ echo ‘;2;047398::+=DHDIKGC’
    ++ base64
    ./rai.sh: line 17: base64: command not found
    + TOKEN=
    + curl -A ‘Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.5.7′ -v -d -H ‘Connection: keep-alive’ -H ‘Keep-Alive: 300′ -H ‘viaurl: http://www.rai.tv‘ -H ‘ttAuth: ‘ -H ‘Content-Length: 0′ ‘http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983′
    * getaddrinfo(3) failed for Connection: keep-alive:80
    * Couldn’t resolve host ‘Connection: keep-alive’
    * Closing connection #0
    curl: (6) Couldn’t resolve host ‘Connection: keep-alive’
    * About to connect() to mediapolis.rai.it port 80 (#0)
    * Trying 212.162.68.79… connected
    * Connected to mediapolis.rai.it (212.162.68.79) port 80 (#0)

  422. Andrea says:

    Io sono sulla chat IRC insieme a wilder.

    Lo script “era” questo: http://openpaste.org/en/19311/

    Funzionante fino a meno di un’ora fa. Hanno di nuovo cambiato tipologia di offuscamento.

  423. Andrea says:

    Dimenticavo: richiede Python 3.1

  424. Luker says:

    ho notato che han cambiato di nuovo…
    Flavio, io ogni tanto faccio un clear della cache, e non vedo i post nuovi fino a che non posto di nuovo… è per la moderazione?

  425. skin79 says:

    Ragazzi,
    ho scaricato lo script al link: http://flavio.tordini.org/files/rai.sh e seguito le istruzioni, mi appare il solito video che mi dice che il filmato è visibile solo dal portale rai, confermate?
    Ho ubuntu karmic 9.10 se puo servire.
    Confermo che i filmati si vedono con moonlight 3.0 preview

  426. RAImondo says:

    Bisogna aggiornare lo script!Non funziona più

  427. Zibri says:

    Hanno cambiato di nuovo (di poco) l’algoritmo.
    Lo volete capire che non dovete divulgare codice?
    Metette tutto server side.

  428. skin79 says:

    Credo che le modifiche del codice siano programmate, non penso che non divulgare codice risolva la questione.

  429. bagl0312 says:

    Secondo me e’ perche’ c’e’ Sanremo e vogliono assolutamente che la gente veda la pubblicita’ sul sito :(

  430. Luker says:

    dando una veloce occhiata alla dll, il formato di base della stringa resta quello.
    il problema è che viene modificato abbastanza pesantemente, non saprei come recuperare il tutto, non conosco l’assembly :(

  431. Luker says:

    @Zibri:
    a che pro?
    tanto loro appena vedono che abbiamo qualcosa che funziona cambiano, per cui non c’è alcuna differenza.

  432. rEvol says:

    Lo script non funziona più..:-(

  433. nowardev says:

    si si e dire che io avevo appena fatto la modifica a rai-qt
    -.-”

  434. linuser says:


    anche io non vedo i post nuovi fino a che non posto di nuovo :/

    Vedo i commenti nuovi nel menu a destra ma non nel post … problemi di caching ?

  435. Zibri says:

    Luker:
    perche’ server side c’e’ piu’ di un metodo per non dover manco fare il reverse.
    e quindi qualunque cosa cambino cambierebbe anche sul server :D

  436. linuser says:

    Ho notato che alla /GET sullo script cgi che restituisce la data , adesso viene passato un numero progressivo come parametro ( http://videowall(dot)rai(dot)it/cgi-bin/date?195050 ; dopo circa 30 minuti il parametro era http://videowall(dot)rai(dot)it/cgi-bin/date?203207 ) ; probabilmente per validare o contare le richieste…

  437. Giulia says:

    Chi e’ quello che ha suggerito le elevazioni a potenza ?!!!

    a^=b in C# che significa ?

    Comunque hanno complicato l’algoritmo di un bel po’ ma con un po di pazienza ci si viene a capo …….

  438. mgiacome says:

    @ giulia:
    se era una domanda vera assegna ad a il valore ottenuto facendo l’or esclusivo bitwise tra a e b… se era una domanda retorica, scusami :-)

  439. Giulia says:

    Comunque ha me sto blog non funzia , se non posto non si aggiorna ne su semonkey 2.0.3 ne su firefox 3.6……..

    Sia A la stringa In chiaro come la conosciamo

    B = F1(A,(int)N) + ‘;’ + N con 0 < N < 30

    D = F2(B,C) con C = "errore di calcolo"

    E = Base64(D) = ttAuth

    Bisogna capire F1 e F2 come funziano….

    Comunque onore al merito se i ragazzi di Gaia Srl stanno modificando lo script seguendo questo forum, ci volgliono due bei attributi per mettere del codice poco testato su un sito di cosi alta visibilita' come quello rai a questo ritmo.
    Certo se testassero meglio il sito su Ubuntu 10.4 Alpha 2 magari dopo san Remo ;-)

  440. andrea says:

    @giulia: N potrebbe essere ora + minuti?

  441. mitm says:

    nn credo che i ragazzi di gaia srl leggano questo blog…semplicemente si accorgono che qualcuno bypassa il portale per accedere ai contenuti..ma sono assolutamente d’accordo con giulia quando dice che nn si fanno troppi problemi a mettere su codice poco testato(e questo per noi è un bene)

    ho scritto due applicazioni per facebook (in php) che consentono di visualizzare le dirette rai:
    la prima funziona analogamente allo script di fabio e richiede un buon lavoro di reversing ogni volta che in rai cambiano l’algoritmo(al momento non sono riuscito a reversarlo, ma ci sto lavorando..anzi se posso vi do volentieri una mano..)

    la seconda invece utilizza un sistema “passivo” che credo sia un pò quello che proponeva di fare zibri, se nn ho capito male, quando diceva di lavorare “server side”..
    in pratica è una sorta di moonlight “condiviso”..l’applicazione non genera nessun token ma lo ricava passivamente da una connessione già autorizzata per poi restituirlo all’utente che ne ha fatto richiesta

    la prima, soggetta ai cambiamenti di umore di mamma rai, ha ovviamente smesso di funzionare, mentre la seconda è ancora operativa e nn credo possa essere “neutralizzata” tanto facilmente (chi è interessato la può trovare qui: http://apps.facebook.com/tv-player/)

    stavo pensando che rendendo disponibile l’applicazione al di fuori di facebook si potrebbe integrare nei vari script in modo da fornire una “soluzione di backup” per gli utenti linux, utile quando in rai stravolgono gli algoritmi

  442. mitm says:

    riposto l’url dell’applicazione
    http://apps.facebook.com/tv-player/
    dato che nel precedente post è stato aggiunta una parentesi alla fine

  443. permac says:

    ma perché non si aggiorna mai?

  444. Ernesto says:

    @mitm: applaudo alla tua ipotesi (che era anche di Zibri oltre che – nel mio piccolo – mia). Uno script – condiviso – che ognuno mette su un server di suo gradimento, che con moonlight decodifica le stregonerie rai.

  445. @Ernesto:
    non è un’idea stupida (anzi, direi che è l’unico modo di andare avanti)… ma neanche banale da implementare. Giusto per fare un esempio, su 3 volte, in 3 giorni diversi, che ho provato lo script di Zibri non mi ha mai funzionato.

  446. Scusate la domanda scema, ma un feed per i commenti non c’è?!

  447. Peter Le says:

    adesso vedo solo canale 5 tra le principali, su facebook. Più che un problema tecnico pare un problema politico: come può un servizio pubblico comportarsi in questa maniera?

  448. wilder says:

    @giulia: la tua F2 sembra faccia una semplice addizione (basta analizzare i pattern con gnuplot, per esempio)

    potresti fornire il codice disassemblato in qualche maniera?
    Grazie

  449. luca says:

    come si evince dal proprio sito, Gaia.srl,realizzatrice di RAItv online, è uno dei 30 partner più affidabili della Microsoft Surface Partners.
    Gaia.srl e Microsoft sono, pertanto, di fatto la stessa cosa… E’ ovvio che cerchi di affossare ogni forma di concorrenza.. Strano è invece che possano permettersi di farlo in modo così spregiudicato.. Discutibile è che la RAI appalti un servizio così importante senza prevedere garanzie e tutele per tutti gli utenti.Interessante sarebbbe se a qualcuno venisse finalmente in mente di vederci chiaro anche in questo appalto.

  450. Riccardo says:

    Ragazzi, cerchiamo però di non mettere script e info su siti che obbligano a registrarsi.

    C’è gente, ad esempio, che non ha un account su facebook e non intende averlo.

    Diversamente non si riesce a dare una mano.

  451. maria says:

    Ma pubblicare il servizio lato server secondo me è un reato e non si può fare , rischiamo che ci denuncino alla polizia postale

  452. Giulia says:

    @wilder
    dotdeobfuscate + .NET Reflector

  453. wilder says:

    @Giulia: non trovo una implementazione funzionante di dedotobfuscate su linux :/

  454. Bob says:

    Carissimi, tutti questi sforzi per aggirare il problema sono meritevoli, ma qui si pone una questione fondamentale. E’ necessario un ricorso legale al giusto livello contro un evidente sopruso: rendere la fruizione di un servizio pubblico condizionata all’accettazione di una specifica tecnologia proprietaria e segreta, dettata dal monopolista di turno. Qualcuno deve rendere conto di questa scelta.

  455. Ernesto says:

    @Maria: se pubblichi un servizio lato server e lo rendi disponibile all’universo mondo, forse si possono avere problemi.
    Se pubblichi uno script o un programma, che faccia uso delle librerie di moonlight o di silverlight, e che decodifichi la stregoneria rai; e se ciascuno si prende una copia del programma e se la mette su un suo server *per uso personale* o degli amici piu’ cari, non credo si configuri un reato.
    E’ come aprire il portale ed incollare sul monitor un cartoncino nero nello spazio della pubblicita’: ancora non ci possono *obbligare* a guardare la pubblicita’… :)

  456. Maria says:

    Ma scusa anche le tecnologie che sono nei televisori sono proprietarie che differenza c’è ? Poi comunque io la Rai la vedo dal portale anche sul mio Mac . Certo che vederla con il player preferito è meglio ma se stanno bloccando solo le dirette e non i contenuti in vod ci sarà qualche motivo logico. Inoltre noto che le dirette sono tutte bloccate tranne rainews24. Secondo me ci sono motivi connessi con i diritti dei programmi che vanno in diretta che non sono tutti proprietà della rai. Cosa ne pensate ? Non potrebbe essere così ?

  457. Bob says:

    Maria, certo che le tecnologie dei televisori sono proprietarie ma il segnale che decodificano è pubblico, e, nel nostro caso, pagato dagli abbonati Rai e dai contribuenti. La scelta della Rai pone dei limiti proprio alla fruibilità del segnale (in questo caso in forma di streaming). Suppongo che sul tuo MAC tu abbia installato tutti i plugin “obbligatori”.

  458. Riccardo says:

    @Maria

    No, secondo me è solo un problema di introiti pubblicitari. La RAI – o chi per lei – incassa soldi dai propri sponsor anche per le dirette sul web. E vuole che chi accede agli stream veda la pubblicità. La coincidenza dei nuovi filtri con sanremo non è casuale.

    Ricordo ad esempio che ultimamente il Mondiale di F1 non era visibile in streaming anche prima di questi blocchi. Appariva un filmato con cui si avvertiva che il contenuto non era disponibile: non disponibile nemmeno accedendo via browser. Qui c’entrava evidentemente la faccenda dei diritti.

    Per quanto riguarda RAINews 24, è un canale che è on line da sempre: evidentemente la RAI ha deciso di lasciare questo servizio – esclusivamente d’informazione – liberamente fruibile.

  459. nowardev says:

    io lo rimetto tanto perche magari qualcuno possa scrivere.

    rai-net@rai.it

    qui potete lamentarvi.

    I commenti che danno in parte ragione o cmq giustificano la rai non hanno senso. Loro sono pagati da noi. fine. quindi devono permettere la visione dei filmati anche da parte di utenti linux. Questo è un soppruso bello e buono. discriminatorio direi.

    La pubblicità ce la assorbiamo gia direttamente quando si vede la tv oltre al fatto che sti s***zi sono pagati non vedo perche mi devo assorbire quella pubblicita ulteriore che poi manco guardo.

  460. Ernesto says:

    Per onestà, devo dire che da oggi riesco a vedere i canali in diretta anche da linux, con firefox 3.6.2 pre e moonlight 2.99.03.
    Ieri non si riusciva.

    Però sono ancora motivato, perchè voglio riuscire a vedere i canali in mobilità su piattaforma maemo5 (n900) – che non ha in atto un port di moonlight.
    Pertanto o me lo compilo (boh?) o serve uno degli hack.
    Anzi mi piacerebbe fare il porting di uno degli script/applicazioni, tipo riport di Pietro Battiston, se mi autorizza… ;)

    Quanto alla applicazione facebook di mitm, funziona molto bene da desktop, ma su piattaforma maemo, per quanto il browser generalmente non dia problemi, non riesco a vedere tutti gli elementi della drop-down list dei canali, ed in particolare mancano tutte e quattro le dirette rai dalla lista.

  461. @Ernesto: con riport puoi farci quel che vuoi (anche perché la licenza è la GPL)… ma per ora ci fai poco! Comunque, qualora funzionasse, non vedo che tipo di porting dovrebbe essere necessario (ma sarà che di maemo non so quasi nulla).

    Se ho capito bene, mitm e zibri sono attualmente gli unici a riuscire ad ottenere lo stream, e sempre se ho capito bene si tengono ben stretto il metodo che hanno usato; quindi per ora non ho novità.

  462. mitm says:

    @ernesto
    sei sicuro di utilizzare l’applicazione giusta su maemo?
    http://apps.facebook.com/tv-player/

    c’è anche un’altra app all’indirizzo
    http://apps.facebook.com/tvplayer/
    che per il momento nn permette di visualizzare i canali rai (sono alle prese con la dll Rai.Client.Services.Security ma per ora buio quasi totale)
    non vorrei che erroneamente stessi utilizzando questa

  463. Elim Garak says:

    Salve… So che è una domanda idiota ma…
    NOn è che con i vostri script riuscite a creare un feed mms?
    Mi spiego.
    Io non ho antenna, né parabola.
    Fino a qualche tempo fa, per vedere la RAI sulla mia TV mandavo il segnale via DLNA alla mia PS3 usando PS3Mediaserver o Tiversity.
    Ora, ovviamente, non si può più.
    Non sono iscritto a Facebook (e lo so… quanti cavoli che voglio!) e uso Windows.
    C’è qualche soluzione per me o è meglio che mi metta l’anima in pace?
    Grazie mille!!!

  464. mitm says:

    @ pietro battiston
    nessun problema a spiegare il metodo che sto usando e a mettere a disposizione codice..basta trovare una sede adatta

    come ho detto in precedenza posso anche mettere su una paginetta php esterna a facebook in modo che possa essere interrogata dai vari script (come soluzione alternativa fino a che il reversing della dll nn viene ultimato)

  465. Luker says:

    hei, se volete vedere il codice disassemblato e bello pronto in C# usare .net Reflector.
    a me non funziona sotto wine, quindi mi sa che bisogna usare windows… ma almeno vedi il codice perfettamente.

  466. @mitm: beh, sarebbe decisamente utile, sì :-)

    Il mio indirizzo email poi l’ho già scritto…

  467. Ernesto says:

    @mitm: perdirindirindina! Avevi ragione, avevo dimenticato il trattino… Ora si vede l’intera lista di canali, ma purtroppo il lettore video non si apre. Grazie per il link, sotto, comunque, per aprire in un lettore esterno!
    Comunque, l’idea del php esterno, senza facebook, mi sembra migliore, in maniera da poter usare un lettore più leggero di quello che compare su facebook.

  468. nTuxer says:

    @mitm

    Lo script php mettilo su torrent o rete Ed2k/Kad, che poi ci pensiamo noi a farlo girare. Almeno lo si può provare.

    Ciao

    P.s.

    Io fino a ieri usavo uno script in perl disponibile su sourceforge, che utilizza qualcosa lato server. Ma da oggi non va più.

  469. Luker says:

    @Antani:
    questa è tutta colpa tua!
    la prima funzione prende la stringa come la conosciamo, e un numero random.
    carattere per carattere fa binario(carattere) XOR binario(num_random)
    poi c’è un append di “;numero_random”, in modo da poter tornare indietro…
    ora vediamo che fa la seconda funzione…

  470. linuser says:

    Uhm … la soluzione lato server può essere più semplice da implementare ma è altrettanto facile da mandare a pu**ane senza neanche ammazzarsi : innanzi tutto si accorgerebbero ( si sono accorti ) dell’ammontare di richieste provenienti da un solo IP ( che poi è quello che sarà successo con quel portale str**** (dot)de che ricalcava la medesima struttura del sito rai ) , poi basterebbe rafforzare i controlli sul cross-domain-access ( peraltro già presenti ) e impedire alle richieste provenienti da un IP di essere evase e redirette verso un IP diverso …

    A dirla tutta avranno rafforzato i controlli sugli streams proprio a causa delle varie implementazioni lato server che redistribuivano i contenuti RAI per mezzo mondo.

    La soluzione migliore è uno script lato client che impedisca l’utilizzo lato server … altrimenti teniamoci quell’obrobrio di moonlight.

  471. Luker says:

    la seconda funzione è simile:
    data la stringa “a” dalla prima funzione, e la stringa “b”=”errore di calcolo”
    per tutta la lunghezza… {
    i=1
    j=0
    a[i]=a[i] XOR b[ij]
    i++
    j=0
    if j = b.length {
    j=0
    }
    }
    e poi il classico base64
    credo sia così…
    ora se qualche anima buona vole provare a tradurlo in python….

  472. Luker says:

    err… prima era a[i] XOR b[j]
    e anche i parte da 0, non da uno… sry, ho fatto di fretta…
    in sostanza è il cifario di vigenere
    http://it.wikipedia.org/wiki/Cifrario_di_Vigen%C3%A8re

  473. mitm says:

    @luker
    stai utilizzando .net reflector? cosa intendi per
    > la stringa come la conosciamo
    se vuoi possiamo sentirci su amsn
    mitm.at.hotmail.dot.it
    per la traduzione in pitone o simili

  474. Luker says:

    so ho usato il reflector.
    la stringa di base è sempre quella:
    anno;id_trasm;giorno-mese-random(1234)-ora-minuti-secondi-random(1234)
    python non lo conosco, per cui non saprei esserti d’aiuto, sry.

  475. mitm says:

    ok mi bastava sapere il formato della stringa
    $tokenstring = $YEAR . ‘;’ . $id . ‘;’ . $DAY . ‘-’ . $MONTH . ‘-’ . $random1 . $random2 . $random3 . ‘-’ . $HOUR . ‘-’ . $MIN . ‘-’ . $SEC . ‘-’ . $random4 . $random5 . $random6;

    vedo se riesco a fare qualcosa…
    poi mi spiegi come usare reflector…questo tool è una figata!

  476. mitm says:

    no aspetta…adesso sono 4 le cifre random?

  477. Luker says:

    beh, non è difficile da usare… io l’ho visto oggi per la prima volta…
    però qualcosa non mi funziona…. forse la seconda stringa non è “errore di calcolo”…

  478. Luker says:

    no, il random è da 0 a 1234

  479. Luker says:

    io sono arrivato a questo:
    MASKEDSTRING=`python < 16:
    j=0
    print y
    EOF`
    ma per me la stringa b non è “errore di calcolo”…

  480. Luker says:

    sry:MASKEDSTRING=`python < 16:
    j=0
    print y
    EOF`
    dannazione, non è proprio bello discutere dei cambiamenti nei commenti del blog….

    abbiamo un forum usabile o una char irc?

  481. Luker says:

    panic: non vedo tutto quello che posto!

  482. Andrea says:

    Per ora possiamo usare la chat irc://irc.freenode.org/#reallyannoying

  483. Andrea says:

    Lurker sto provando a capire dai tuoi post le due funzioni. Ma se vieni in chat è meglio, facciamo prima. La traduzione in Python la posso fare io io senza problemi, mi basta aggiornare lo script che ho linkato pochi post fa.

    PS: anche a me il blog dà problemi.

  484. Luker says:

    …ero riuscito a codificare/decodificare le vecchie richieste…
    come detto prima facevano xor con un numero random che appendevano alla stringa, poi xoravano di nuovo con la stringa “errore di calcolo”, base64 e via…

    han già cambiato, riusano smartassembly.

  485. luca says:

    condivido in pieno le motivazioni del vostro spostamento in altro forum o chat ma spero che comunque terrete aggiornati anche noialtri sostenitori morali :-)

  486. andrea says:

    @luca: visto che le condividi, le motivazioni, le spieghi anche a me?

    io penso non abbia senso alcuno tenere segreto il tentativo di reverse engineering. non si dice che la rai è la piú grande industria culturale del paese? non è di interesse pubblico questa lotta per accedere ai prodotti di quell’industria, pagati con i soldi dei contribuenti?

    io me ne sono andato dalla chat quando un paranoico si è messo a chiedere in giro chi conoscesse chi, per paura di infiltrati… io non partecipo a cospirazioni, ma a battaglie aperte, condotte sotto la luce il sole. altrimenti non mi interessa…

    ps: ora, con il nuovo offuscatore, tagliano fuori tutti i sistemi non microsoft, immagino per il gran finale del festivale nostrano. io, intanto, lavoro sulle api di mono per aggirare il problema alla radice, nella convinzione che l’esclusione dell’universo del software libero non sia politicamente accettabile, anche per la rai. vedremo.

  487. Ernest says:

    Fatto divertente del giorno: adesso compare la scritta”La visione del video è consentita solo dal portale Rai.tv” ANCHE ACCEDENDO DAL PORTALE RAI.TV!!!!!

  488. linuser says:

    @Ernest
    Firefox 3.6 + Moonlight 2.99 preview funziona perfettamente.

  489. maria says:

    Io accedo e vedo anche da Mac

  490. maria says:

    Andrea non è verro che sono tagliati i sistemi non Microsoft io da Mac vedo

  491. mitm says:

    grande luker, seguendo le tue istruzioni ero riuscito a ripristinare il funzionamento della mia applicazione..adesso xò nn funziona, mi sa che hanno cambiato di nuovo tutto

  492. skin79 says:

    @Ernest: funziona con moonlight, ma perfettamente è una parola grossa!
    Io devo tentare diverse volte prima di vedere lo stream, poi quando ci riesco le immagini sono poco fluide, c’è un evidente effetto di quadrettatura e ho uno dei due core quasi sempre vicino al 100%.
    Con vlc l’impegno varia tra 15 e 20% e le immagini sono più fluide e definite.

  493. Ernest says:

    Infatti ora funziona anche a me, ma fino a 1 ora fa no.

  494. maria says:

    @Andrea: qui non stanno proteggendo i prodotti della Rai , infatti il VOD dove c’è la certezza che i contenuti sono di proprietà Rai non c’è protezione e nemmeno su Rai News 24, mentre sulle dirette dove passano continuamente prodotti che non sono proprità di Rai, ad esempio le Olimpiadi, stanno proteggendo …….

  495. andrea says:

    @maria: mi dici che differenza fa se io accedo ai contenuti via silvercazz o via un altro player di mia scelta? se filtrano gli ip in base alla nazionalità, che bisgno hanno di obbligarmi a sottoscrivere un contratto con microsoft per farmi vedere le loro boiate?

  496. nowardev says:

    ok rai-qt di nuovo operativo
    va rai1 rai2 rai3 etc etc tutto tranne gli ultimitg

    http://kde-apps.org/content/show.php/Rai-qt?content=112093

  497. maria says:

    @andrea: il motivo è la registrabilità del flusso

  498. Raimondo says:

    la rai non si vede nemmeno sul portale

  499. maria says:

    Io la vedo

  500. skin79 says:

    Ho adattato lo script per python 2.6:
    http://pastebin.ca/1804027

  501. luca says:

    @andrea: alla luce di quello che dici credo di aver capito male il motivo per il quale andavano in chat.. pensavo che si trattasse solo di poca usabilità di questo blog, quindi per praticità.

    Ovvio che se il motivo era di tener segreto il reverse engineering o altre informazioni utili a chi sta lavorando per porre fine alla scandalosa gestione del sito RAI non mi trovo d’accordo.

    Penso di averlo già detto in qualche altro post… mi rammarico perchè non ho le capacità tecniche per collaborare perchè stimo molto chiunque stia lavorando a questo battaglia di vero interesse pubblico (come giustamente la definisci anche tu).

    E’ anche grazie a lotte simili a questa che esiste la libertà di informazione e la libertà in generale.

  502. andrea says:

    @maria: sarà, ma credo non sia impossibile fare un dump dello stream, e comunque non è una buona ragione per scegliere proprio quella tecnologia. su questo penso tu possa concordare. il problema è la tecnologia imposta.

    @luca: la chat è assai piú comoda. il problema semmai è di chi potrebbe essere tentato di usare l’offuscamento per impedire ai tipi di gaia di prevenire le nostre mosse…. cosa comunque vana, dal momento che….

    @skin79: sto cercando di replicare l’algoritimo in haskell, ma ancora non ottengo risultati positivi… cerco un mio bug (o ha già smesso di funzionare?)

  503. andrea says:

    @skin79: bug mio. ottimo lavoro!

    quindi siete riusciti a deoffuscare e decompilare, right?

  504. linuser says:

    @andrea,maria

    non solo la registrabilità del flusso , ma anche il redirecting del flusso verso il mondo attraverso un server che sta in Italia …

  505. andrea says:

    @skin79: non capisco perché state a calcolare un numero a caso anziché sceglierne uno a caso…

    per chi fosse interessato, qui c’è la mia versione haskell:
    http://gorgias.mine.nu/repos/hs-rai/

    si tratta anche di un codicillo per vidioregistrare …:-)

    il demone per registrare (vcrd) deve essere lanciato da root (scrive in /var/cache/vcr/*)

    il codice per impostare le registrazioni, invece (vcr), richiede, per essere lanciato da semplice utente, che /var/cache/vcr/progs/ sia scrivibile da chiunque.

    per guardare la diretta si usa tv. lanciandolo viene mostrata la lista dei canali.

    per compilare:
    ghc –make -Wall rai.hs
    ghc –make -Wall tv.hs
    ghc –make -Wall vcr.hs
    ghc –make -Wall vcrd.hs

    dipendenze:
    richiede GHC: http://www.haskell.org/ghc
    http://hackage.haskell.org/package/xml
    http://hackage.haskell.org/package/base64-string

    Il codice vero sta nella libreria VcrLib.

    si tratta di versione alpha
    ciao

  506. skin79 says:

    @andrea, il lavoro grosso l’ha fatto chi ha decifrato la dll, credo Luker ma probabilmente anche altri, io ho solo fatto il backport da python 3.1 a python 2.6

  507. ice86 says:

    @skin79:
    una piccola nota sullo script… perchè usare subprocess.call in luogo di subprocess.Popen?

  508. skin79 says:

    Trovate una versione aggiornata dello script qui:
    http://openpaste.org/en/19354/
    con una lista dei canali piu completa.
    Scusate per gli eccessivi post.

  509. andrea says:

    ps: si tratta di un repository da prelevarsi con darcs… in alternativa VcrLib.hs deve essere nella directory dove compilate i singoli binari (tv.hs, vcrd.hs, etc).

  510. Flavio says:

    Complimenti a tutti! Ho linkato il nuovo script, ma immagino che non funzioni su Mac e Windows perché l’eseguibile VLC non è semplicemente “vlc”.

  511. maria says:

    @andrea: secondo me una tecnologia vale l’altra che cosa ha di diverso questa dalle altre ?

  512. luca says:

    Siete veramente eccezionali..
    Complimenti vivissimi a tutti!!!

  513. luca says:

    Funziona… ragazzi siete veramente eccezionali.. Complimenti vivissimi a tutti!!

  514. ice86 says:

    @Flavio:
    per Windows, c’è da installare python 2.6.3
    poi, se vlc è installato in C:\Programmi\VideoLAN\VLC
    si può utilizzare questo:
    http://dl.dropbox.com/u/3179807/RAImote%202.0%20pre_alpha%202.exe
    E’ brutto ma funziona. Il sorgente arriva presto.

  515. andrea says:

    paare che il commento con il link alla versione in Haskell che sopra proponevo sia in moderazione (penso per il troppi link che richiedeva), e forse lí rimarrà…

    per i temerari (non riporto nuovamente tutte le dipendenze), il link principale al repository darcs a cui mi riferivo sopra è questo:
    http://gorgias.mine.nu/repos/hs-rai/

  516. ice86 says:

    Ok, aggiunto il sorgente.
    Per gli utenti di Windows, installare prima Python 2.6.3 da http://www.python.org/ftp/python/2.6.3/python-2.6.3.msi e poi la gui per Windows dello script python:
    http://dl.dropbox.com/u/3179807/RAImote%202.0%20pre_alpha%202.exe
    Il sorgente è nel pacchetto.

  517. spanna says:

    Beh, solo per dire che ho contato un po’ di post: dalle 8 di stasera piu’ di una decina di persone hanno partecipato a questa discussione; per un Sabato sera, niente male. Niente male davvero.

    Mi sono appena guardato “I Love Radio Rock” (http://www.mymovies.it/film/2009/iloveradiorock/) e, che ci crediate o no, non e’ per nulla off-topic.

    Io, la mia Kubuntu e tutti i miei 45 anni auguriamo una buona notte ai partecipanti al thread. Per qualsiasi motivo vi abbiano partecipato. A me la farete passare sicuramente migliore.

  518. skin79 says:

    Suggerimento per gli utenti windows: si può usare lo script linkato all’inizio per python 3.1 anche con windows avendo cura di modificare la variabile di ambiente Path aggiungendo i percorsi di python e vlc. Ad esempio su xp, per i meno esperti:

    Pannello di controllo -> Sistema -> Avanzate -> variabili d’ambiente
    Nelle variabili di sistema selezionare la variabile Path poi modifica
    e modificare il valore della variabile aggiungendo alla fine i percorsi di python e vlc, per esempio
    C:\Python31\;C:\Programmi\VideoLAN\VLC
    Fate attenzione di separare i valori con il ;

    @spanna: sono a casa con l’influenza ;)

  519. bagl0312 says:

    Scusate non conosco python :(
    Vorrei fare la connessione attraverso un proxy socks5 (localhost:port), potete immaginare perche’ ;)

    Volevo chiedervi se esiste una opzione da passare quando si apre la connessione:
    date_connection = httplib.HTTPConnection(….)
    ??

    con curl bastava fare:
    curl –socks localhost:port -A $AGENT etc…

    Con python come si fa ??

    Grazie in anticipo !

  520. Io ho aggiornato:

    http://www.pietrobattiston.it/riport

    A scanso di equivoci, la chat
    1) è incomparabilmente più comoda del commenti di un post (senza feed!)
    2) non è affatto segreta!

  521. walpis says:

    su windows con jstreamtv 1.5 la rai si vede

  522. Lumaga says:

    Confermo walpis. Vedo tutti i canali rai su windows con jstreamtv 1.6

  523. Andrea says:

    La versione per python 3.1 l’avevo fatta io. Non pensavo potesse dare tutti questi problemi. Lavorando su debian sid in genere sono abituato ad avere sempre tutto aggiornato sui repository.

    In ogni caso ringrazio chi ha fatto il porting per 2.6. Un lavoro frutto della collaborazione di tutti. :)

  524. Ernesto says:

    …e pensare che a me personalente della tv non me ne importa un fico secco! Mi interessa il principio, e mi piace “stare” con persone intelligenti e libere (così magari divento più intelligente e libero anch’io :) )

  525. @Andrea: a proposito, avrei bisogno di sapere se lo script è DFSG-compliant…

  526. sergio says:

    grazie mille a tutti confermo ankio con pyton e con jstream si vede :) continuate cosi! ;)

  527. mitm says:

    nn so se può servire a qualcuno..qui c’è un port dello script in php, per l’utilizzo attraverso una pagina web:
    implementazione: http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer_web.php
    sorgente: http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer_web.php.txt

    qui il port sempre in php ma x l’utilizzo da riga di comando:
    http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer.php.txt
    per utilizzarlo:

    scaricare il file
    # wget http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer.php.txt

    rinominare in .php
    # mv tvplayer.php.txt tvplayer.php

    settare attributo execute
    # chmod +x tvplayer.php

    lanciare
    # ./tvplayer.php

    (complimenti a tutti per l’ottimo lavoro)

  528. maria says:

    @mitm: continuo a ribadire che lato server non si può fare un servizio così. ti consiglio di spegnerlo prima che o la Rai o Mediaset (più probabile) ti denuncino

  529. enry says:

    Per usare lo script python sulla mia distribuzione Linux (della famiglia rhel5/centos5.4) (dove moonlight 2.x manda in crash firefox) ho dovuto fare qualche piccolo aggiustamento per adattarlo alla versione 2.4.3 di python:

    partendo dallo script di skin79 per python 2.6
    alla linea 88 e 117 bisogna mettere str invece di bytes
    poiche io non uso vlc ma il player kaffeine alla linea 123 ho messo

    subprocess.call([vlcdir+"kaffeine", mms])

    ovviamente perche kaffeine non ha una opzione “–http-user-agent” che credo sia inutile anche per vlc perche’ gia’ contenuta nell’header della connessione.

  530. @maria: ognuno si fa i suoi calcoli. Se vuoi discuterne, mi trovi via email e spesso in chat. Ma non è carino partire dal presupposto che siamo cretini.

  531. nessuno says:

    @mitm: se levi quei cavolo di servizi server side vedrai che la smettono di cambiare il token continuamente . sono qui tipi di accesso che si vogliono evitare e non quelli dei singoli . perchè non li spegnete e la facciamo finita ?

  532. maria says:

    @pietro battiston: non penso che siete cretini … assolutamente . era solo un suggerimento

  533. mitm says:

    @maria: nn capisco perchè dovrebbero denunciarmi..nn trasmetto niente dal mio server, e gli url che l’applicazione utilizza sono di pubblico dominio..
    per quanto riguarda mediaset(che poi si riduce a canale5 dato che è l’unico canale che a tratti si riesce a visualizzare), se mms://live.wm.p1.str3.com/003000_bc_v365_mediashopping_mi (canale5) è un flusso autorizzato o meno da mediaset stessa, io nn posso saperlo..ma l’url io l’ho ricavato senza far niente di illecito..

    per quanto riguarda rai, credo che se è illegale bypassare il portale e silverlight, lo è tanto lato server che lato client; certamente lato server sei + esposto ma nel mio caso specifico gli utenti che usano “assiduamente” l’applicazione sono talmente pochi che nn credo rappresentino un problema..
    inoltre si tratta prevalentemente di utenti linux che come me hanno difficoltà a fruire dei servizi direttamente dal portale rai, vuoi perchè hanno problemi con moonlight, vuoi perchè il portale è pesantissimo e nn tutti hanno dei supercomputer in casa (ti parlo per esperienza personale, a parità di hardware la stessa diretta che con mplayer vedo in maniera fluida con silverlight la vedo a scatti e con moonlight mi va bene se nn mi crasha il browser web – vero è che ho un hardware a dir poco obsoleto…ma questo ho e questo mi tengo)

    #nessuno: nn c’è alcuna differenza lato mediapolis.rai.it tra una richiesta fatta dalla mia pagina php e una fatta dallo script in python…ti torna? chiudere l’applicazione nn avrebbe alcun senso, a meno che nn si smetta anche di utilizzare i vari script e ci si rassegni ad utilizzare tecnologie proprietarie..
    no grazie!

  534. skin79 says:

    @mitm: da un punto di vista tecnico puoi anche avere ragione a dire che dal tuo server non trasmetti niente, però da un punto di vista dell’ “aspetto”, se cosi vogliamo dire sembra che dalla tua pagina tu stia proponendo contenuti di terzi, questo è l’effetto dell’embedded player. Da un punto di vista del risultato pratico è come dire: “La rai si vede anche andando sul tal sito”. Quindi credo che la rai possa chiedere alle autorità di far chiudere il sito ed eventualmente prendere provvedimenti.
    Se invece io mi scarico uno script e lo eseguo sul mio pc la rai non può dirmi niente e in teoria non dovrebbe neanche venirlo a sapere.
    Concludo dicendo che tra lato client e lato server c’è una bella differenza, a mio modesto parere.

  535. mitm says:

    @skin79: quindi secondo te togliendo l’embedded player e lasciando il link “apri con un lettore esterno” dovrei stare tranquillo? è solo il lettore integrato il problema?
    credo che in rai sappiano bene che i flussi che l’applicazione mette a disposizione sono flussi provenienti dai loro streaming servers, e nn dal mio(se loro spengono, l’applicazione smette di funzionare..), ed è per questo che stanno cercando in tutti i modi di proteggerli piuttosto che dare battaglia ai vari siti e applicazioni esterne..è inutile chiudere un sito se poi continua ad esistere un’alternativa efficace per accedere ai contenuti..che ci sia un sito che fa collegare 10 utenti “illegalmente” o che ci siano dieci clients che si collegano illegalmente utilizzando scripts, per rai il danno è lo stesso(bypassi il portale, bypassi silverlight, bypassi i loro spot, e puoi fare cmq il dump dei flussi)
    è proprio per questa ragione che ho dei dubbi sul fatto che rai nn possa dirti niente se esegui uno script per accedere ai contenuti “protetti”..
    infine sul fatto che nn possano sapere se utilizzi script a loro avviso illeciti, ti posso assicurare che vedono chiaramente se utilizzi silverlight o meno..

  536. maria says:

    @mitm: FIDATI lo stanno già facendo chiudi quel server

  537. mgiacome says:

    @mitm: sicuramente non è il tuo caso, ma le ragioni della Rai si possono comprendere meglio se consideri, per esempio, un sito che offre un servizio paragonabile al tuo ed ospita banner pubblicitari. In quel caso sta facendo soldi utilizzando contenuti e banda appartenenti ad altri e, molto probabilmente, sta commettendo un illecito. Senza contare il diverso impatto: i siti web sono utilizzabili da chiunque senza sforzo e possono comportare un cospicuo calo di contatti per il portale ufficiale. Gli script, quasi sicuramente, vengono usati solo da chi ha macchine unix o processori troppo lenti per Silverlight. Nel primo caso si tratta, purtroppo, di un’esigua minoranza. Nel secondo sarebbero comunque esclusi dalla fruizione dei contenuti. Problema ancora diverso è quello della ritrasmissione all’estero della programmazione via script. In questo modo utilizzo la mia banda ma non so se la Rai possa chiamarsi completamente fuori da una eventuale contestazione da parte di un possessore di diritti per l’estero. Ovviamente il filtro può essere aggirato in molti altri modi, ma non credo altrettanto semplici ed efficienti. Soprattutto, le altre modalità, non comporterebbero una inadempienza nella protezione del contenuto da parte della Rai.
    Colgo l’occasione per complimentarmi con tutti per la bravura dimostrata sul problema tecnico. Le questioni morali (e legali) sono più complicate: nel mio caso mi giustifico dicendo che il PIII dei miei figli non ce la fa proprio con moonlight e neanche il mio, ormai vecchio, AthlonXp riesce a cavarsela troppo meglio :)

  538. Ernesto says:

    Curiosità: ma usando un proxy italiano, si riescono ad aprire le dirette rai dal portale, con silverlight?

  539. peep says:

    hanno già provveduto a cambiare qualcosa….

  540. slack ruez says:

    Già…

    secondo me c’è qualche simpaticone che è pagato per divertirsi :-D

  541. Ernesto says:

    con moonlight funziona ancora

  542. @Ernesto: a me no, come puoi vedere…

  543. Leave a Reply says:

    Hanno gia’ cambiato qualcosa, il sistema non funziona piu’… uff…

  544. GianniG9 says:

    Salve a tutti.
    Non entro in merito al lato tecnico della possibilita’ di scaricare lo streaming della Rai e quali possono essere le conseguenze legali di una forzatura con tentativi di cattura con script o programmi vari, certo e’ che se pongo un “ripetitore” non autorizzato forse quelle conseguenze possono esserci.

    Voglio farvi conoscere una realta’ a dir poco strana della politica della Rai.
    Per lavoro sono spesso all’estero in Europa per periodi di tempo che vanno da qualche giorno a qualche settimana. A tal proposito smontando un decoder satellitare e riciclando i pezzi ho ricostruito un oggetto di dimensioni piccolissime da portare con me per vedere i programmi italiani. Non trovo sempre un attacco d’antenna (solo in alberghi delle grandi citta’ con televisione satellitare in camera), ebbene, portando ad esempio la radioRai, il comportamento e’ a dir poco sconcertante: la trasmissione del calciominutoperminuto, su RadioUno e su Isoradio e’ oscurata, ma se sintonizzo RaiInternational sento il calcio salvo gli spot pubblicitari che sono oscurati con musica.
    Su RaiSportSat e’ ancora piu’ curioso, prima di diventare RaiSpot+ alcune manifestazioni erano in contemporanea sia su Raisport che su Rai2 oppure su Rai3, su questi ultimi erano criptate (come indicato da televideo pagina 517), mentre su raiSportSat si vedevano……….. ASSURDO…….

    Parliamo dello streaming.

    Ora io mi chiedo, perche’ se sono all’estero non mi e’ possibile connettermi con internet con i programmi Rai?
    Ci sono da parte Rai due tipi di codifica: una per il satellitare e una per il terrestre, poiche’ il server e’ in grado di riconoscere tramite IP se il collegamento e’ nazionale o internazionale sarebbe in grado si selezionare quale inviare, vi assicuro che la fattibilita’ e’ semplicissima, basta volerlo!

    Perche’ devo obbligatoriamente usare Windows per vedere la Rai in streaming?
    oltretutto la scelta di Moonlight non e’ mia ma imposta dal sito della Rai, quindi sarebbe gradito che cio’ avvenisse.

    Io credo che al di la’ dei diritti ci sia una chiara e sospetta NON volonta’ per motivi oscuri o forse MOLTO chiari, di risolvere il problema Linux.
    Vedo l’accanimento con cui si vuole obbligare l’utente ad usare SilverLight oltretutto qust’ultimo viene installato su Firefox, (vedi i plugin) e allora cosa diavolo vogliono…………

    Ci sono tutti gli strumenti, non occorre inventare nulla basta che la Rai lo voglia e lo faccia.

    Finisco la mia filippica qui’. Saluti a tutti.

  545. rolly says:

    Ma tu dimmi ‘sti cazzoni che non hanno altro da fare che prendersela con chi non si allinea…
    Ma sono fiducioso sulle capacità della comunità, chissà che riusciremo a vedere sul pc almeno la fine di PresaDiretta.
    Complimenti ancora, davvero.

  546. kornell says:

    Non va + nemmeno a me.

    P.s.

    In merito alla discussione sulla liceità o meno dello script di mitm, di fatto esso si limita a fornire un semplice url: nulla di più.

    La stessa cosa fa ad esempio Minutube, tanto per rimanere da queste parti.

    Ed esiste qualcosa di analogo on line sempre per youtube: il downloader/script di Max Demian, diventato poi un’ estensione ufficiale di Mozilla Firefox.

  547. Kowalsky says:

    Ciao a tutti, da un po’ seguo il forum ed e’ pieno di spunti (e script) interessanti che ho usato finora per vedere il sito Rai. Complimenti.
    Io uso una Mandriva 2008.1 + Moonlight 2.0 (la 2.1 e la 2.99 alpha non mi caricano il palinsesto). Quando gli script sono bloccati (come ora) con Live HttpHeaders prendo, a mano, il link dello streaming appena collegato e lo uso con Kmplayer che funge benissimo.
    Poi chiudo la finestra del browser, e la mia CPU riprende fiato.
    Non e’ che con uno script GreaseMonkey si riesce ad automatizzare il tutto?

  548. mitm says:

    http://apps.facebook.com/tv-player/ funziona ancora..adesso mi rimetto su reflector e vediamo di che morte si muore…

  549. Giulia says:

    Errore di calcolo = old
    uotyawehtgnikcehc = new

    Sostituire in rai.py

  550. kowalsky says:

    @Giulia: Sei un fenomeno….. ho modificato al volo uno script bash che ho sulla Mandriva e rivedo tutto senza browser…

    Grazie

  551. Comix says:

    @Giulia: Funziona!

    Per gli utenti Windows alla riga 13 potete mettere la path verso VLC:
    ES: vlcdir = “C:\\Program Files\\VideoLAN\\VLC\\”

  552. Giulia says:

    I ragazzi di gaia leggono questo blog o comunque traggono spunto dagli script perche hanno fatto una modifica molto molto furba che puo’ essergli venuta in mente solo attraverso la lettura degli script.
    Hanno lasciato ‘Errore di calcolo’ ma lo sostituisono con una costruzione di stringa
    carattere per carattere (addString o qualcosa di simile) , ma stiamo ancora parlando di un cifrario di vignere’ usato e di security by obscurity (perche il codice e’ difficile da leggere) quindi niente di nuovo sotto il sole.

    Secondo me il peccato originale e’ stato fare il token troppo semplice all’ inizio , ora fanno passetti piccoli e con un po’ di strategia e’ facile seguirli, se avessero fatto un salto lungo fin dall inizio ci saremmo scoraggiati , ora hanno dimostrato che si puo’ fare e hanno “gasato” la community.

  553. urgh says:

    Io non ho mica capito cosa sostituire :-)

  554. urgh says:

    Edit:

    ops ok, ci sono.

    Grande Giulia ;-)

  555. FreeMem says:

    Grazie Giulia funziona, anche con puppylinux 100mb di S.O.

  556. newlinuxuser says:

    Grazie Giulia, funziona.

    Ma potresti dirmi come si trova la chiave, dato che la cambieranno prestissimo?

  557. andrea says:

    nuova versione haskell online.
    http://gorgias.mine.nu/repos/hs-rai/

    qui i binari, per linux:
    http://gorgias.mine.nu/repos/hs-rai/compilati/

    vi serve tv, per la diretta.

    ciao

  558. luca says:

    @Giulia
    funziona alla grande…sei geniale davvero!! grazie

  559. mitm says:

    private void a()
    {
    if (1 != 0)
    {
    }
    StringBuilder builder = new StringBuilder();
    builder.Append(‘u’);
    builder.Append(‘o’);
    builder.Append(‘t’);
    builder.Append(‘y’);
    builder.Append(‘a’);
    builder.Append(‘w’);
    builder.Append(‘e’);
    builder.Append(‘h’);
    builder.Append(‘t’);
    builder.Append(‘g’);
    builder.Append(‘n’);
    builder.Append(‘i’);
    builder.Append(‘k’);
    builder.Append(‘c’);
    builder.Append(‘e’);
    builder.Append(‘h’);
    builder.Append(‘c’);
    this.g = builder.ToString();
    }

    in pratica hanno lasciato this.g = “errore di calcolo” per depistarci e poi lo rimpiazzano senza ritegno alcuno poco dopo…
    mah..nn credo che leggano il blog xkè sennò si impegnerebbero di +..oppure ci stanno semplicemente sottovalutando :D

  560. rEvol says:

    Non so quanto sia sano postare tutto quì..
    comunque, pacchettino .deb per ubuntu e debian sid.
    Con un pò di tempo a disposizione aggiorneremo il tutto.
    http://revol.altervista.org/node/53

  561. Andrea says:

    Mi sembra palese che stanno seguendo questo topic. E’ un chiaro tentativo di rendere più “difficile” (per modo dire…) il deassemblaggio.

    Io ho pronta la versione 0.3 dello script con la nuova key e con supporto ai video on demand (i contenuti non in diretta).

    http://openpaste.org/en/19374/

    ps: per la prossima a mio parere è il caso di decidere dove postare lo script. Qui direi che stiamo solo facendo il loro gioco.

  562. kornell says:

    Mhà, a mio parere non ha senso postare lo script da altre parti.

    Se fosse vero che seguono questo blog, anche loro seguiranno la discussione altrove.

    La soluzione proposta porterebbe poi a nascondere il codice, e questo non va bene.

    Le uniche cose sensate da fare sono 2:

    continuare fin dove è possibile a scriptare;

    protestare con la rai.

    Per la prima io purtroppo non posso dare una mano.

    Ma per la seconda ho già fatto la mia parte.

  563. Ernesto says:

    Io penso che Gaia srl finirà per assumere Giulia :)

  564. Luker says:

    non cercano di fermarci….
    continuano a romperci le scatole in modo che non possiamo raggiungere una grande distribuzione… se cambiano il metodo ogni giorno rompono le scatole a noi e agli utenti dei nostri script… a loro basta quello…
    a questo punto bisognerebbe mettere su un server con dentro lo script in python, e distribuire gli script in bash o cos’altro che controllano se lo script sul server è cambiato, in caso lo scaricano, e lo usano…

    il problema è a livello legale (forse? nun so…)

  565. mgiacome says:

    A livello legale la situazione mi sembra complicata e non so se è il caso di affrontarla in questo topic. Per il reverse engineering dovrebbe valere l’articolo 5 del Dl.vo n°518 del 1992 e dato che si parla di interoperabilità con altri programmi dovremmo essere nel lecito. Non so se la limitazione alla fruizione solo dal loro portale possa avere un fondamento legale ma non credo. Sicuramente la pratica del deep linking può non essere gradevole ma, che io sappia, non c’è giurisprudenza in merito, almeno in Italia.
    Tutto sommato penso che siamo in una situazione lecita, almeno fintanto che non si agisce a scopo di lucro. Detto questo, non vorrei che la giurisprudenza la creassero proprio su questo caso…
    @ Luke88: mi sembra che nel tuo script vada fatto l’escape degli spazi che possono apparire nel token di autenticazione. Almeno, per alcuni contenuti di archivio ho dovuto farlo.

  566. Luke88 says:

    @mgiacome:
    uh? nel base64 finale non ci dovrebbero essere spazi, e nelle trasformazioni intermedie tutto è gestito carattere per carattere, quindi non ho capito dove hai messo l’escape…
    per l’url dello stream non mi serve, è racchiuso tra virgolette e in bash questo è sufficiente…

  567. luca says:

    credo sia interessante leggere il “Contratto di Servizio 2007-2009 – TRA IL MINISTERO DELLE COMUNICAZIONI E LA RAI S.P.A.” http://www.segretariatosociale.rai.it/regolamenti/contratto2007_2009.html

    notare che all’Articolo 6 “offerta multimediale” comma 3 lett.b) La Rai si impegna, per quanto riguarda l’offerta di contenuti sui propri siti, a “rendere disponibili, compatibilmente con il rispetto dei diritti dei terzi ed escludendo ogni sfruttamento a fini commerciali da parte di terzi, i contenuti radiotelevisivi trasmessi nell’ambito dell’offerta televisiva e radiofonica di cui all’articolo 4, comma 1, e all’articolo 5 direttamente dal portale Rai.it agli utenti che si collegano attraverso internet dal territorio nazionale e risultano in regola con il pagamento del canone di abbonamento Rai, nel rispetto del principio di neutralità tecnologica”.

    Notare la dicitura “NEUTRALITA’ TECNOLOGICA” ripetuta anche altre volte nel contratto..

  568. Superciuk says:

    Grandissimo lavoro ragazzi !
    Grazie di tutto .

    Ho testato il pacchetto rai-0.1.deb su squeeze e funziona bene ho poi sostituito lo script rai.py con la nuova versione 19374.txt rinominata e anche qui va.

    Anche i singoli script eseguiti singolarmente sono perfettamente funzionanti per ora .

    bye

  569. kornell says:

    Uhm… ho postato stamattina, ma a quanto vedo non ci sono.

    Ci riprovo ora.

    L’intervento di luca poco sopra è importante.

    Il secondo passo da fare è quello di inviare email di protesta alla RAI, magari allegando l’art. citato sul principio di neutralità tecnologica: una contraddizione in termini, dato che silverlight di neutrale ha poco o nulla.

    Se questi cambiano di nuovo il token, magari utilizzando qualcosa di + complesso, siamo tagliati fuori definitivamente. Prima che ciò avvenga, facciamo sentire le nostre ragioni. Altrimenti tutto questo sarà servito a poco.

  570. andrea says:

    @luca: interessante, questo: “utenti che si collegano attraverso internet dal territorio nazionale e risultano in regola con il pagamento del canone di abbonamento”…

    quel che non capisco è: chi non ha apparecchi televisivi, e quindi non deve pagare il canone (è il mio caso), non può accedere al sito della rai?

    strano, perché non mi pare di aver letto nulla del genere, sul sito…. o forse io posso comunque considerarmi in regola?

  571. Andrea says:

    Ci vuole una mail scritta da un avvocato o comunque di qualcuno avvezzo alla terminologia giuridica…

    Le nostre mail “normali” finiscono nello spam, lo sappiamo tutti.

  572. euge says:

    Se i miei conti tornano, GAIA interverrà nuovamente con una nuova modifica prima delle 19.00 così da non permetterci di vedere le olimpiadi, se il problema dovesse essere questo potrebbe essere che fra 8 giorni torna tutto alla normalità.

  573. andrea says:

    il sito rai.tv non ha alcuna condizione di utilizzo specificata…

  574. mirko says:

    ragazzi ma perchè quando avvio lo script mi dà l’errore cannot pre fill buffer?

  575. davide says:

    @Andrea
    non ho ben capito come funziona per i contenuti on-demand.

    Comunque la rai sta sbagliando candeggio… così non va, ed è ovvio che abbiamo ragione noi PUNTO.
    d

  576. Andrea says:

    Esempio di VoD:

    python rai.py http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-b53ef981-a508-4578-a54d-bd474d19b1f1.html?p=

    per far partire una puntata di AnnoZero.

  577. riccardo says:

    @Andrea

    No, non servono avvocati per scrivere una email alla rai.

    Se gli arrivano 20 mail possono anche considerale spam. Ma se sono 100, 200, 300, 500…. MILLE, non possono più far finta di non capire.

    Forza dunque, all’arrembaggio.

  578. luca says:

    il controllo dovrebbe essere a carico dell’Autorità per le Garanzie nelle Telecomunicazioni http://www2.agcom.it/provv/d_481_06_CONS.htm.

    CHE Gaia.srl (o la RAI) non stia rispettando diritti elementari di non discriminazione è quasi certo!! Tutto sta vedere in quale sede ed attraverso quali mezzi denunciarlo… come giustamente dice Andrea le nostre mail normali vengono cestinate.. Secondo me bisogna sensibilizzare qualche associazione autorevole che promuova la cosa.

  579. skin79 says:

    @andrea:

    http://www.abbonamenti.rai.it/Ordinari/faq.aspx
    “Secondo quanto dispone l’Art. 1 del R.D.L. del 21/02/1938 n. 246, il canone dev’essere corrisposto da chiunque detenga uno o piu’ apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualita’ o dalla quantita’ del relativo utilizzo (Sentenza costituzionale 12/5/1988 n. 535 – Sentenza cassazione 3/8/1993 n.8549).”

    Quindi chi ha un pc in grado di collegarsi al sito della rai, deve pagare il canone, anche se sul sito della rai non ci va. Ma basta anche la radio che hai in macchina o sul cellulare.

  580. andrea says:

    @skin79: una radio non è adattabile alla ricezione di trasmissioni radiotelevisive – ma solo di quelle radiofoniche.

    inoltre uno streaming non è una trasmissione radiotelevisiva – la quale è appunto una trasmissione su frequenze radio di un segnale televisivo. in altri termini, il possesso di un pc – salvo tu non abbia una scheda per la ricezione di trasmissioni radiotelevisive – non comporta il pagamento del canone. sul punto sono certissimo.

  581. skin79 says:

    @andrea: il pc è adattabile, come tu stesso dici attraverso una scheda esterna, quindi si, devi pagare.
    http://punto-informatico.it/1573821/PI/Lettere/si-paga-canone-rai-pc.aspx

  582. Anonymous says:

    Ragazzi perchè a me da questo errore? ho istallato python e rinominato il plugin come da istruzioni ma ecco cosa ottengo:

    C:\Python31>python rai.py RaiUno
    XktKVkBVEV5bG1hFVVhLXV9UVkpTVl4dQFQQR1lTW1RV

    Traceback (most recent call last):
    File “rai.py”, line 122, in
    subprocess.call([vlcdir+"vlc", "--http-user-agent=\""+agent+"\"", m
    File "C:\Python31\lib\subprocess.py", line 418, in call
    return Popen(*popenargs, **kwargs).wait()
    File "C:\Python31\lib\subprocess.py", line 646, in __init__
    errread, errwrite)
    File "C:\Python31\lib\subprocess.py", line 856, in _execute_child
    startupinfo)
    WindowsError: [Error 2] Impossibile trovare il file specificato

    Ho anche provato ad inserire all’interno dello script il percorso completo di vlc ma il risultato non cambia…
    Uso win7 32bit.

  583. Andrea says:

    Ho fatto dei test e ho scoperto il “bug” devi obbligatoriamente inserire uno \ alla fine.

    python rai.py -vlcdir=C:\path\to\vlc\ RaiUno

    Vedo di patchare questa cosa.

  584. andrea says:

    @skin79: hai letto bene? una tal adele chiodi, senza molta contezza di cose giuridiche, scrive una sua opinione, affermando:
    “Va detto che la definizione di adattabilità riferita ad un computer, che io sappia, non è ancora stata “collaudata” in tribunale. Ed è un peccato perché, come dici tu, essere obbligati a pagare qualcosa che non si vuole e non si utilizza sembra andare contro i diritti costituzionali del cittadino.”

    la tesi non sta in piedi ed infatti tra le faq della rai non si arriva a sostenere una simile bestialità. ora, un pc con sceda tv è adattabile, un computer senza scheda tv adattabile non lo è. ed i due, sono due apparecchi diversi.

    inotre, l’art. 27 della legge 223/1990 parla specificamente di apparecchi televisivi (la legge è successiva alla sentenza della corte costituzionale):
    “1. A decorrere dal 1° gennaio dell’anno successivo a quello di entrata in vigore della presente legge è soppresso il canone di abbonamento suppletivo dovuto dai detentori di apparecchi atti o adattabili alla ricezione di trasmissioni televisive a colori previsto dall’articolo 15, quarto comma, della legge 14 aprile 1975, n. 103.

    2. Il pagamento del canone di abbonamento alla televisione consente la detenzione di uno o più *apparecchi televisivi* ad uso privato da parte dello stesso soggetto nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora.”

    Per quel che concerne la radio: l’art. 24. Legge 27 dicembre 1997, n. 449
    comma 14 recita:
    “A decorrere dal 1o gennaio 1998, sono esonerati dal pagamento del canone di abbonamento e della relativa tassa di concessione governativa i detentori di apparecchi radiofonici purchè collocati esclusivamente presso abitazioni private.”

    LL’interpretazione che ne da la rai è di parte.

  585. Andrea says:

    http://openpaste.org/en/19387

    questa versione sistema la cosa dello “/” alla fine. Qualche utente Windows mi può dire se gira correttamente? (in teoria python dovrebbe sistemare da solo i “/” in “\”, ma per sicurezza meglio che qualcuno mi dia la conferma. Mi secca aprire wmware :))

  586. Andrea says:

    http://openpaste.org/en/19389/

    Ok fatto da solo versione testata anche su Windows. Funziona.

    Enjoy, scusate la fretta ma correggere bug da lavoro non è proprio la miglior condizione :)
    In ogni caso chi non utilizza il parametro -vlcdir può tranquillamente tenersi la 0.3 di prima.

  587. luca says:

    che Gaia.Srl (o forse la RAI stessa) stia marciando male è quasi certo.. basti leggere le linee guida dell’autorità per la vigilanza telecomunicazioni http://www2.agcom.it/provv/d_481_06_CONS.htm oppure i principi generali del testo unico della radiotelevisione http://www2.agcom.it/L_naz/dl177_05.htm.
    Come dice Andrea però le nostre mail normali vengono cestinate ..
    secondo me dobbiamo sensibilizzare qualche associazione autorevole e promuovere attraverso di loro la questione presso l’autorità di Vigilanza delle Comunicazioni che dovrebbe essere l’organismo presposto al controllo.

  588. skin79 says:

    @andrea: per il discorso radio hai ragione tu, non è più obbligatorio.
    Riguardo ai pc, un computer senza scheda non è adatto, però è -adattabile- collegando a una scheda, anche se la scheda in questo momento non la possiedo. Poi che non ci siano casi precedenti in tribunale non lo so e non mi interessa, magari io potrei essere il primo.
    Si può discutere sul fatto che la normativa sia vecchia e poco chiara e che vada contro i principi della costituzione. Non voglio dilungarmi oltremodo sull’argomento e non voglio convincere nessuno, concedetemi almeno il beneficio del dubbio.
    Riporto, per chi è interessato e ha voglia di approfondire la cosa, un articolo del 2008, a mio parere abbastanza attendibile, in cui si parla dell’argomento, liberi di farvi una vostra opinione.
    http://www.dirittodellinformatica.it/focus/consumatori/pc-telefonini-pagare-canone-rai-20080228123.html

  589. Anonymous says:

    grazie andrea, ora funziona!!!

  590. sergio says:

    ma kon il raimote?

  591. sergio says:

    ok ho risolto

  592. rick says:

    @andrea

    Un pc senza scheda tv è una apparecchio adattabile, quello con la scheda è “atto” a ricevere.

    C’è poi una sentenza del 2002 della Corte Costituzionale che ha messo la parola fine alla questione dell’obbligo del pagamento del canone.

    Ora che poi la rai ha messo su un portale in rete, un personal computer di per se è un apparecchio atto o adattabile a ricevere le trasmissioni televisive, a prescindere dalla scheda tv.

    Semmai oggi la questione interessante sarebbe questa:

    conta solo l’hardware o anche il software?

    Perché se con Linux non sono in grado di vedere le dirette rai, il mio pc non solo non riceve, ma nemmeno può farlo.

    Sarebbe uno spasso andare in tribunale con case e monitor e dire al giudice:

    “Lo vede, vostro onore, che crasha e basta? Secondo lei questo è un apparecchio atto a ricevere?”

    “E’ adattabile però, dato che lei puoi installare Microsoft Windows”.

    “Vostro onore: io non installo Windows nemmeno se la Microsoft mi paga per farlo”.

    Comunque, fesserie a parte, credo che la rai avrà solo da perdere se continuerà con questi blocchi ridicoli.

    Io la mail glie l’ho già mandata.

  593. Conan says:

    Mah, quanti problemi vi fate…

  594. Andrea says:

    rai.py v0.4 aggiunta al supporto dei palinsesti salvati in file XML.

    >>> python rai.py -progs=programs.xml RaiUno

    Spero che la funzione possa essere utile a chi sviluppa software a partire dal file python.

    sorgente: http://openpaste.org/en/19408/

  595. Comix says:

    Per far funzionare lo script sotto Windows basta che leggiate il mio commento una decina di post fa:

    OSSIA:
    Per gli utenti Windows alla riga 13 potete mettere la path verso VLC:
    ES: vlcdir = “C:\\Program Files\\VideoLAN\\VLC\\”

    e in fondo, dovete aggiungere il .exe a vlc altrimenti non trova il file, ovvero:
    subprocess.Popen([vlcdir+"vlc.exe", "--http-user-agent=\""+agent+"\"", stream])

    E’ abbastanza banale per chi conosce un minimo di programmazione.

    Ciao e buona visione a tutti ;-)

  596. Lumaga says:

    Siete fenomenali! Lo script funziona sia su seven che su karmic, anche se per la precisione, su karmic uso “Riport” di Pietro Battiston. Non so nulla di programmazione,
    quindi probabilmente la mia domanda è stupida e banale, non sarebbe possibile una versione di “riport” per windows? Grazie comunque a tutti, avete fatto un lavoro fantastico :)

  597. Andrea says:

    @Comix l’ultima versione, La v0.4, l’ho testata personalmente su WinVista e funziona anche senza “.exe” e non è necessario mettere i doppi “\\” :)

  598. sco says:

    Ma scusate, per Windows non c’è silverlight?

    O gira da schifo anche sull’OS nativo?

  599. Andrea says:

    La seconda.

  600. Newyorkese says:

    @skin79: anche un tostapane e’ adattabile alla ricezione di segnali radiotelevisi. Infatti basta dotarlo di un monitor, svariate schede A/V. L’antenna non serve, basta prendere il segnale dalle serpentine che riscaldano le fette di pane…

  601. linuser says:

    Beh silverlight girerà pure da schifo su windows , ma la qualità del video è superiore a quella offerta da moonlight.

    Il fatto che la coppia moonlight+M$_codec_pack dia risultati così scadenti la dice lunga sulla politica di M$ , intenta a screditare con tutti i mezzi la concorrenza fornendo probabilmente un codec degradato di proprosito.

    Con la versione 1 di moonlight c’era la possibilità di ricompilarsi il plugin per usare ffmpeg al posto di quella ca**ta del media pack. E i risultati erano equivalenti a quelli ottenuti con vlc al prezzo di un utilizzo di CPU ovviamente superiore – ma non eccessivo – per via del plugin.

  602. Spinoza says:

    Non funziona più, mi dice che la visione è consentita solo dal portale Rai.tv…

  603. Maria says:

    @Andrea: Ma che dici su Windows e anche su Mac con Silverlight si vede molto meglio di VLC … , inoltre funziona anche lo Smooth Streaming e alcune cose le trasmettono anche in HD

  604. slacker says:

    Riguardo a moonlight, tempo fai provai a compilarmelo da sorgenti, compresa l’estensione .xpi per il Mozillone.

    In questo modo si potevano bypassare i codec proprietari di M$ e linkare il tutto alle librerie ffmpeg.

    Ma il tempo speso non è valsa la candela: audio e video sempre fuori sincrono e prestazioni comunque non soddisfacenti.

    Non so come sia la faccenda su Mac e Win, ma su Linux l’unica soluzione sono questi script.

    P.s.

    Un grazie enorme ai coders ;-)

  605. slacker says:

    Edit:

    ooops… sorry, non avevo letto sopra, ma lo avevano già detto.

    PP.SS.

    Scusate gli “orrori” ortografici.

  606. gionnico says:

    Ho modificato lo script python (essenzialmente per eseguire automaticamente python3) e adattato lo script openrai 0.2 che utilizza zenity per una lista carina dei canali.

    Funziona su linux/mac.
    Scaricate i due file, metteteli nella stessa cartella (e rendeteli eseguibili) e avrete *openrai* nuovamente funzionante!

    PS: Per i pignoli, la soluzione è quick ‘n’ dirty, si potrebbero unire i due script, certo!
    Chi ne ha voglia? :D

    http://forzazzurri.mine.nu/data/uploaded/openrai
    http://forzazzurri.mine.nu/data/uploaded/rai.py.txt

  607. gionnico says:

    PS: ho usato lo script attuale del blog, ovvero la v0.3
    Vedo ora che c’è stato un aggiornamento alla v0.4

    Se volete, fate pure un merge di openrai con la v0.4

  608. Carlo says:

    Lo script di Andrea in windows mi restituisce un errore:

    import http.client
    ImportError: No module named http.client

    Ho windows XP, è normale questo errore? ho sbagliato qualcosa???

  609. marta says:

    ma perche invece di usare questi script cosi complicati non usate http://www.socialtivu.it?? funziona molto bene su tutti i sistemi operativi.

  610. Flavio says:

    marta, quel programma probabilmente funziona grazie al lavoro delle persone che hanno creato quegli “script complicati”. Inoltre socialtivu non è open source, quindi non puoi sapere cosa fa realmente.

  611. skin79 says:

    @Newyorkese
    Può darsi che un tostapane si possa adattare a ricevere i canali rai, se riesci a dimostrarlo saresti tenuto a pagare il canone, secondo la normativa IN VIGORE. Sono d’accordo con voi che si tratta di una legge antidiluviana e assurda, ma questa è.

  612. skin79 says:

    @Newyorkese
    Può darsi che un tostapane si possa adattare a ricevere i canali rai, non lo so, se riesci a dimostrarlo saresti tenuto a pagare il canone, secondo la normativa IN VIGORE. Io invece ho comprato una antennina usb per il mo pc a pochi euro. Sono d’accordo con voi che si tratta di una legge antidiluviana e assurda e che si presta a interpretazioni opposte, ma questa è. Sull’argomento Passo e Chiudo

  613. skin79 says:

    @Newyorkese
    Può darsi che un tostapane si possa adattare a ricevere i canali rai, non lo so, se riesci a dimostrarlo in teoria saresti tenuto a pagare il canone, secondo la normativa IN VIGORE. Io invece ho comprato una antennina usb per il mo pc a pochi euro. Sono d’accordo con voi che si tratta di una legge antidiluviana e assurda e che si presta a interpretazioni opposte, ma questa è, non è colpa mia.

  614. Anonymous says:

    @flavio, scusa per il triplo post, il sito mi dava errore, se riesci a rimuoverli..

  615. effetto says:

    L’idea di socialtivu è interessante ma non rendere aperto il codice è una scelta a dir poco ridicola ed un po’ sucida (imvho); per non parlare dell’utilizzo della versione _demo_ di un obfuscator.

  616. @Chi ha parlato di Riport:
    1) non seguo tutti i post qui, se avete suggerimenti/richieste su Riport vi conviene scrivermi (ripeto l’indirizzo: toobaz [CHIOCCIOLA] email [PUNTO] it)
    2) non escluderei che Riport funzioni _già_ su Windows (se avete smentite, fatemi sapere e posso vedere di rimediare)… una volta però che uno installi python, gtk e pygtk. I rispettivi siti dovrebbero fornire versioni pronte per l’installazione, ma con tutto ciò per considerare Riport “multipiattaforma” bisogna volerlo davvero…

    @Chi ha proposto altri script/altre versioni: cerchiamo di non sprecare sforzi; io ho creato un gruppo su launchpad con mailing list (ripeto: http://launchpad.net/~olrait ) e un repository ( “git clone git://pietrobattiston.it/olrait” ). Se non vi va bene, proponete altri modi, ma
    1) mantenere script a botte di pastebin e diecimila siti diversi è uno sforzo inutile (tra l’altro non si sa mai dove trovare l’ultima versione, quando non ce n’è più di una)
    2) per favore includete negli script la _licenza_ (libera, si auspica), che semplifica la redistribuzione.

  617. linuser says:

    @skin79

    In linea di principio sarei propenso ad essere d’accordo con te ma eventualmente solo in caso di esplicito acquisto di un dispositivo di ricezione del segnale DTT e/o della presenza di un impianto di ricezione … un pc da solo non può ricevere nè decodificare alcun segnale : per quanto riguarda gli stream via internet , per scrupolo sono andato a fare alcune ricerche :

    gli streams RAI provengono tutti da questo indirizzo : livestream(dot)rai(dot)it(dot)edgestreams(dot)net

    un bel dig livestream(dot)rai(dot)it(dot)edgestreams(dot)net mi restituisce 77.67.20.85

    un bel whois 77.67.20.85 mi restituisce questo :

    inetnum: 77.67.20.0 – 77.67.20.127
    netname: AKAMAI-TINET
    descr: Akamai Technologies
    country: NL

    address: Akamai Technologies
    address: 8 Cambridge Center
    address: Cambridge, MA 02142

    route: 77.67.0.0/17
    descr: Tiscali International Network

    Quindi la RAI teoricamente non dovrebbe essere responsabile della distribuzione dei propri streams in quanto già ceduti a terzi. Per cui credo proprio che il costo per l’accesso agli stream RAI sia già incluso nel conto della propria ADSL.

  618. mitm says:

    @linuser:

    a me risulta che soltanto rai uno, due, tre, quattro e sport puntano a livestream(dot)rai(dot)it(dot)edgestreams(dot)net,
    che comunque viene risolto in:
    79.140.81.127
    79.140.81.132
    79.140.81.134

    che da whois risultano appartenere a:

    inetnum: 79.140.80.0 – 79.140.81.255
    netname: AKAMAI-OVER-SEABONE
    descr: Akamai Servers in Telecom Italia International Backbone
    descr: Palermo and Milano POP
    country: IT

    per gli altri canali le cose cambiano:

    RAI NEWS 80.12.192.197
    inetnum: 80.12.192.0 – 80.12.192.255
    netname: AKAMAI-FT-US
    descr: AKAMAI FT US
    country: FR

    STORIA(EDU2) 212.162.68.162
    inetnum: 212.162.64.0 – 212.162.93.255
    netname: RAI
    descr: Italian Public Broadcasting Company
    descr: RAI SpA
    country: IT

    RAIGULP 212.162.68.230
    SCUOLA(EDU1) 212.162.68.163

    e così pure rai EXTRA, PREMIUM, YOYO, CINEMA, TG1, TG2, TG3 sono tutti in inetnum 212.162.64.0 – 212.162.93.255

    per raimed e euronews i servers sono altri ancora:

    RAIMED a744(dot)l6934964743(dot)c69349(dot)g(dot)lm.akamaistream(dot)net (80.157.149.150 – 157)
    inetnum: 80.157.149.0 – 80.157.149.255
    netname: AKAMAI-TECHNOLOGIES-FRANKFURT-7
    descr: Akamai International B.V.
    country: DE

    EURONEWS liveeurope(dot)rai(dot)it(dot)edgestreams(dot)net (217.212.246.166)
    inetnum: 217.212.246.0 – 217.212.246.255
    netname: SE-AKAMAI
    descr: Akamai International B.V.
    org: ORG-AIB6-RIPE
    country: SE

    @maria:
    ho capito che te con mac riesci a vedere le dirette con silverlight e ti funziona tutto alla perfezione, e ne siamo tutti contenti..
    però nn puoi dire (cito)
    > su Windows e anche su Mac con Silverlight si vede molto meglio di VLC
    perchè questo può valere per te, ma può nn valere per altri utenti..
    io sono uno di questi, che sia su windows con silverlight, sia su linux con moonlight(quando nn mi crasha il browser) la diretta la vede a scatti, mentre con vlc è fluida e il browser nn mi va in pappa..è un dato di fatto.

    per quanto riguarda invece il discorso mediaset, devo darti atto che avevi ragione..
    le due applicazioni che ho sviluppato sono già sotto osservazione non solo da parte loro, ma anche da parte di rai(o meglio gaia srl) e addirittura microsoft(pensa te!) ed è molto probabile che presto dovrò toglierle di mezzo..(mediaset l’ho già rimossa)
    nn credevo che si scomodassero per così poco, ma evidentemente mi sbagliavo

    @all
    ovviamente gli ip dei visitatori di cui sopra sono stati comunicati a chi di dovere in modo da fare un controllo incrociato e vedere se hanno eseguito accessi a questo blog e ai repository collegati..
    forse così riusciremo a sapere se in gaia ci leggono..

  619. skin79 says:

    @mitm
    certamente che ci leggono. Ci sono dei contratti pubblicitari da tutelare, relativamente alla pubblicità presente sul sito rai, mi riferisco in particolare a quella che si vede prima degli stream. Se riesci a darci conferma, ben venga.

  620. numa says:

    Intervengo al volo sulla questione canone rai e dei diritti sulle trasmissioni in streaming.

    Quanto al primo punto, oggi c’è poco di cui discutere. Una sentenza della Corte Costituzionale – datata 2002 – ha posto fine alla questione. Per il solo fatto di acquistare un televisore, o un apparecchio atto a ricevere o adattabile, scatta l’obbligo del pagamento del canone rai. Canone che è considerato non una tassa, ma un’imposta. La differenza è sottile, ma comunque chiara: la tassa si paga allo Stato, o a un ente pubblico, come corrispettivo di un servizio ed è strettamente correlata ad esso. Se quel servizio uno non lo vuole, lo dice e non paga nulla. L’imposta è invece un tributo che si paga, in ragione della propria capacità contributiva, allo scopo di partecipare alle spese della collettività. E tra tali spese nel loro complesso, ci sono anche quelle del cosiddetto servizio pubblico.

    In sostanza il canone rai è come l’IRPEF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche. La capacità contributiva in questo caso (=canone rai) però non è fondata sul proprio reddito, ma sull’acquisto dell’apparecchio di cui sopra. In pratica si dice: “hai i soldi per comprarti un televisore? Bene, allora li hai pure per pagare il canone. E ai fini dell’obbligo non importa se tu fruisci o meno del servizio (e se sei o meno impossibilitato a farlo)”.

    Ovviamente si può discutere sulla logicità di questo ragionamento, ma allo stato dei fatti è così che funziona.

    Per chi volesse approfondire:
    http://www.giurcost.org/decisioni/2002/0284s-02.html

    Per la questione dei diritti – e del se sia lecito o meno mettere on line un sistema in grado di bypassare il portale RAI – occhio a quello che fate.

    La normativa in Italia è poco chiara e lacunosa (e quindi soggetta a interpretazioni contrastanti). Ma c’è un orientamento giurisprudenziale consolidato su cui possiamo fare affidamento, e che si può riassumere in questo modo:

    “ogni qualvolta ci sia un lucro, anche indiretto, derivante dallo sfruttamento dei diritti altrui, scatta la denuncia e spesso pure la condanna”.

    Dunque, se mettete un player su un vostro host, abbiate cura di non incassare un centesimo da nessuno. Che si tratti di donazioni, proventi dei banner pubblicitari, qualsiasi altra cosa… lasciate stare e dormirete sonni più o meno tranquilli. Diversamente vi potrebbero contestare la sottrazione di introiti pubblicitari alla rai e un correlativo arricchimento da parte vostra.

  621. giannig9 says:

    perdonate la domanda srupida:

    e’ possibile far partire il banner di pubblicita’ all’inizio dello streamer come fa la rai? sarebbe esattamente quello che loro inviano quindi non si sottrarrebbe nulla i loro fatturati, forse in questo modo non avrebbero nulla da dire.

  622. Fab24 says:

    Per quel che riguarda la normativa confusa e lacunosa ricordatevi una cosa:
    1)Tutto ciò che la legge non regolamenta è sempre consentito (certezza del diritto).
    2)Il canone RAI di fatto ha tenuto solo il nome. Ho lavorato nel settore radiofonico e so com’è cambiata la legge da quando ci sono le concessioni per le private. Grazie al canone RAI anche le emittenti private su richiesta possono avere contributi dallo Stato a condizione che facciano trasmissioni di pubblica utilità.
    3)Se io sviluppo un programma che cattura lo streaming senza registrarlo non violo nessun diritto. Nessuno può obbligarmi a guardare la tv in streaming sul sito rai. Perchè con 40 euro si compra un dvb-t usb e si vede la tv sul pc senza bisogno di sorbirsi la pubblicità dal sito RAI prima dell’avvio dello stream.
    Infine, qui torno sul canone RAI, se lo si paga già non importa quanti pc o televisori avete, per anni (decenni) la RAI ha fatto pagare il canone anche per la tv nella casa al mare. Invece poi si è scoperto che non era dovuto. Eppure mica li hanno resi i soldi. Anche io ho sviluppato un programma in .net per guardarmi la tv in stream ma mi sono stufato di star dietro alle variazioni. E’ vero che è comodo non dover collegare il cavo d’antenna ma alla fine uso mce e la scheda del digitale terrestre… forse quando avranno deciso quelli della RAI cosa vogliono fare allora lo sistemerò.

  623. Kowalsky says:

    Scusate l’intrusione ma visto che le mie Mandriva sono refrattarie ai vari script python di ultima generazione vi posto l’indirizzo di uno script bash piuttosto semplice ma che finora funge bene. Usa il browser con il plugin Moonlight per generare il link allo streaming. Appena pizzica il link autorizzato lo passa al player linux e chiude tutto il resto. Cosi’ la Rai puo’ cambiare tutti i token che vuole ed io guardo lo streaming con mplayer o vlc. :-)

    http://pastebin.com/yeVAPpEU

    p.s. se qualcuno riesce a far partire il browser miminizzato l’utente neanche si aggorge di tutto il processo….

  624. mitm says:

    ho dovuto togliere le applicazioni e i sorgenti da acab.servebeer.com
    li trasferirò a breve sul repo di pietro

    git clone git://pietrobattiston.it/olrait

  625. maria says:

    @mitm: per quanto riguarda il discorso che state facendo su Akamai, si tratta di una azienda che per mestiere fa la CDN (Content Delivery Network) che per conto di altri siti mette a disposizione A PAGAMENTO la sua banda ed i suoi server presentando poi la bolletta della banda consumata.
    Per tanto la RAI paga la banda che consuma chi utilizza gli stream da Akamai, non è compreso nella bolletta della vostra ADSL assolutamente no, il servizio la paga la Rai

  626. maria says:

    @mitm: come ti dicevo secondo me non vogliono costringere alla visione della pubblicità ma proteggere i contenuti che non sono proprietà della rai altrimenti se il problema fosse la pubblicità bloccherebbero anche i programmi registrati e non solo le dirette, invece bloccano solo le dirette proprio perchè li vanno anche contenuti che non sono proprietà di RAI mentre nei programmi registrati c’è solo materiale di RAI

  627. Flavio says:

    @maria, ma perché “proteggere” questi contenuti su internet quando è possibile registrarli tranquillamente dal digitale terrestre?

  628. pippolo says:

    Ragazzi, l’hanno cambiato ancora una volta! A me non funziona più!!! :(

  629. ice86 says:

    Lo script in python versione 0.4 ha funzionato fino alle 13.30, dalle 15 non va più. Si stanno proprio divertendo.

  630. giannig9 says:

    Grazie maria,

    quindi per la Rai sarebbe valido il pensiero che ho gia esposto precedentemente: se in Italia ci si connette allo stream attuale, se all’estero allo strem del satellitare. Inveece dall’estero si presenta quello stucchevole ma doveroso messaggio. Da notare che sarebbe possibile individuare paese per paese quindi si potrebbe selezionare anche la copertura esatta del satellite. Ma questo possibilita’ credo sia troppo difficile da fare, sopratutto politicamente.

  631. skin79 says:

    @Kowalsky: ti andrebbe di iscriverti al progetto https://launchpad.net/~olrait e alla mailing list e spiegarci come agisce il tuo script?
    Grazie mille.

  632. Kowalsky says:

    @skin79: se ritaglio un po’ di tempo libero mi iscrivero’… per ora al volo ti spiego lo script.
    Se guardi il codice all’inizio prende dalla home della Rai i publishing block delle dirette (non i relinker…….) e crea il menu’ iniziale. Poi lancia il browser redirigendo l’output del protocollo di connessione su un file temp. Si sgancia e continua con una grep sul file temp fino a quando acchiappa il link generato dal browser. Poi lancia vlc/mplayer con quel link e chiude e ripulisce tutto il resto.
    La rai e’ contenta perche’ il link l’ha genetato il suo prtale con un browser… ed io pure perche’ poi faccio fuori quall’immondezzaio di Silverlight e continuo a guardare con vlc/mplayer….
    Ho il sospetto che sia il metodo usato dai vari siti (illegali) che riflettono il segnale rai.
    Ma se lo fai sul tuo PC sei padrone di ‘continuare’ a vedere il flusso come ti pare, una volta che hai iniziato la visione dal sito rai… :-)
    Tip: Se con adblock-plus blocchi i link amazon* ti risparmi pure la pubblicita’….

    ciao

  633. linuser says:

    @mitm: Errata corrige : mio errore ; non tutti i canali passano per Akamai; in particolare il contenuto di repertorio , i filmati registrati vengono redistrubuiti dalla rete RAI.

    ho notato che livestream(dot)rai(dot)it(dot)edgestreams(dot)net viene risolto in maniera differente a seconda del DNS usato – testato con il DNS di default del mio provider , con OpenDNS , con FoolDNS – ma indipendentemente dall’IP restituito , gli streams di rai uno, due, tre, quattro e sport vengono probabilmente distribuiti da servers Akamai direttamente connessi alla rete del proprio provider ( probabilmente fa fede l’IP da cui ci si connette )

    @numa

    > In sostanza il canone rai è come l’IRPEF, l’imposta sul reddito delle persone fisiche.

    Già … infatti il mittente sulla busta che contiene il bollettino è l’Agenzia delle Entrate , non la RAI S.p.A. e come giustamente riportato da Fab24 , se lo paghi una volta , lo paghi sempre.

  634. Zibri says:

    @Kowalski

    Contento tu, contenti tutti.
    A parte che entro un mese o due non sara’ piu’ possibile usare quel metodo, anche fosse non stai facendo altro che navigare sul sito a modo tuo.
    Tanto vale usare un packet sniffer.

    Riuscire a NON usare silverlight o browser vari e’ lo scopo di questa sfida.

    @Flavio:
    Il problema non e’ evitare che li si registri, ma evitare di ricevere lamentele dal comitato olimpico (ora) e dalla fifa (quando cominceranno i mondiali).
    Lo stesso vale per i diritti di diffusione dei film, telefilm e altro.
    Ovvio che qualcuno puo’ prendere il flusso DTT e fare streaming, ma e’ facilmente individuabile e perseguibile per legge.

    Inoltre, a rai.net non frega un beneamato cavolo se fai streaming del DTT.. loro sono RAI.NET… a loro interessa che i loro contenuti siano visibili sul loro sito (peraltro non e’ fatto male per niente.. certo si potrebbe migliorare).

    Mettiti nei loro panni.. che faresti?

  635. linuser says:

    @Kowalsky

    > Tip: Se con adblock-plus blocchi i link amazon* ti risparmi pure la pubblicita’….

    Meglio se li blocchi a livello di DNS inserendo i vari amazon* in /etc/hosts e farli puntare all’interfaccia locale :

    amazon*(etc).(etc) 127.0.0.1

  636. linuser says:

    @Zibri

    > … dalla fifa (quando cominceranno i mondiali)

    ma non è Sky che si è aggiudicata le dirette dei Mondiali ?

  637. Kowalsky says:

    @zibri: non voglio fare polemica con nessuno. Il mio scopo e’ guardare quello che mi interessa con il player che funziona meglio. E senza che il mio S.O. venga massacrato come Memoria e CPU. Se per farlo devo sfruttare, in modo automatico e trasparente, per 10-15 secondi il browser (Che con Moonlight compilato a mano NON usa Silverlight) per me va bene. Detto cio’ per me la questione e’ chiusa.

  638. skin79 says:

    @Zibri:

    > Tanto vale usare un packet sniffer.
    Se si riesce a ottenere gli url interamente a livello applicativo è meglio (senza dover catturare dei pacchetti), perchè di solito un packet sniffer ha bisogno di mettere la scheda di rete in modalità promiscua (non sempre supportata) e di solito ciò va fatto da amministratore. Se riesco a catturare il link a livello applicativo e da utente non privilegiato probabilmente ho ottenuto una soluzione più portabile, non devo essere amministratore, non devo modificare il firewall o /etc/hosts o robe simili.

    > Riuscire a NON usare silverlight o browser vari e’ lo scopo di questa sfida.
    Si, è vero. Purtroppo per ora questo passa il convento. C’è di mezzo una dll che ci rende difficile fare a meno di firefox + moonlight. Tra due mesi è anche possibile che cambino completamente sistema. Se qualcuno per intanto ha qualche idea su come fare ben venga.

  639. rik says:

    @ Kowalsky

    Quindi moonlight va compilato a mano?

    Chiedo perché lo script a me non funziona: va in timeout la connessione.

  640. Kowalsky says:

    @rik: no, se ti va bene usare il plugin pack di M$ non c’e’ problema, ho provato anche cosi’ e funge.
    Ora da dei timeout perche’ stanno pastrocchiando proprio in questo momento sul sito Rai. Tanto che va il blocco anche il browser quando carica il palinsesto.

    Prova a modificare questi due statement:
    80 > Stream=`grep -i -E ‘video_no_available|auth=|error/rai.wmv’ $RaiLog | head -1`

    91 > if [ "$Attempt" = "30" ]; then # (allunga il timeout a 60 secondi)

    Ovviamente se non usi seamonkey ma firefox dove cattura il Pid per cancellare la finestra del browser appena catturato il link ci devi mettere il nome del tuo eseguibile…

    PidWeb=`pidof seamonkey-bin | awk ‘{print $NF}’`

    Ora sono dietro un Proxy con IP inglese. Non riesco a fare altre prove
    Piu’ tardi riprovo da altra ‘location’, guardo che succede e casomai aggiorno il sorgente

    ciao

  641. gajm says:

    @Kowalsky e rik

    Stessa cosa, va in time out, in .tmp niente indirizzi mms://.
    Ho notato che la cosa è cambiata con l’ultimo aggiornamento di moonlight.
    In precedenza era possibile ottenere gli indirizzi semplicemente lanciando firefox da terminale, appena connesso allo stream, veniva restituito nel terminale stesso, ora niente, devo usare uno sniffer (HttpFox).

  642. rik says:

    @Kowalsky

    Bestiale, funziona … anche con moonlight 2.1 senza installare i codec M$: basta rispondere no alla domanda dopo l’installazione dell’estensione.

    Determinante è stata la modifica al timeout della connessione, ma credo sopratutto al pidof del browser: firefox-bin nel mio caso.

    Many thanks ;-)

  643. gajm says:

    EDIT: Ooops, intendevo niente http://livestream
    A me continua a non funzionare. :(

  644. Kowalsky says:

    @ rik: ho appena provato le dirette del menu’ da ‘location’ italiana….. :-) vanno tutte
    ciao

  645. Ernesto says:

    @Kowalsky: a me purtroppo non logga niente su raistreamXXX.log, con firefox 3.6.2 pre, moonlight 2.1

  646. Kowalsky says:

    @ernesto: mi spiace, come ho detto a rik proprio in questo momento a me funzionano tutte e 15 le dirette rai. Io uso solo Mandriva (2006/7/8) e non mi da problemi.
    Non e’ che hai problemi di autorizzazione? Io lo lancio da root, visto che sono l’unico utente dei miei sistemi Linux…
    Ora ho un po’ di impegni. Magari qualche altro amico esperto in bash che bazzica il blog puo’ aiutarti al volo. Il codice e’ piuttosto semplice.
    ciao

  647. rik says:

    @ Kowalsky

    Hey man,

    ok anche per me, tranne raitre e raidue. Noto che per questi 2 canali il browser s’impalla mentre carica amazononsochecosa.com.

    Io sono su slackware 13 + l’ultimo firefox. Proverò con seamonkey, che sia il browser il prob?

    Piuttosto: che versione hai su di moonlight?

    Ciao

  648. Ernesto says:

    @Kowalsky: in effetti lanciando il tutto come root, sembra funzionare… devo farmi passare la paura di lanciare moonlight come root e lasciare che zio Bill faccia ciò che vuole alla mia macchina… :)

  649. Ernesto says:

    allora, per fare funzionare lo script di Kowalsky, oltre a farlo partire come root, ho dovuto modificare il punto dove chiama vlc, poichè chiamato da root ha problemi.
    Ho messo

    su miousername -c “vlc ‘$Stream’”

    e funge.

  650. Kowalsky says:

    @rik: ok… ultimo post per oggi… altimenti il troppo stroppia come si dice dalle mie parti… tanto ormai avete capito come funge lo script.
    due cose: io uso seamonkey 2.0.3 + moon 2.0 su Mdv2008.1
    La moon 2.1 e la 2.99 beta non mi caricano i plinsesti.
    Uso Seamonkey perche cosi’ evito di mettere zozzerie sul mio browser ufficale che e’ firefox.
    Come ho detto in un post precedente se non fai partire il link amazon* (io li ho bloccati con adblock.plus) ti risparmi anche la spiattellata pubblicitaria.

    have fun

  651. [...] esegui. lo script bash è stato creato da Elrond, e si avvale di uno script in python creato da Flavio Tordini &co Sito di [...]

  652. gionnico says:

    Ehm ma non funziona più lo streaming in diretta con lo script python … :/ Ha smesso ancora.
    Qualcuno l’ha già detto, ma non ho visto soluzioni (senza moonlight) .. flavio?

    PS: Che ne pensi del mio script con openrai? Guarda il mio precedente post.

  653. rik says:

    @ Kowalsky e altri

    Up!

    Allora , scoperto l’arcano.

    Come diceva qualcuno sopra, chi manda il tutto in timeout sono i domini dei siti da dove viene caricata la pubblicità.

    Bloccati via /etc/hosts (AdBlock non basta), lo script di Kowalsky funziona anche sui canali due e tre ;-) . Nessuna necessità di lanciarlo da root. Il dominio incriminato lo vedete in basso sulla barra di stato del browser. Preso nota, un dig o un nslookup vi dice cosa bloccare.

    Come soluzione provvisoria a questo punto può anche andare bene.

    Bye

  654. marco says:

    Partita in diretta che arriva fino a HD per chi ha banda sufficiente http://www.raisport.rai.it/dl/raisport/dirette/hd/direttaHD4.html BELLISSIMO

  655. Luigi says:

    Kowalski ho provato a usare il tuo script ma ricevo un syntax error:
    $ sh rai.txt
    : not found
    : not found
    rai.txt: 21: Syntax error: word unexpected (expecting “do”)

    …eppure “do” c’è.

  656. barabba says:

    Rai.tv senza moonlight e Mediaset in debian | MM barabb@ says:
    February 24, 2010 at 9:54 am

    [...] FlavioTordini [...]

    Se non è gradito lo rimuovo immediatamente .
    Era solo per non cercare nella lista commenti ormai lunghissima .

    Per ora lo script di Luke88 funziona in parte , sto guardando presa diretta del 21.02

  657. linuser says:

    Gli ad-sites principali li ho messi in /etc/hosts

    ho messo anche questi filtri in adblock plus :

    http://www(dot)banneradmin(dot)rai(dot)it/*
    #div(barraSipra)

    così non vengono visualizzate altre schifezze pubblicitarie sul portale RAI.

  658. SpiderTux says:

    Ragazzi ho idea che bisogna rimettersi al lavoro…

  659. Ernesto says:

    @Luigi: lo script di Kowalsky quando scaricato da pastebin ha i terminatori di linea in formato dos/windows cioe’ CR LF.
    Per funzionarti devi modificarli in solo LF.
    L’errore che hai e’ dovuto a questo.

  660. skin79 says:

    la soluzione di Kowalsky è l’unica funzionante per ora, però va solo con moonlight 2.1. Qualcuno riesce a prendere spunto da questa e preparare una soluzione basata su server proxy locale, ad esempio in python? L’idea è: cercare in python un server proxy semplice già fatto, da includere come libreria; eseguire firefox facendolo passare per il proxy; catturare il link dello stream dai log del proxy; lanciare vlc. Possibilmente uno script che giri su win/*nix. So che Pietro aveva già fatto delle prove, ma non so se ha tempo di guardarci, io non ho tempo.

  661. Sì, avevo già fatto delle prove in tal senso:

    http://bazaar.launchpad.net/~toobaz/olrait/main/files/head%3A/esperimenti/TinyHTTPProxy/

    Inutile dire che chiunque voglia collaborare verrà abilitato al repository.

    Nel frattempo ho aggiunto io lo script di Kowalsky:

    http://bazaar.launchpad.net/~toobaz/olrait/main/files/head%3A/esperimenti/Kowalsky/

    eventuali modifiche successive che ho perso tra i commenti potete segnalarle a me e le aggiungerò.

    (per chi poi preferisse git a bzr, il repository su launchpad è tenuto sincronizzato con quello precedente git://pietrobattiston.it/olrait )

    Non mi è chiaro se faccio bene a ricordare che ci sono modi di buttare giù del codice più comodi ed efficienti di blog+pastebin, o se mi rendo sempre più ridicolo, dato che non mi si fila nessuno: nel caso, tra un po’ smetto di rompervi.

    ciao

  662. Kowalsky says:

    @skin79: lieto di sapere che a qualcosa lo script serve :-). Volevo aggiungere che la release di Moon funzionante dipende fortemente dalle distro. A me, su Mandriva funge solo la 2.0. Le altre piu’ recenti si bloccano. Va visto caso per caso.

    @: Altri che usano la RaiBash…
    1) Ho trovato il modo di far partire il browser minimizzaro in taskbar. Cosi’ l’intero processo divebta trasparente e non ci sono piu’ finestre che si aprono
    Io uso KDE ed ho fatto questa modifica allo statement dove lancio il browser:
    >> kstart –iconify $Browser “$Url” &> $RaiLog &
    Immagino che chi usa Gnome possa fare qualcosa di simile.
    2) Ho capito il problema del timeout e delle log che resta vuota.
    Succede se una istanza del browser e’ gia’ aperta quando lo script viene lanciato.
    In questo caso si avvia solo una nuova finestra, non una istanza, ed i messaggi da catturare non vanno nella log ma li fagocita l’istanza gia’ attiva
    Non avevo notato il problema in quanto uso firefox per navigare e Seamonkey come engine per lo script.
    Per usare lo stesso browser per tutte e due le funzioni si fa cosi:
    a) Si lancia il browser e si crea un nuovo profilo oltre quello di default.
    Chiamiamolo Moon, per esempio, e ci istalliamo Moonlight e Adlock Plus che non fa mai male.
    b) Modificate la stringa di lancio del browser nello script cosi:
    kstart –iconify $Browser -no-remote -P Moon “$Url” &> $RaiLog &
    Ovviamente per navigare va usato il profilo di default usuale.
    c) Date un’occhiata al sistema (pidof) usato dallo script per killare il browser una volta catturato il link. Potrebbe funzionare diversamente sulle vostre distro e magari chiudete l’istanza che usate per navigare e non il generatore di link.

    Con cio’ questo e’ il mio ultimo post. Torno dietro il mio proxy con IP estero. Mi fa piacere esservi stato utile.
    Magari seguiro’ il blog e saro’ io a copiare le vostre implementazioni. :-)

    Have Fun

  663. LowRam says:

    Premetto che il titolo del post recita: Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight. La scommessa è persa a questo punto? Spero di no, per vedere senza i plugin siamo qui apposta ed unendo le conoscenze e gli sforzi riusciremo ancora. Grazie a tutti voi.

  664. skin79 says:

    @LowRam: per ora ci si accontenta di eseguire firefox/moonlight soltanto per qualche secondo e poi guardiamo lo stream con vlc o mplayer, con qualità migliore e cpu usage inferiori. Sempre meglio che guardarsi il video per intero con moonlight. Questo non vuol dire che siamo contenti e neanche che la scommessa è persa.

  665. maria says:

    @LowRam:la scommessa è persa e inoltre vi perdete lo smooth streaming che arriva all’hd e che funziona con moonlight e con vlc no.
    ad esempio le partite e altro sport li fanno così.
    Lo vedete anche qui http://www.rai.tv/dl/RaiTV/hd/raitvhd.html ma qui non sono contenuti HD ma SD di qualità più elevata . Come li vedete con moonlight ?

  666. rik says:

    Secondo me la battaglia è persa se continuiamo a prendere gli stream dai relinker, passando per i connessi ttAuth e le altre diavolerie che s’inventano e s’inventeranno quelli della RAI.

    Ma anche questo è stato già detto.

    Bisognerebbe tempestare la rai di email e sensibilizzare la rete nei blog e quant’altro. Io comunque la mia protesta l’ho già inoltrata.

    In altro modo non posso aiutare.

  667. Luker says:

    meh, stavolta han cambiato un bel po’….
    vedo caratteri cinesi con reflector… non buono…
    il formato stringa è cambiato:
    AnnoXXIdtrasmissioneXXgiornoYYmeseYYrandomYYoraYYMinutoYYSecondoYYRandom
    il problema è che quel XX e YY sono presi da funzioni, a cui viene passato un carattere cinese e il numero 11.
    i caratteri cinesi sono 煉 e 杉
    devo tradurli in hex ma non so ancora come.
    cosa fa la funzione:
    f (string, int) {
    num = 893642046 + 11
    cnt = 0
    tmp = ((string[cnt] AND ’0x00ff’) XOR num
    num = num + 2
    string[cnt] = (char) ((tmp << 8) OR tmp)

    return string
    }

    il (tmp << 8) è lo shift a sinistra di 8 bit.

  668. skin79 says:

    @maria: a me moonlight funziona molto male, con utilizzo di cpu altissimo, va a scatti e la qualità delle immagini è bassa (effetto quadrettatura). Provato su karmic 64bit, core2duo, radeon hd 3600. Sul portatile preso un anno fa va altrettanto male.

  669. Luker says:

    …stupide faccine…
    era (tmp << 8 )

    dopo aver così costruito la stringa, fanno xor carattere per carattere con un numero random (0-30)
    poi appendono a questa stringa di nuovo XX e il numero random.

    infine fanno xor di ogni carattere con la stringa salvata in this.j …
    e qui vengono i dolori…
    è il base64 di un hash sha 256 di "bytes", dove "bytes" è definito così:
    bytes = Encoding.UTF8.GetBytes(Assembly.GetExecutingAssembly().FullName);

    …che non so esattamente cosa sia… idee?

  670. skin79 says:

    @luker: Questo aiuta?
    http://msdn.microsoft.com/it-it/library/system.reflection.assembly.getexecutingassembly.aspx
    Temo che facciano l’hash di qualcosa legato allo stato di esecuzione della dll, forse per rendere molto difficile la riproduzione in python. Possibile?

  671. Luker says:

    ok,
    Assembly.GetExecutingAssembly().FullName
    è il “nome dell’assembly correntemente in esecuzione…”…
    credo centrino queste…:
    [assembly: AssemblyVersion("1.1.0.0")]
    [assembly: AssemblyFileVersion("1.1.0.0")]
    [assembly: AssemblyTitle("Rai.Client.Services.Security")]
    [assembly: AssemblyDescription("")]
    [assembly: AssemblyConfiguration("")]
    [assembly: AssemblyCompany("Rai Net S.p.A.")]
    [assembly: AssemblyProduct("Rai.Client.Services.Security")]
    [assembly: AssemblyCopyright("Copyright \x00a9 2010 Rai Net S.p.A.")]
    [assembly: AssemblyTrademark("")]

    ma non so l’ordine e la formattazione….

  672. ghizzu says:

    o magari restituisce qualcosa di simile:

    SilverlightApplication, Version=0.0.0.0, Culture=neutral, PublicKeyToken=null

    in modo da verificare se lo stream è richiesto da silverlight

  673. Luker says:

    po’ esse… non conosco silverlight… qualcuno può fare prove? :D

  674. skin79 says:

    in questo modo per loro diventa molto comodo cambiare l’AssemblyFileVersion da “1.1.0.0″ a “1.2.0.0″ prima della diretta, così cambia anche l’hash, così prima che qualcuno metta a posto di nuovo i vari script la diretta è già finita :(

  675. Luker says:

    correzione:
    dopo la costruzione della stringa, viene fatto xor carattere per carattere con il numero random, viene appeso a XX e poi viene appeso il numero…
    la seconda traduzione non è spiegabile semplicemente…
    private string a(string A_0, string A_1)
    {
    int num8 = 0;
    int[] numArray = new int[0x100];
    string str = null;
    numArray = this.a(A_1);
    int index = 0;
    int num2 = 0;
    byte[] bytes = this.i.GetBytes(A_0);
    byte[] buffer2 = new byte[bytes.Length];
    int num3 = 0;
    while (true)
    {
    if (num3 >= bytes.Length)
    {
    foreach (byte num6 in buffer2)
    {
    str = str + num6.ToString() + a(“怾”, num8);
    }
    return str;
    }
    index = (index + 1) % 0×100;
    num2 = (num2 + numArray[index]) % 0×100;
    swap(numArray, index, num2);
    int num4 = (numArray[index] + numArray[num2]) % 0×100;
    int num5 = numArray[num4] ^ bytes[num3];
    buffer2[num3] = (byte) num5;
    num3++;
    }
    }

  676. Luker says:

    a, la funzione sui caratteri cinesi era:
    f (string, int) {
    num = 893642046 + 11
    tmp = ((string[0] AND ‘0×00ff’) XOR num
    string[0] = (char)(tmp)
    return string
    }

  677. Luker says:

    Assembly.GetExecutingAssembly().FullName =

    Rai.Client.Services.Security, Version=1.1.0.0

  678. Rob says:

    @ maria

    perché non ce lo dici tu come li vedi con moonlight?

  679. Ernesto says:

    @Kowalsky: mi dispiace che scompari. Dove posso trovare tue tracce per continuare a lavorare al tuo script? A me sta funzionando bene, e spero di riuscire a farne un’applicazione client-server per uso personale.

  680. Fab24 says:

    A questo punto (l’introduzione di caratteri cinesi) è evidente che rilevano lo stream preso dal sistemi diversi dal silverlight/moonlight. Penso che si renda opportuno fare due cose: la prima spostare questa discussione su un forum accessibile solo tramite registrazione. La seconda di registrare il cookie di accesso al sito e farlo comunicare con il server web. Infatti, benchè il server per rai.it e rai.tv sia lo stesso i cookie sono condivisi a livello di server ma non a livello di dominio. Quindi se uno apre il sito rai.it per esempio e guarda lo stream non frega il controllo del sito. E la stessa cosa sicuramente succede se si apre la home di rai.tv ma non si guarda lo streaming. Infatti nelle prime versioni del sito, quando lo streaming era visibile solo mettendo l’indirizzo nel player, dalla home di rai.tv era possibile vedere nella muraglia oltre l’insieme dei canali anche un preview di quello che trasmetteva un canale solo cliccandoci. Questo veniva messo in primo piano al posto di quello che oggi è la pubblicità. Rendetevi conto che è diventata una “guerra di strategia”. Loro hanno adottato la strategia di protezione dei contenuti live, e noi utenti? Cerchiamo solo di smontargliela senza una logica strategica. Il punto, voglio dire non è “come lo sproteggiamo?” Il punto è “come possiamo noi utenti evitare che lo modifichino ancora. Non c’è dubbio che lo modificano perchè non gli torna il conto dei cookies per esempio rispetto alla banda impegnata(in questo caso il calcolo è sicuro perchè non è una trasmissione multicast quindi ogni utente connesso consuma per esempio 128k di banda, magari vedono 1280k impegnati e due utenti sul sito). E ricordatevi che dal server si vede tutto!!

  681. maria says:

    fare il reverse di un algoritmo offuscato è un reato lo sapete ?

  682. Fab24 says:

    @maria
    Già! Infatti propongo invece di aspettare un passo falso da parte loro (tipo che alla fine con queste modifiche che stanno facendo si vedrà solo con windows) per lamentarsi direttamente col garante delle telecomunicazioni. La P.A. non può obbligare un utente che paga l’abbonamento ad acquistare costoso (windows costa più di 300 euro) software proprietario per fruire del servizio. Penso che questo basti. Per Silverlight invece non ci si può lamentare della piattaforma perchè pur essendo proprietario il sistema questo non è in vendita ma gratuito.

  683. @maria: per l’ennesima volta: no, non è un reato.

    http://www.mauriziogalluzzo.it/dispensa/APP-B.pdf

    articolo 64-quater. Io non penso tu l’abbia con noi, ma penso davvero che ci consideri un po’ cretini.

  684. ghizzu says:

    Non ci si può lamentare su Silverlight perchè è gratuito, ma ci si può lamentare per le sue prestazioni. Non riesco a vedere uno stream su silverlight senza che vada a scatti, e non è una questione di banda: semplicemente silverlight è PESANTE.

    Vivo in una regione in cui da tempo l’unico modo di vedere la RAI è attraverso il digitale terrestre. Posseggo un televisore lcd collegato al PC per vedere i DVD, ma nessun decoder DT. Pensavo così di essere esentato dal pagare il canone, non essendo tecnicamente in grado di decodificare il segnale. Mi sbagliavo. Mi è stato spiegato che il televisore è comunque un apparecchio in grado di ricevere le frequenze RAI (anche se nel mio caso non se ne fa niente) e quindi dovevo pagare. E così sono obbligato a pagare un servizio di cui allo stato attuale non posso usufruire. Mi chiedo se anche questo non sia un reato.

    Mi sono detto: visto che pago, almeno vediamoci quelle poche cose decenti che la RAI ancora trasmette via internet. E qui mi sono scontrato con silverlight, e col desiderio di usufruire di un player esterno. Altro che silverlight, maria: VLC o mplayer danno una qualità e fluidità di immagine nettamente superiore all’aggeggio di microsoft.

    Vuole la RAI fornire un servizio decente agli utenti internet e far cessare il braccio di ferro tra i propri sviluppatori e gli “hacker”? Fornisca lei stessa un api che dia l’accesso agli stream ad un player esterno. Se ci sono problemi di diritti internazionali, credo ci siano sistemi più efficienti per impedire l’accesso dall’estero che non l’uso di silverlight.

  685. linuser says:

    @Fab24

    perchè dici “aspettare un passo falso da parte loro” e non invece “da parte vostra” ?

  686. linuser says:

    Altra regoletta per Adblock per neutralizzare gli ads del portale RAI : #div(banner)

    @Fab24

    Intendevo dire che maria(o) potrebbe essere una(o) di loro

  687. Luigi says:

    @Ernesto: Grazie per la risposta, ora non essendo un programmatore non ho ben capito cosa dovrei fare. Cosa significano gli acronimi CR LF e LF? Cosa debbo correggere?

    Grazie ancora!

  688. Luigi says:

    Fatto!

  689. sergio says:

    @Fab24 e ghizzu: certo ke c si puo’ lamentare x silverlight…a me non lo fa installare nel pc mi da sempre errore!! XD

  690. maria says:

    Io non sono proprio una che appartiene a nulla… dico solo quello che penso … infatti l’applicazione su facebook è stata chiusa … come mai ? Se un contenuto è cifrato è evidente che non si vuole permetterne l’accesso il tuo ragionamento e come dire che se una porta è chiusa a chiave e provo ad aprirla forzandola non faccio nulla di illecito. Non credo che siete cretini ma che state sottovalutando la cosa. Non credo che al Rai si diverte a fare queste cose, ripeto , secondo me sono costretti a farlo infatti lo fanno solo sul live poerchè vanno anche contenuti che non sono loro.
    Non è vero che Silverlight funziona male sul mio MAC consuma la stessa CPU di VLC e si vede meglio… è che a voi interessa registrare i flussi che è proprio quello che vogliono evitare.

  691. Fab24 says:

    che errore ti da?

  692. maria says:

    sergio che errore ti dà , piuttosto devi lamentarti con la Microsoft o Novel non con la Rai

  693. Fab24 says:

    @Maria ha ragione sul reverse engineering. Ha torto tuttavia per una cosa: io ho un pda che naviga in http (ho detto http = web) e non in wap. Apro tutto ma non posso vedere i canali RAI in streaming. E dire che DEEJAY TV invece la vedo con opera e con internet explorer per pocketpc. Questo già sarebbe un buon punto di partenza per lamentarsi. Per quel che riguarda il pc anche io ho fatto un’applicazione che per visualizzare la tv in streaming sul pc usa però le Directx e non registra. Per il momento sto a vedere cosa succede, quando la situazione sarà stabile… Per quel che riguarda il discorso dei cookies che ho spiegato prima, se per reverse engineering ti riferivi a quello, sappi che la spiegazione era inserita come commento nella pagina html del sito rai.tv usando il visualizza origine di internet explorer, quindi niente di offuscato ma completamente visibile! Mettici poi per il discorso codici dei token che c’è anche una certa curiosità tecnica a capire come fanno giusto per apprendere qualcosa di nuovo in un settore in continua evoluzione. E in questo non c’è nulla di male. Scusate i post chilometrici!

  694. Fab24 says:

    @maria ha detto: è che a voi interessa registrare i flussi che è proprio quello che vogliono evitare.

    Se non lo sai c’è un’applicazione in windows 7 di sistema che fa registrare prendendo dalla scheda audio l’audio e dallo schermo il video! Anche se il filmato è preso da un sito web funziona.

  695. ghizzu says:

    @maria:
    Non capisco perchè dovrei perdere tempo a sforzarmi di registrare i flussi a bassa qualità che ci sono su rai.tv quando con poche decine di euro posso comprarmi una schedina PC per digitale terrestre o satellitare e registrare sul mio harddisk lo stream in HD senza nessuna perdita di qualità!
    Ma davvero, è VERAMENTE QUESTO che preoccupa la RAI?!

  696. Fab24 says:

    No ghizzu. L’unico motivo sensato è solo questo: la banda costa. Per lo streaming costa pure cara perchè ce ne vuole tanta. E la pubblicità sul sito copre questi costi. E come si fa a vendere pubblicità su un sito? Si mostrano le statistiche di accesso memorizzate dal server. Perchè gli spot appaiono ogni tot di click? Equivale ai passaggi pubblicitari in tv. Solo questo il motivo: niente pubblicità, streaming sul web troppo costoso e ovviamente lo eliminano. Per il problema dei diritti delle dirette il discorso non sussiste. Se non hanno i diritti appare il cartello che dice: questo contenuto non è disponibile o qualcosa del genere.

  697. Ricardo says:

    Per esempio silverlight funziona solo su uno dei miei 3 mac, gli altri che non sono intel non lo supportano, è oltraggioso che il servizio pubblico sia disponibile solo ad alcuni.

  698. rik says:

    @maria

    Il fatto che l’applicazione sia stata tolta da facebook non vuol dire nulla. A casa mia questo si chiama pararsi il didietro per evitare possibili grane, anche solo ipotetiche.

    Il reverse è perfettamente lecito quando è fatto al solo scopo – e senza lucro alcuno – di rendere un programma per elaboratore compatibile con un determinato sistema o una data piattaforma.

    I driver video opensource r300 per Linux, ad es., sono frutto di reverse engineering dei ‘fglrx’ proprietari. E ATI/AMD non ha mai detto nulla perché non poteva e non può dire alcunché. Faccio presene che il codice degli r300 esiste da molto ..molto tempo prima che ATI decidesse di rendere pubbliche alcune specifiche dell’hardware di propria produzione.

    Discorso diverso è se il reverse è fatto per lucrare o per appropriarsi di qualcosa che appartiene ad altri; o ancora, per violare un sistema informatico protetto da misure di sicurezza di qualsivoglia natura; etc, etc.

  699. Luker says:

    @Maria:
    tutte cazzate.
    non è illegale. altrimenti pure openoffice sarebbe illegale. microsoft continua a cambiare i formati con ogni versione di office, e openoffice fa reverse per stargli dietro. non parliamo di tutte le implementazioni open dei vari codec proprietari poi…
    inoltre le leggi ti sono state postate.

    a me non frega ‘na mazza di registrarmi la rai. anche perchè l’unico programma degno di nota della rai mi permette di vedere già tutte le puntate.
    non mi piace silverlight. tecnologia proprietaria, un mangiarisorse assurdo, quando basterebbe uno stupidissimo player flash. o ancora meglio basterebbe modificare il server di streaming per mandare nello stesso stream PRIMA la pubblicità, POI lo stream vero e proprio. gli sarebbe costato meno.
    silverlight che funziona meglio di vlc è una cazzata, soprattutto date le immense capacità di vlc. Comunque *voglio* poter scegliere io il player.
    Che si veda meglio è un altra stronzata, dato che una delle caratteristiche di silverlight è l’adattamento della qualità dello stream alla banda disponibile (non so se in rai lo usano però). inoltre se lo stream è lo stesso, NON HA SENSO che si veda meglio. proprio logicamente non sta in piedi.

  700. mitm says:

    @maria
    l’app su facebook e ancora up & running, ho chiuso un paio di giorni i rubinetti per prendere alcune precauzioni, ma il sistema funziona ancora (senza peraltro alcuna modifica sostanziale) – in serata e nei prossimi giorni potrebbe essere down o nn funzionare correttamente, dato che stiamo aggiustando un pò il codice, ma per il momento nn abbiamo intenzione di chiuderla

    parli di contenuti cifrati, ma gli stream nn sono cifrati e in tutta sincerità nn credo che interessi a molti registrarli, vista la qualità

  701. maria says:

    @Fab24: sai benissimo che la qualità ottenuta è diversa , inoltre per certi contenuti si può attivare l’output protection con SL e ti viene un bel buco nero

  702. Comix says:

    Ok raga, lasciamo stare i troll, anche di sesso femminile, e facciamo un bel brainstorm!

    Non conosco Python ma conosco qualcosa di .net e sto cercando di riadattare lo script. Qualcuno ha già fatto qualcosa? Siete riusciti a slegare un po’ quella funzione quasi ricorsiva? ^_^

  703. ghizzu says:

    “basterebbe modificare il server di streaming per mandare nello stesso stream PRIMA la pubblicità, POI lo stream vero e proprio”

    Mi hai tolto le parole di bocca.

  704. maria says:

    @luker: ma perchè devi scrivere una parolaccia ogni 3 parole non puoi esprimenrti in modo più civile ?

  705. linuser says:

    @maria

    > Se un contenuto è cifrato è evidente che non si vuole permetterne l’accesso il tuo ragionamento e come dire che se una porta è chiusa a chiave e provo ad aprirla forzandola non faccio nulla di illecito

    Se una porta è chiusa a chiave è palese che se ne vuole precludere l’accesso … qui invece non c’è alcun accesso precluso : i byte sono lì visibili , consultabili , interpretabili.

  706. maria says:

    @mitm: e perchè hai tolto i canali di Mediaset ?

  707. maria says:

    @mitm: comunque bloccare la tua app server su facebook è abbastanza facile , non capisco perchè non lo fanno. Basterebbe fare nel pleyer un controllo di frequenza di utilizzo

  708. Giulia says:

    Non essendo conoscitrice di C# non ci ho provato, ma nessuno ha provato a prendere la classe Rai.Client.Services.Security e costruirli all esterno un wrapper solo per ottenere lo stream ?
    Basterebbe aggiornare la dll ogni volta prendendola dal xap tanto quello che fa e’ prendere il link al flusso e restituire lo stream akamai e penso che il metodo o l’istanza dell’ oggetto siano semplici da chiamare.

  709. maria says:

    a me non sono visibili. sono offuscati, voi li avete deoffuscati

  710. Comix says:

    @Giulia: bell’idea, purtroppo non conosco il .net così bene… Io sto tentando una traduzione 1:1 da C# a Python, ho iniziato a tradurre la funzione “f” che è abbastanza banale (ma dato che non conosco Python sono un po’ lento):
    def f(string, int):
    num = 893642046 + 11
    cnt = 0
    tmp = xor((string[cnt] and ‘\xd70x00ff’), num)
    num = num + 2
    string[cnt] = (char) ((tmp << 8) or tmp)
    return string
    Ora mi sto vedendo la funzione a, non è niente di complicato, bisogna solo guardare sulla documentazione cosa fanno certi metodi che non li conosco.

  711. Fab24 says:

    @maria con te è una battaglia persa (per te intendo)! Ma tu non sei un tecnico, solo un utente e mac per giunta! Cmq l’ho già fatto di bypassare le protezioni usando una scheda video con uscita svideo mandata ad un dispositivo di acquisizione (per esempio). Però vedi molti che usano mac o windows sono solo utenti. Molti che usano linux sono almeno un pò più su degli utenti come conoscenze tecniche e di programmazione.

    @ghizzu se lo mandi con lo stream non puoi far vedere a chi fa pubblicità sui banner gli accessi al sito reali. Gli inserzionisti vogliono numeri. Ogni volta che parte lo spot viene registrato data ora ed altri dati del pc client che l’ha eseguito.

    Il discorso della qualità attenzione: non dipende dal player ma dal server. Windows Media Server presente in w2003 server e w2008 server adatta automaticamente la banda di streaming in base agli accessi per prevenire cadute di banda. Usano in trasmissione un bitrate variabile. Usano windows media encoder per la codifica.

  712. Fab24 says:

    @comix ho visto che la dll security si integra perfettamente in un progetto e non da problemi di licensing. Credo la cosa migliore sia capire come farla funzionare con mono su linux e con .net su windows

  713. rik says:

    Vabbè, abbiamo capito. Il sospetto c’era, ora è certezza. Mi associo all’invito di lasciar stare i troll, che portino o meno la maschera.

  714. Ricardo says:

    @Fab24 sigh e noi utenti/programmatori mac … nulla? :D
    L’altro giorno ci ho messo un’ora a compilare python 3 dai sorgenti… oggi la rai mi frega di nuovo … :-(
    E non dirmi di bootare in linux ho 2 powerpc su 3 :D

  715. Comix says:

    @Fab24: ok, però non saprei come fare. Mi spiace ma conosco il .net solo marginalmente non ci ho ancora programmato come si deve sopra. Su questo sono ancora alle basi. :( Mi spiace davvero non potervi essere utile come vorrei.

  716. gionnico says:

    Ragazzi, come proponeva giustamente Fab24, meglio proseguire la discussione in un forum che richieda la registrazione, visto che pare stiano cambiando il codice ogni qualvolta QUI viene pubblicato un nuovo script.
    Sul mio spazio web, la butto là, ho creato un forum apposito.

    http://www.forzazzurri.mine.nu/olrait

    Siete tutti invitati ad iscrivervi. Ci sono anche novità per lo streaming …
    E chi volesse contribuire, me lo faccia sapere, che sono disponibile per accreditare poteri.

    Lo spazio vuol essere il completamento naturale dello spazio creato da Pietro Battiston giusto pochi giorni fa:
    https://launchpad.net/~olrait

    Un forum è più adatto per discutere di una piattaforma di sviluppo software con mailing list. Per quanto, vi invito anche ad iscrivervi lì ! :D

    @Comix: Bene se conosci il C# ! Si esattamente wilderkde si stava occupando di un programma … non sprechiamo i nostri sforzi!
    Vieni sul forum!

  717. Giulia says:

    namespace Rai.Client.Services
    {
    public class SecureServiceFactory
    public class StreamingRequestService : TokenRequestService
    public class TextRequestService : TokenRequestService
    public abstract class TokenRequestService
    }

    Direi che Secure ServiceFactory con il metodo T(uri) sia un buon candidato.

  718. Fab24 says:

    Mi sono appena iscritto :-)

  719. Fab24 says:

    @Giulia quelle funzioni le ho viste anche io. Solo che ancora non ho capito come passargli gli argomenti. Credo che sia collegato anche con la dll del player.

  720. Fab24 says:

    funzioni = classi

  721. rik says:

    Continuiamo qua, così legge anche chi non vuole iscriversi da nessuna parte.

    Tanto non è vero che cambiano il codice quando qui si cambia quello dello script.

    Il codice lo cambieranno sempre e comunque.

  722. Fab24 says:

    Ciascuno è libero di fare quello che vuole!

    Alzi la mano chi vuole iscriversi!
    Alzi la mano chi pensa che ciascuno sia libero di fare quello che vuole!
    Alzi la mano chi vuol leggere questo post!

    @Giulia mi chiede nella dichiarazione un (of ) e dice specificare tipo. Qualche idea?

    Alzi la mano chi vuole che giulia risponda!
    (Sto guardando la registrazione di Zelig della puntata che ho perso in diretta!)

  723. Fab24 says:

    @Giulia ho trovato, vi tengo aggiornati

  724. rik says:

    Appunto, fate quello che volete. Ma non imponete a nessuno di iscriversi in un forum.

    Noi rimaniamo qua a seguire gli sviluppi della faccenda.

    E finiamola dire fesserie del tipo che il codice lo cambiano perché leggono lo script su questo blog.

  725. Fab24 says:

    Infatti il codice lo cambiano perchè vedono: consumo banda = x utenti. Utenti connessi al portale = x – y. E’ matematico non credi? Se non si simula il browser che è connesso costantemente al portale sarà una partita persa

  726. rik says:

    Che si accorgono è un dato di fatto.

    Ma non è dimostrabile che facciano l’operazione matematica di cui sopra.

    Quindi a che serve andare da un’altra parte a nascondersi?

    Non ti permetteranno di puntare direttamente al relinker o come diavolo si chiama: questo è il punto. Ti beccano prima o poi, e cambieranno nuovamente il codice. A prescindere da dove pubblichi lo script.

  727. Fab24 says:

    Guarda non so tu ma io mi sono occupato di streaming server in passato e ti posso dire che è molto più probabile che facciano l’operazione di cui sopra. Sai perchè? Come ho già scritto la banda costa. E se la comprano si paga a megabit. Ma il controllo non lo fanno loro, lo fa il fornitore del servizio che si fa pagare per banda consumata. Magari loro incrociano solo i dati con gli accessi al sito e vedono che non torna.

  728. La banda si paga a megabit?! La RAI?! Bella questa.

    Comunque: forum o mailing list, qualsiasi cosa è più comoda di questa pagina ormai chilometrica in cui le discussioni si mischiano, a prescindere dal fatto, assolutamente irrilevante, che quelli di Gaia si facciano o no due risate a leggere qui ogni tanto.

  729. Fab24 says:

    @ Pietro Battiston
    Guarda nemmeno ti rispondo…

    Solo la telecom non la paga la banda… la sua tv passa per il canale 8/36 dell’adsl

  730. Comix says:

    E piantatela di dar da mangiare ai troll. E’ così semplice far finta che non esistano… Cmq domani vedrò se iscrivermi, se ho qualche idea sicuramente… Nel frattempo installo il .net sul mio PC.. :P

  731. Fab24 says:

    Comix ioho un errore strano in .net mi dice che manca la system che invece importo. E la versione è giusta. Non trovo soluzione. Ho visto che nella dll c’è il metodo send. Sicuramente passando i parametri giusti si ottiene l’indirizzo corretto senza fatica

  732. Fab24 says:

    cioè il riferimento alla dll system del framework

  733. Marco says:

    SONO PIUTTOSTO DISPERATO!!! VIVO A NY E FINO A UNA SETTIMANA FA GUARDAVO IL TG OGNI MATTINA, ORMAI MIO UNICO CONTATTO CON L’ITALIA… ORA NON E` PIU` POSSIBILE!!!! MI APPARE IL MESSAGGIO CHE IL CONTENUTO E` SOLO PER IL TERRITORIO ITALIANO!!!! SONO ANCHE DI RECENTE PASSATO A MAC CHE CAPISCO ANCORA MENO CHE IL PC… SNOWLEOPARD!!!

    NESSUNA SOLUZIONE SEMBRA CHE LA SAPPIATE LUNGA…
    HO CERCATO UN PROXY MA SE CAMBIO IL MIO IP NON SONO PIU` NEANCHE COLLEGATO ONLINE…

    VITACCIA… :((((

    GRAZIE PER L’AIUTO…
    MARCO

  734. mitm says:

    @maria
    > perchè hai tolto i canali mediaset?
    in questa sede diciamo solo che sono stato sollecitato..
    dato che nn li seguo e nn mi interessano, li ho tolti senza menarmela + di tanto

    > comunque bloccare la tua app server su facebook è abbastanza facile , non capisco perchè non lo fanno. Basterebbe fare nel pleyer un controllo di frequenza di utilizzo

    nn voglio pensare che stai parlando a sproposito…se vuoi discutere di “questioni tecniche” ti prego di essere + precisa
    chi dovrebbe fare questo controllo sulla frequenza di utilizzo? silverlight lato client? oppure dovrebbero farlo lato server in base alle richieste provenienti da uno stesso ip?

  735. fab24 says:

    @Marco devi usare un proxy nel browser non nella scheda di rete. Stasera mi reinstallo il mac e ti dico come fare. Se ti iscrivi all’altro forum http://www.forzazzurri.mine.nu/olrait ti posso anche dare il mio contatto msn (si possono inviare messaggi privati). Una volta che funziona poi renderò l’informazione disponibile qui.

    Ciao

  736. kam says:

    ciao mario56, come mai adesso ti spacci per donna?

    e smettila di ripetere sempre le stesse cose, è più di un mese che lo fai.
    la stragrande maggioranza degli utenti ti dice che vlc funziona meglio di silverlight e tu dici no perchè sul tuo pc funzionerebbe meglio silverlight.

    la stragrande maggioranza degli utenti dice che moonlight non funziona/funziona male e tu lo neghi.

    la gente ti dice che non è illegale con tanto di documentazione e tu dici no blabla…
    è inutile che cerchi di spaventare la gente, non siamo idioti.

    e nessuna persona dotata di un minimo di cervello crede nella storia del paladino della legalità, che tu lo ammetta o meno è evidente che hai rapporti diretti/indiretti con rainet.

    se credi di averne gli estremi denuncia pure, fai quello che ti pare, ma smettila co sta storia
    e renditi conto davvero che non siamo tutti rincoglioniti.

    e per quanto riguarda le registrazione sappi che a me non interessa un acca registrare gli stream della rai, se devo registare posso registrare in qualità decisamente migliore sia col pc che col tuner dtt dotato di ingresso usb (costano 20 euro).

    semplicemente mi interessa vedere gli stream della rai perchè non ho la tv in camera e vederli con un player esterno mi è più comodo oltre che più performante (anche se tu sostieni il contrario).

  737. fab24 says:

    @Comix ho scoperto perchè mi dice che manca il riferimento. Vede la dll client.security come un componente silverlight. Se faccio un nuovo progetto silverlight e la includo lì visual studio non si lamenta.

  738. fab24 says:

    @kam quoto appieno. In più io ho l’applicazione che può usare il telecomando di media center sul notebook e che ora non funziona più finchè non la aggiorno.

  739. maria says:

    @Kam: non so chi sia mario56

  740. maria says:

    skin79:ma se il problema è che Moonlight funziona non come vorreste perchè , visto che è un progetto opensource non ci lavorate anche voi per farlo funzionare meglio ?

  741. maria says:

    @riccado: Riccardo sai che i mac non intel non esistomo praticamente più per questo le nuove versioni di Sl non li supportano più …

  742. kam says:

    sarà, eppure ripetete le stesse identiche cose fino allo sfinimento col medesimo stile…

    comunque ti ripropongo la stessa domanda elusa più volte da mario56, come ci arrivi su questo blog considerando evidente che non ti interessa vedere gli stream della rai con vlc?

  743. slacker says:

    In attesa di nuovi sviluppi e mentre i coder si spostano altrove – a che pro? Quoto l’amico rik: che senso ha spostarsi su un forum non pubblico, se poi tanto qualcuno si registra, prende il codice e lo mette da altre parti, aggiorna i propri script e quelli altrui, e così via? – per chi volesse utilizzare lo scrittone di Kowalsky (thanks amico, facci sapere ogni tanto dove ti si becca) e non riesce a minimizzare il browser perché ad es. non usa kde, può utilizzare questa applicazione:

    http://alltray.trausch.us/

    E’ sufficiente dare il comando:

    alltray -H [eseguibile_del proprio_browser] ` et voilà .. il gioco è fatto.

    Testato con firefox e seamonkey su XFCE 4.1.6

    Comunque sia, un grazie a tutti per l’ottimo lavoro svolto fin’ora.

  744. maria says:

    @kam: perchè un giorno che non fuznionava lo streaming ho fatto delle ricerche con google

  745. maria says:

    @kam: comunque hai ragione non voglio farti perdere tempo. Io se fossi in voi collaborerei a Moonlight che è open source mentre soluzioni di altre aziende non. non disturbo ulteriormente visto che non è gradito il confronto in questo blog

  746. slacker says:

    >>> * XFCE 4.6.1

  747. skin79 says:

    @maria (o mario?):

    > ma se il problema è che Moonlight funziona non come vorreste perchè , visto che è un progetto opensource non ci lavorate anche voi per farlo funzionare meglio ?

    Io lavoro già da un’altra parte e non ho le risorse e il tempo (o la voglia) per mettermi a studiare il framework di moonlight e a lavorarci sopra. Comunque anche se è open source può comunque non piacermi. Invece ho il tempo di usare una tecnologia esistente che funziona già bene (vlc, mplayer, xine, kaffeine, gstreamer, eccetera). Come ti ha risposto tanta altra gente (vedi Luker) vogliamo la libertà di sceglierci il player che più ci piace.

  748. maria says:

    @mtim: basterebbe anche scrivere del token che viene mandato al media server l’indirizzo IP della macchian che ha chiamato il primo servizio per il calcolo del token e bloccare la connessione quando i due indirizzi sono diversi ed ecco che la to server il gioco non funziona più

  749. skin79 says:

    @maria:
    >basterebbe anche scrivere del token che viene mandato al media server l’indirizzo IP della macchian che ha chiamato il primo servizio per il calcolo del token e bloccare la connessione quando i due indirizzi sono diversi ed ecco che la to server il gioco non funziona più

    In questo modo bloccheresti le connessioni di utenti che navigano dietro una rete nattata, vedi fastweb e mille altre.

  750. brainless says:

    @Giulia, mitm, skin79

    Io non ho possibilità di usare windows ma potrei usare momo.
    Potreste indicarmi tutti gli entry-point della dll ?
    Eventualmente anche gli argomenti.

    PS: potrei dare un contributo importante.

  751. mitm says:

    @maria
    ora come ora basterebbe anche meno per neutralizzare l’app..cmq è esatto quello che dici, un controllo di questo tipo ci costringerebbe ad utilizzare altri metodi..vedremo quando sarà il momento, direi che è inutile preoccuparsene prima, non siamo pagati per questo (noi)
    e cmq lato client sarà difficile che riusciate ad impedirci di usare vlc/mplayer o il nostro lettore preferito ;)
    la soluzione lato server è semplicemente + comoda, ma se smetterà di funzionare nn sarà certo una tragedia..
    p.s. se nn erro tra di noi c’è già qualcuno che collabora allo sviluppo di moonlight

  752. Fab24 says:

    @skin79

    nattata, che brutto termine. Come downloadata, restorata e tanti altri esempi. Ma bando alle trollate
    @maria ma a te che te ne frega? Ci lasci sperimentare in pace? Se la cosa ti da fastidio non leggere più qui.

    @A tutti quelli che scrivono qui: iniziate ad ignorarla, alla fine è solo tempo perso.

    @brainless ho visto che su un progetto non silverlight cerca una dipendenza del framework anche se viene inserito il riferimento. Questo non avviene se viene inserita in un progetto silverlight.

  753. mitm says:

    @skin79&maria
    > In questo modo bloccheresti le connessioni di utenti che navigano dietro una rete nattata, vedi fastweb e mille altre

    stavo pensando la stessa cosa, anche chi utilizza le internet key con determinati operatori sarebbe tagliato fuori e nn potrebbe fruire dei servizi..

  754. Marco says:

    FAB24 GRAZIE INFINITE, Guardero` qua piu` tardi e appena torno da lavoro mi iscrivo anche a http://www.forzazzurri.mine.nu/olrait Mi riaccendi un po’ di speranza, sono le uniche news che riesco a guardare!!!
    A DOPO!
    Marco

  755. skin79 says:

    @Fab24
    > nattata, che brutto termine
    Mi dispiace avere urtato la tua superiorità linguistica e filologica, chi ha poco tempo di scrivere e discute di questioni tecniche a volte usa termini non approvati dall’Accademia della Crusca.
    Per chi non ha confidenza con il termine “nattato” (etim. relativo o derivato da N.A.T, Network Address Translation), si intende volgarmente traduzione o traslazione di indirizzi ip, nel caso in questione da una rete privata a una rete pubblica). Per maggiori approfondimenti:
    http://it.wikipedia.org/wiki/Network_address_translation

    >@A tutti quelli che scrivono qui: iniziate ad ignorarla, alla fine è solo tempo perso.
    Come si conviene ai luoghi in cui è ancora ammessa libertà di pensiero e parola, continuerò a valutare autonomamente se rispondere a maria o meno, ringraziandoti doverosamente per il tuo consiglio.

    @brainless:
    non ho conoscenza di .net e c# per cui non so aiutarti

  756. barabba says:

    mi sono iscritto pure io
    accettate spettatori ?

  757. fab24 says:

    @skin79 grazie per la spiegazione non lo sapevo. Il pc lo so a malapena accendere

  758. linuser says:

    “cara” ( nel senso che costi , sei un peso per i contribuenti , per chi paga il canone ) maria , mario , luciano … vediamo se ti si accende qualche lampadina : a me vengono in mente due metodi per consentire la registrazione dello stream senza menarsi con la libreria offuscata del ca$$0 …

    1. dato che moonlight è opensource , nessuno può impedire a chicchessia di implementare una procedura con un bel pulsantone REC per salvare lo stream che si sta guardando , ricompilare moonlight e installarlo sul proprio browser.

    2. nessuno può impedire a chicchessia di monitorare le proprie connessioni , usare un programma che ascolti in modalità PROMISC sulla propria interfaccia di rete , individui la connessione da cui lo stream proviene , fare il dump dei soli dati grezzi ricevuti ( puliti dagli headers TCP e dalle eventuali duplicazioni per errori di ritrasmissione , dai messaggi di controllo ) , ottenere in questo modo lo stream RAW ( senza container ) , decidere se salvarlo o eventualmente cacharlo per “altri utlizzi”

  759. sentenza says:

    @Fab24

    Saprai pure accendere il PC, però ora basta con ‘sta spacca.

    Hai rotto una attimino le balls a parecchie persone con:

    “sto script non va bene perché usa silverlight e dov’è la sfida, registratevi di quà anche se dei forza azzurri non ce ne sbatte nulla, che brutta parola questa, questo non va bene, questo sì….”

    e così di questo passo.

    Senti un pò:

    parlando di cose che interessano a tutti, il codice che eventualmente salterà fuori da queste illuminate ed illuminanti boutade, lo condividi anche con noi o è roba che ti tieni per te e per gli azzurrini?

    Perché per ora hai fatto solo chiacchiere fine.

  760. gionnico says:

    Ci tengo a dire solo una cosa: il dominio ForzAzzurri nasce qualche anno fa, e si riferisce al tifo per la nostra nazionale.

    Non ha implicazioni politiche.
    E tu che sei tanto bravo a sentenziare, hai uno spazio gratuito con un nome più carino?

    Oppure pagheresti per un dominio?

    Se no, non ti permettere di criticare se “il nome non ti piace”, dato che – peraltro – non sembri nemmeno disposto a discuterne.

  761. sentenza says:

    @giannico

    prima di tutto, felice che la vuoi buttare in polemica.

    Secondo, qui si parla d’altro, non di calcio. E c’è gente, appunto a cui del calcio non glie ne frega un bel niente, compreso quello della nazionale.

    Terzo: mi sento perfettamente libero di criticare quello che mi pare. Ma non era il nome del dominio il problema.

  762. Giulia says:

    Questo dovrebbe essere il modo di chiamare la classe Rai qualcuno riesce a compilarlo con le librerie silverlight SDK 2.0(e a spiegarmi come si fa o sotto win o sotto unix)? A Console dovrebbero uscire i risultati della chiamata?

    static void Main(string[] args)
    {
    Uri U = new Uri(“http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983″);
    SecureServiceFactory F = new SecureServiceFactory();
    StreamingRequestService RS = F.CreateService(U);
    RS.Completed += delegate(object s, EventArgs e)
    {
    if (RS.Error == null)
    {
    Object RE = RS.Content;
    Console.WriteLine(“RE:” + RE.GetType().ToString() + RE.ToString());
    }
    else
    {
    Uri k = RS.StreamUri;
    Console.WriteLine(“k:”+k.GetType().ToString() + k.ToString());
    }
    };
    RS.Send();

    }
    }

  763. brainless says:

    @Giulia

    Grazie infinite.

    Vedo cosa posso fare.

  764. brainless says:

    @Giulia

    Scusa, non ho risposto alla domanda

    Per compilare puoi usare il compilatore ‘mono’ sotto linux

  765. kam says:

    maria… ben venga il confronto quando tale.

    quando si vuole imporre le proprie idee, si batte sempre sugli stessi punti senza accogliere le obiezioni altrui e si tende ad etichettare gli altri non sono più ben disposto…sai com’è.

    detto questo un ringraziamento a tutti quelli che cercano di risolvere il problema invece di far polemica, avessi le capacità adeguate vi aiuterei anche io.

  766. fab24 says:

    @sentenza
    >sto script non va bene perché usa silverlight e dov’è la sfida, registratevi di quà anche se dei forza azzurri non ce ne sbatte nulla, che brutta parola questa, questo non va bene, questo sì….”

    e così di questo passo.

    La risposta è: prima di tutto non è mio quel dominio, io ho solo fatto una proposta. Non sto facendo propaganda per il forum registrato. Ho detto solo che non riesco ad importare la dll ed ho chiesto se qualcuno ha qualche idea di come aggirare l’obbligo di usare silverlight anche in fase di sviluppo perchè ieri ci ho perso 3 ore a capire perchè mi cercasse una dll che ho incluso come riferimento.

    A proposito sapete qual’è il file che silverlight spy memorizza per la scadenza del trial così’ non perdo tempo a cercarlo e mi posso dedicare al problema della dll?

    Il codice lo posterò appena lo creo, per il momento sto combattendo con la dll che non mi vede se non con un progetto nuovo silverlight. Ma è proprio quello che vorrei evitare. Anzi se posso vorrei rendere il programma che ho fatto nativo che non abbia bisogno del framework per girare (sarà dura convertirlo da vs2008 a visual studio 6 finora ho sempre fatto il contrario)

  767. fab24 says:

    P.S. non intendo crackare silverlight spy mi basta che funzioni in trial ancora per 1 settimana

  768. fab24 says:

    ho scoperto una cosa interessante! Avete presente i caratteri cinesi? Analizzando il codice sulla dll “incriminata” mi appaiono delle sub che hanno come nome ? e sono tre (casualmente). Che si riferiscano ai caratteri cinesi? E’ solo un dubbio

  769. fab24 says:

    Grazie Giulia, ho scoperto perchè non mi trova la dll, ho anche visto cose interessanti
    anche se ancora nn ho dipanato la matassa.

  770. linuser says:

    altra regoletta per adBlock : h_ttp://it(dot)sitestat(dot)com/rai/rai-tv/* ( da ” sanitizzare ” )

  771. fab24 says:

    Ho analizzato il codice del player silverlight ed ho visto che effettivamente anche il player agisce tramite un cookie. Quindi come pensavo loro vedono gli stream attivi non dal sito perchè c’è la connessione allo stream ma manca il cookie. Quindi niente paranoie del ci spiano. La questione è solo tecnica. Tuttavia ho pensato, giusto per fare una cosa semplice, si potrebbe fare una pagina web locale (se avete linux potete usare apache e php) in html5 che supporta nativamente i video. Questo dovrebbe permettere la visualizzazione. Ma è importante fare la stessa politica dei cookie che fa il player così a loro sembra che si stia usando il portale. Che ne dite? Si può fare?

  772. sergio says:

    @Fab24 e Maria: l’errore riguarda il processore…e io mika posso andare a comprarmene un’altro oppure un pc nuovo solo x vedere la rai XD e credo ke nex ke abbia il mio stesso problema lo farebbe!! quindi al diavolo silverlight e ki l’ha inventato…e stupida la rai ke non capisce ke sara’ anke un software gratuito ma se tutti non possono usarlo a ke serve? quindi non possono lamentarsi se uno usa altri metodi!
    p.s
    ci tengo a rigraziare ankora tutti coloro ke collaborano a questo progetto e spero ke riusciate a trovar una soluzione definitiva :)

  773. gionnico says:

    Volete uno script funzionante? Venite nel forum, perché non me la sento di postare qui codice. Abbiamo avuto la prova riprovata che cambiano il codice dopo che lo postiamo qui.
    E poi nel forum ci sono le istruzioni passo-passo.

    Ricordo il link:

    www forzazzurri PUNTO mine DOT nu/olrait

  774. nowardev says:

    @gionnico

    si peccato che sto forum non sia il massimo.

    che senso ha poi? mah…

  775. fab24 says:

    @sergio forse non sai che il silverlight è gratuito lato client. Ma la suite di sviluppo completa di visualstudio (necessaria per usarlo appieno) costa! Le versioni express che si trovano sul web non consentono determinate cose (esempio io ho fatto un’applicazione per vedere il televideo rai sui dispositivi windows mobile ma con la versione express non si può sviluppare per windows mobile, solo pc) E’ giusto un esempio (se hai un dispositivo windows mobile la trovi sul forum xda-developpers in software developpers thread televideo windows mobile) Stavo iniziando a progettare anche un’applicazione per vedere la rai in streaming da li(con connessione wireless) ma questa cosa dell’auth code mi ha bloccato. Ma se dovessero fare la stessa applicazione per iphone allora scriverei una lettera di protesta!!

  776. Kowalsky says:

    @ernesto & slacker

    qualche volta mi trovate qui: k0wal5ky@mailinator.com (M$N, in casa del nemico :-) )

  777. maurelio79 says:

    @fab24, ma che cazzo dici? Ma cos’è il giorno delle minchiate

  778. fab24 says:

    Ma se per te è una min@@iata che con visual studio express non si può sviluppare per dispositivi mobili… Io ho provato le versioni express gratuite. Per silverlight a dire il vero me lo sono ritrovato nella versione a pagamento come aggiornamento e non ho idea se per programmare il tool di sviluppo sia gratis. Ma non si può provare tutto. In più a volte anche con silverlight funziona male (oggi alle 12 raisat cinema era fuori sincro l’audio col video)

  779. Giulia says:

    In questo momento Su ubuntu 9.10 repository ufficiali la RAI funziona (con tutti gli svantaggi di silverlight/moonlight).

  780. fab24 says:

    funziona anche su debian unstable 64bit ma il video va a scatti. Eppure è un pc che fa tutto e registra pure col digitale terrestre. Ma con moonlight è peggio che con Flash. E se Steve Jobs non vuole Flash sui Mac se si accorge di quanto pesa Silverlight mi sa che farà la stessa fine.

  781. Mauro says:

    Lo script non funziona più… :(

  782. marcello says:

    @feb24: veramente a me la CPU sale molto di più con flash che con Silverlight , parlo di Mac e Windows , non ho un PC con Linux per provare

  783. marcello says:

    @sergio: una curiosità, ma che processore hai per essere incompatibile con un plugin così diffuso ?

  784. Giulia says:

    Una breve analisi dei nuovi metodi rai
    “Qualcosa” = carattere UTF non stampabile;
    Costante2 = 11 ;

    Time = OraAttuale + CampoCalcolato1
    Stringa = Time.Anno + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + ParameteroFunzione2 + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Time.Giorno + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Time.Mese + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Random.Next(Costante) + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Time.ora + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Time.Minuti + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Time.Secondi + F1(“Qualcosa”,Costante2)) + Randome.Next(Costante)

    Stringa 2 = F2(Stringa,NumeroAcaso0:30) + F1(“Qualcosa”,Costante2) + NumeroACaso0:30)

    Stringa 3 = F3(Stringa2,CampoCalcolato2);

    ConvertiBase64 (Stringa 3)

  785. Anonymous says:

    @Giulia

    private static String a(String A_0, int A_1) {
    // This item is obfuscated and can not be translated.

    char[] chArray = A_0.toCharArray();
    int num = 0x19fe7610 + A_1;
    int num2 = 0;
    do {

    char ch1 = chArray[num2];

    byte num4 = (byte) ((ch1 & 0x00FF) ^ num++);
    byte num3 = (byte) ((ch1 >> 8) ^ num++);

    chArray[num2] = (char) ((num4 << 8) | num3);
    num2++;
    } while (num2 < chArray.length);
    String hh = (new String(chArray)).intern();
    return hh;
    }

    questa e' la funzione java che restiusce il carattare UTF8 tradotto passandogli “Qualcosa” = carattere UTF non stampabile;
    Costante2 … Occhio spesso cambiano la num dentro la funzione.

    Cmq utilizzano ancora ; e -

  786. gionnico says:

    @Mauro: abbiamo nel forum script aggiornati.
    Meglio non pubblicarli qui, visto che è visitabile da tutti e ogni volta che mettiamo uno script in un blog, cambiano algoritmo.

    Il forum – lo ricordo – si trova a quest’indirizzo:

    www forzazzurri.mine.nu/olrait

  787. gionnico says:

    @Mauro: abbiamo nel forum script aggiornati.
    Meglio non pubblicarli qui, visto che è visitabile da tutti e ogni volta che mettiamo uno script in un blog, cambiano algoritmo.

    Il forum – lo ricordo – si trova a quest’indirizzo:

    www forzazzurri PUNTO mine PUNTO nu/olrait

  788. gionnico says:

    @Mauro: abbiamo nel forum script aggiornati.
    Meglio non pubblicarli qui, visto che è visitabile da tutti e ogni volta che mettiamo uno script in un blog, cambiano algoritmo.

    Il forum – lo ricordo – si trova a quest’indirizzo:

    www forzazzurri DOT mine PUNTO nu / olrait

  789. gionnico says:

    @Mauro: abbiamo nel forum olrait script aggiornati.
    Meglio non pubblicarli qui, visto che è visitabile da tutti e ogni volta che mettiamo uno script in un blog, cambiano algoritmo.

  790. gionnico says:

    :/ Maledizione.
    Problemi di cache o di database, scusate i 20 post, pareva censura!!

  791. maxfact says:

    @gionnico
    @giulia
    @flavio tordini
    @e altri

    le scoperte che fa giulia(tanto di cappello veramente brava ) vengono apportate nello script del forum di gionnico?

  792. sergio says:

    posso anke dirvi la marca ma il problema rimane comunque XD

    p.s
    athlon

  793. gionnico says:

    sergio: AthlonXP ?

    Cioè ma non posso credere che SilverLight richieda SSE2 …

    Lo richiedeva Adobe Premiere ricordo (e io avevo athlon xp), ma è un software di editing video e si può anche capire!

    Ma non un PLAYER UNIVERSALE come vorrebbe essere silverlight !

  794. linuser says:

    @gionnico

    >Cioè ma non posso credere che SilverLight richieda SSE2 …

    anche le prime versioni di googlearth e di chrome persino su linux richiedevano ( richiedono ancora ? ) un processore SSE

  795. Marco says:

    @Fab 24, Ciao, mi sono appena iscritto a forzazzurri come consigliato, quando hai un attimo mi fai un favore grandissimo…
    ti ricordo il mio problema, da una settimana circa non riesco piu` a guardare il tg su rai.tv… apparentemente non e` piu` accedibile dall’estero…
    grazie!

  796. gionnico says:

    linuser: si ma SSE è un conto.

    SSE2 un altro! Ti basta considerare che non sono pochi a possedere un AthlonXP, mentre la quasi totalità dei processori che gira su Win95 ha SSE !!

  797. linuser says:

    @gionnico

    >Ti basta considerare che non sono pochi a possedere un AthlonXP

    infatti la mia voleva essere una critica alla scelta di usare SSE2, non un avallo!!! ;-)

    >mentre la quasi totalità dei processori che gira su Win95 ha SSE !!

    uhm … no … i processori AMD dal K6 all’Athlon Thunderbird sono sprovvisti di supporto a SSE

    e comunque ricordavo male : errore mio … googleearth richiedeva SSE e chrome richiedeva SSE2 perchè compilato con -march=pentium4

  798. linuser says:

    dimenticavo … per la cronaca …

    il set SSE è stato introdotto a partire dal Pentium III ed effettivamente le applicazioni multimediali ne traggono vantaggio per velocità di esecuzione al prezzo della precisione. Il primo processore AMD a supportare SSE è stato l’athlonXP

    il set SSE2 è stato introdotto a partire dal P4 e non da chissà quale superiore velocità alle applicazioni multimediali.

  799. linuser says:

    offtopic addendum :

    debian per x86 32 bit è compilata standard senza alcuna ottimizazione ( niente MMX , MMXEXT , 3DNow , 3DNowext , SSE , SSE2 ) e gira su tutti i processori dal 486 in poi ( credo comunque che lo scalino verrà alzato in futuro ) mentre altre distribuzioni , sopratutto RPM based , hanno alzato la soglia già da tempo

    i programmi multimediali come vlc o mplayer sono invece compilati supportando TUTTE le estensioni : a runtime vengono rilevati i sets di istruzioni disponibili sulla macchina.

    dal gcc-4.2 in poi , è disponibile l’opzione -march=native -mtune=native che istruisce il compilatore a generare codice ottimizzato per il processore su cui sta girando. Ovviamente l’utilizzo di questi switch è limitato alla produzione di codice per la _propria_ macchina.

  800. Giulia says:

    @ Anonimo
    La funzione F2 quindi restituisce per adesso solo ; e – mi stai dicendo.

  801. Giulia says:

    Sono passati a Dotfuscator o e’ una mia sensazione ?

  802. Anonymous says:

    @Giulia si è quel che dico la funzione f1 di stringa e stringa2 mettono ; e – e il token e come prima
    f2 restituisce una stringa ( fatta dallo xor di token e numrandom )
    F3 prende f2+;+random e la stringabase64del nome assembly della dll e qui dovrebbe di nuovo fare lo xor partendo da stringa2.lengh indientro con laltra ma nn mi riesce farlo andare ne in java ne c# solo wilder ce riuscito in cpp

  803. Anonymous says:

    @Giulia io uso DeSmart che mette i nomi hai metodi anche quando sono offuscati

  804. Giulia says:

    Se usi dedotfuscator F1 scompare(come e’ giusto che sia) e tutti i caratteri cinesi tornano alla “normalita’”………

  805. Giulia says:

    Se usi desmart sai anche trovare dedot ……

  806. Anonymous says:

    @Giulia mitica! si son tornati i caratteri
    cmq resta il fatto che nn riesco a capire ho ‘riscritto’ si fa per dire tutto a modo in c#
    utilizzo Method_14 Method_17 Method_16 ma nulla

  807. Giulia says:

    Attenzione che alcuni field sono calcolati e assegnati ….

    Riesci a catturare i ttAuth dal silverligth funzinante?Sai farlo? perche secondo me e’ meglio capire il codice andando al rovescio (come ho sempre fatto)……………

  808. Anonymous says:

    @Giulia

    ttAuth: GFJiaQtBTnRVfWdTZFllCXthZhxjAHgFaUFPRnZZ

    eccolo catturato con Wireshark

  809. Anonymous says:

    GFJiaQtBTnRVfWdTZFllCXthZhxjAHgFaUFPRnZZ base64

    3101:892:0,2,439,31,58,7,474;1 dopo lo xor con nameassemblybase64

    2010;983;1-3-528-20-49-6-56 dopo lo xor con 1

    nn mi rience il contrario

  810. Giulia says:

    Meglio che usi httpfox e’ piu’ pratico …..
    comunque l’aproccio e’ considerare le chiavi delle costanti anche se loro le ricavano facendo i salti mortali come l’sha del nome della assembly, non capisco cosa significa non ti riesce il contrario..

  811. gionnico says:

    :/ Ma siete sicuri di postare qui MATERIALE DEL GENERE?

    Ma dico io.. ma se siete interessati allo sviluppo perché perlomeno non vi iscrivete alla mailinglist di pietrobattiston?

  812. Zibri says:

    @ Giulia: se hai voglia contattami in email “zibree at gmail” .. e’ per lavoro, se ti interessa.

    @ tutti gli altri (o quasi):
    Ora vi rivolterete tutti in coro ma ve lo devo dire: siete un bel branco di ipocriti.
    Io sono il primo a “divertirmi” a fare reverse engineering o a crackare cose protette per il puro gusto di farlo (meglio di in videogame) ma almeno non mi giustifico dietro alle motivazioni che state adducendo.. diritti? ma quali diritti!!! I diritti li ha chi CREA o fornisce contenuti. Nel secondo caso poi li paga ben salati. La rai o chiunque altro ha tutti i diritti di proteggere il materiale che diffonde visto che detiene i diritti solo per alcune diffusioni.
    Volete prendere lo stream dati dal DTT e ridiffonderlo?! Accomodatevi ma e’ pura pirateria.
    Italiani all’estero che piagnucolano?!?! Avete fatto male ad andarvene se tanto vi preme la tv italiana.
    Caratteri CINESI?!?! Ma che vi siete fumati?
    E’ divertente ogni tanto leggere questi post. Tranne alcune rare perle di intelligenza, il resto e’ degno di zelig.

    Buon proseguimento.
    Zibri

    http://www.zibri.org

    -fuoco alle polveri! :)

  813. sergio says:

    @zibri qui l’unico ke fuma kissa’ kosa credo sia tu…XD qui si cerca solo il modo x far vedere i canali rai a ki kome me non puo’ ne seguirli sul dtt ne sul sito rai vista l’alta tecnologia(se possiamo definirla tale) ke si ostinano ad usareXDDDD
    x quanto riguarda la storia degli italiani all’estero mika tutti trovano lavoro o possono lavorare in italia (sono dunque costretti a viver all’estero) quindi non capisco xkè tu debba dire certe cose…
    x i caratteri cinesi lascio la parola a ki ne sa d + d me XD

  814. Anonymous says:

    @giulia
    il contrario nel senso che riscrivendo le classe statica in c# scazzava qualkosa lo xor della seconda funzione (nn so come ne perche cmq ho risolto con java prima) cmq grazie sei stata troppo utile!

    Cmq ora ho aggiornato lo script in python di flavio e lo postato http://openpaste.org/19651/

    buona visione

  815. Giulia says:

    Attendiamo che Flavio verifichi il funzionamento del nuovo script che io chiamerei 1 marzo 2010 per distinguerlo dal vecchio.

    Grazie Zibri e Anonymous

  816. slacker says:

    Qui lo script funzica ragazzi.

    Siete furiosi :-)

  817. mitm says:

    grandissimi come sempre!
    port dello script in php, per l’utilizzo attraverso una pagina web(server side):
    esempio : http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer_web.php
    sorgente: http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer_web.php.txt

    qui il port sempre in php ma x l’utilizzo da riga di comando(client side):
    http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer.php.txt
    per utilizzarlo:
    scaricare il file
    $ wget http://acab.servebeer.com/tv-player/mitm/tvplayer.php.txt
    rinominare in .php
    $ mv tvplayer.php.txt tvplayer.php
    lanciare
    $ php tvplayer.php
    (Apre RaiUno con lettore predefinito mplayer)

    oppure
    $ php tvplayer.php [canale] [gruppo] [mediaplayer]
    ad es:
    $ php tvplayer.php RaiTre RAI vlc

  818. luca says:

    lo script lato server è grandioso … siete eccezionali come sempre..

    lato client però a me non funziona!! (su linux mint openbox) l’errore è il seguente:

    Warning: Missing argument 1 for CURL::CURL(), called in /home/l****/tvplayer.php on line 152 and defined in /home/lprimavera/tvplayer.php on line 8

    Fatal error: Call to undefined function curl_init() in /home/l*****/tvplayer.php on line 10

  819. lufuscu says:

    grandi ragazzi come sempre…

    @mitm o chi fosse interessato
    sono lo sviluppatore ti tv-player http://tvplayersite.altervista.org/
    vorrei sapere se sei disposto a collaborare con noi aggiornando lo script php (server-side) in modo da essere trasparente per l’utente, senza fare continui rilasci del software.

    email-> lufuscu [at] gmail [dot] com

    nuovamente grazie a voi geni :D

  820. Giulia says:

    Se a qualcuno interessa dopo aver ottenuto i tre o piu’ stream akamai puo’ comporre un bel mosaico (se gli regge l’adsl) preparando il file mosaN.vlm.conf ( Con N la numerazione degli stream) e sorgenteHttpOmms gli URI ottenuti dallo script,
    il mosaico fa molto film ciberpunk anni 80.

    con N = X*Y

    Comado vlc:
    vlc -vvvv -I telnet –vlm-conf mosaN.vlm.conf –mosaic-width 720 –mosaic-height 360 –mosaic-rows X –mosaic-cols Y –mosaic-position 1 –mosaic-order 1,2,3,..,..,N

    File di configurazione mosaico:
    ————
    new channel1 broadcast enabled
    setup channel1 input sorgenteHttpOmms
    setup channel1 output #duplicate{dst=mosaic-bridge{id=1,height=180,width=240},select=video,dst=bridge-out{id=1},select=audio}

    new channelN broadcast enabled
    setup channelN input sorgenteHttpOmms
    setup channelN output #duplicate{dst=mosaic-bridge{id=1,height=180,width=240},select=video,dst=bridge-out{id=1},select=audio}

    new bg broadcast enabled
    setup bg input fake://
    setup bg option fake-file=immagineDisfondonecessaria.jpg
    setup bg option sub-filter=mosaic
    setup bg option mosaic-width=720
    setup bg option mosaic-height=360

    setup bg output #bridge-in:display
    setup bg option mosaic-keep-picture

    control bg play
    control channel1 play
    control channelN play
    ——————

  821. mitm says:

    @giulia
    fico!

    @luca
    molto probabilmente sul server nn è abilitato il supporto per curl..
    per verificare crea sul tuo server un file phpinfo.php contenente

    e punta il browser a quella pagina..dovresti vedere qualcosa tipo:
    cURL support enabled

  822. mitm says:

    @ luca:
    contenuto del file phpinfo.php

    http://acab.servebeer.com/phpinfo.txt

  823. mitm says:

    @luca
    mi devi scusare ho letto male il tuo post..ti riferivi allo script da utilizzare da riga di comando..
    penso di aver capito dove sta il problema, ma adesso devo scappare..
    se vuoi possiamo parlarne + tardi in privato:
    mitm [at] hotmail [dot] it

  824. lufuscu says:

    ho fatto il porting (almeno credo di averlo fatto dato che non ho installato python3 :D) in python 2.6

    http://pastebin.com/VyC9wuQ5

    io direi di continuare a sviluppare lo script con questa versione di python (sempre se possibile) dato che ormai è quasi installata in ogni distro di default

  825. gionnico says:

    @Zibri: non è ipocrisia!
    E’ una falsità che vogliono farci credere quella dei diritti esclusivi di proprietà intellettuale.

    Leggi qui:
    http://www.gnu.org/philosophy/not-ipr.it.html

  826. rEvol says:

    Ciao ragazzi ho aggiornato il pacchetto .deb!
    http://revol.altervista.org/node/53

    Se lo provate e non vi funziona, per favore segnalatemelo commentando l’articolo.

  827. Andrea says:

    Aggiornato il rai.py alla versione 0.4 dove è stata migliorata leggermente anche l’efficienza nell’encoding dell’oramai celebre ttAuth.

    Controllare il repository git.

  828. Andrea says:

    Vi ricordo che lo script permette anche la visualizzazione dei video dei canali specifici (Ballarò, Annozero, BluNotte ecc ecc).

  829. gambler says:

    E da dove lo “cloniamo” ‘sto git?

  830. Giuseppe says:

    rai.py v.0.3 _non_ va! Nel senso che si vede la solita schermata di Rai-tv visibile dai canali Rai.
    Aggiungo solo che ho scaricato da Ubuntu 9.10 python3-minimal e che comunque da python3 –version ottengo: python 3.1.1+
    A completamento, aggiungo che da terminale ho dato il noto comando: python3 rai.py RaiUno (stessa schermata per RaiDue).
    Infine: da dove scarico da v. 0.4?

  831. Giuseppe says:

    … riscrivo il post precedente per renderlo più comprensibile ….
    rai.py v.0.3 _non_ va!
    Nel senso che si vede la solita schermata con …. visione del video consentita solo dal portale Rai.tv.
    Aggiungo solo che, dal repo di Ubuntu 9.10, ho scaricato python3-minimal e che (credo) essa sia sufficiente. Infatti python3 -–version mi segnala python 3.1.1+
    Riepilogando: python3 rai.py RaiUno mi restituisce la solita schermata (stessa storia per RaiDue).
    Infine: da dove scarico rai-py v.0.4?

  832. lufuscu says:

    @Giuseppe
    prova ad usare il porting che ho fatto per python2.6 http://pastebin.com/VyC9wuQ5

    per usarlo python rai.py

  833. Giuseppe says:

    Perfetto, Iufuscu!
    Ho effettuato Copia e incolla del listato da te segnalato, chiamando il file raii.py.
    Poi: python raii.py RaiDue -> OK, il video … si vede!
    Ciao e grazie

  834. Giuseppe says:

    Ok, ho pure verificato l’updating di poco fa:
    ———-
    Aggiornato al 3 marzo 2010. E’ necessario installare Python 2.6 e VLC. Scaricare lo script, rinominarlo in rai.py e lanciare con il nome del canale come parametro.
    ———-
    Funziona!

  835. Anonymous says:

    xxx@xxxxx:~$ python rai.py RaiUno
    Traceback (most recent call last):
    File “rai.py”, line 3, in
    import io, gzip
    ImportError: No module named io

  836. lufuscu says:

    evidentemente non hai la versione 2.6 di python perchè il modulo io è stato introdotto con quella…

    modifica il file e commenta la linea 3 (oppure cancellala), tanto a quanto pare funziona lo stesso

  837. Andrea says:

    http://gist.github.com/320415

    per evitare rogne agli utenti windows (mi è stato riferito che git sotto win fa veramente pena…)

  838. gionnico says:

    Prova con python3 rai.py RaiUno

  839. taedium says:

    Ciao, ed innanzitutto GRAZIE per l’ottimo lavoro.
    Probabilmente conoscete lo script rai-qt. Poiché a quanto pare ottenere i link è sempre più complicato, di recente l’autore ha deciso di utilizzare il vostro script per ottenerli.
    Lui però comincia ad essere stanco di aggiornare continuamente lo script, e posso capirlo (le politiche della rai, che dovrebbe garantire un servizio pubblico, sono quanto meno discutibili).
    Voi, per la fortuna di tutti noi, sembrate invece non stancarvi mai. Di conseguenza ho modificato lo script per scaricare automaticamente il vostro script ed utilizzare la versione appena scaricata per ottenere i link.
    Funziona, ma prima di passarlo all’autore ed eventualmente pubblicarlo, vorrei chiedervi una cortesia: ho notato che il link da cui prendere lo script cambia di volta in volta; non è un problema, mi basta che tale link si chiami sempre “Scaricare lo script” in questa pagina.
    Infine, ho fatto l’assunzione che vlc venga chiamato con una istruzione del tipo “subproces.qualcosa”… Sarà sempre così? Io modifico quella riga sostituendo a “subprocess.qualcosa” una “print”, e per trovare la riga utilizzo appunto “subprocess.qualcosa” come criterio di ricerca.
    Grazie,
    taedium

  840. Lumaga says:

    Grazie, grazie, mille volte grazie a tutti quanti!
    Lo script funziona perfettamente sul mio “Koala”

  841. [...] fatto in tempo anche a raccontargli la storia di Matthew che mi ha colpito e spero abbia colpito anche lui. Alla fine, leggermente disgustato da alcuni [...]

  842. Flavio says:

    Qui trovate un resoconto dell’incontro con Rainet. http://flavio.tordini.org/carne-di-porco

  843. xanti says:

    qua la mia versione, riadattata perché funzioni con python 2.x/3 (e con un mac), dello script rai.py 0.4a comparsa su questo blog

    ho inserito qualche commento, tenetene conto, se volete che vi funzioni…

    x.

    http://pastebin.com/BsD5e7vn

  844. LowRam says:

    Infinite grazie a tutti, lo script funziona anche con python 3.1 e puppy linux 100mb su pentium

  845. gionnico says:

    @LowRam: e porca miseria!

    Perché discriminare uno che ha 100mb per l’installazione?

    Perché la microsoft (non la rai badate.. ma la rai con la microsoft…) ha *GROSSO INTERESSE* a far aggiornare l’hardware.

    E non poco!

    Per esempio: su vista il mio sistema quad core con RAID0 a 100MB/s in scrittura effettiva e GeForce 8800GT era classificato al massimo.
    Con windows 7 è MOLTO RIDIMENSIONATO.

    Ora, *lo so benissimo che il test windows è un’emerita ca**ata*, ma per molte persone è importante.
    Alcuni sono fissati “voglio il massimo”.

    E io pago.

  846. Massimo says:

    Ciao e grazie!
    Ora non riesco a far funzionare su Fedora 10 perche’ (penso) ho il python 2.5.2. Mi chiedevo se funzionava anche per vedere i filmati rai NON in streaming. Tipo questo:
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-1ccf6bd8-c74f-4f92-b7df-f1c20f5e7ba8-ctcf.html

    Attendo risposta.

    Grazie,
    M

  847. gionnico says:

    Loro sono qui …

    Sono arrivati …

  848. pittima says:

    grazie!

  849. Anonymous says:

    @Massimo

    questo http://pastebin.com/LeYkZx6F su una distro con python 2.5.2 come la tua funziona.
    Ma gestisce solo le dirette

  850. The unintended user says:

    Does someone know a script that works with this url? http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=imNrdBtxVnYeeqqEEqual

  851. Anonymous says:

    Which is your S.O.?
    The problem is just this link?

    On linux just type vlc / kaffeine / kmplayer http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=imNrdBtxVnYeeqqEEqual in a shell window and look a t the streaming.

    I’ve jut tried.

    Are you in Italy?
    It doesn’work from abroad.

  852. ale5000 says:

    Usando lo script in python ho fatto uno script lua SD per VLC: http://pastebin.com/aSPNQDDu

    Note:
    Non richiede nessun programma esterno.
    1) Però devi avere installato l’ultima nightly build di VLC (trunk): http://nightlies.videolan.org/
    2) Metti lo script in:
    - Linux: ~/.local/share/vlc/lua/sd/
    - Windows (tutti gli utenti): %ProgramFiles%\VideoLAN\VLC\lua\sd\
    - Windows (utente corrente): %APPDATA%\VLC\lua\sd\
    3) Apri VLC e poi vai su Media Browser => Internet => Rai TV

    Problemi conosciuti:
    - Se aspetti troppo prima di far partire lo streaming da quando hai caricato lo script potrebbe non funzionare, semplicemente chiudi e riapri VLC

  853. Giuseppe says:

    Un paio di chiarimenti, alex5000.
    Il sito da te indicato riporta la versione VLC nightly builds relativa a Ubuntu 8.10 (Intrepid Ibex). Ci può essere conflitto con karmic koala (9.10)?
    Dai repo di Ubuntu 9.10 si scarica la v. VLC 1.0.2 Goldneye, che non prevede l’opzione `3) Apri VLC e poi vai su Media Browser`. Ci sarà invece sulla vers. nightly?

  854. Flavio says:

    @ale5000, Grande! Hai fatto la Cosa Giusta®.

  855. ale5000 says:

    @Giuseppe: Non sono molto esperto per quanto riguarda linux, comunque puoi sempre scaricare i sorgenti e ricompilarlo: http://nightlies.videolan.org/build/source/?C=M;O=D

    La versione di VLC deve essere 1.1 (e anche abbastanza recente) altrimenti non va lo script.

    Non devi fare apri, devi andare nel menu “Visualizza” e poi selezionare “Scaletta” per aprire il “Media Browser”.

    Dovresti vedere una cosa simile a questa: http://people.videolan.org/~jb/VLCFreeBox-1.1.png

  856. pligg.com says:

    Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight…

    Lo script è il frutto di un lavoro collettivo. In particolare di Giulia, Wilder, Luker, skin79, Luke88, Pietro, mitm, Andrea, lufuscu e molti altri. Tutti sono incoraggiati a creare applicazioni e script più completi, possibilmente rilasciandone i sorg…

  857. ale5000 says:

    Lo script va rinominato in: rai_tv.lua

  858. Matthew says:

    riposto qui:

    Grazie di aver raccontato la mia storia, che sottolineo essere completamente vera. Purtroppo la risposta che RAINET mi ha fornito via mail NON è molto diversa da quella che hai avuto tu alla conferenza:

    RAI.NET

    al momento è necessario scaricare Silverlight/Moonlight per una corretta visione dei contenuti dei portali Rai. Stiamo comunque cercando di migliorare i nostri servizi in base alle informazioni ed alle richieste che ci pervengono dai nostri utenti.

    Rimaniamo a disposizione per qualsiasi ulteriore informazione.

    Cordiali saluti
    RaiNet

  859. Kowalsky says:

    In attesa di festeggiare insieme l’arrivo del DRM, se a qualcuno fa comodo qui :
    http://pastebin.com/es0zRwb0 c’e una versione aggiornata di RaiBash.
    Gestisce Dirette, Vod & Palinsesto Fiction.
    Puo’ funzionare in dual mode, ovvero col sistema che genera il link attraverso il browser oppure con l’algoritmo che genera in locale il ttAuth.
    Essendo fatta di puro Bash script piu’ pochi altri comandi nativi dovrebbe fungere su tutte quelle distro Linux vecchiotte con problemi di compatibilita’ con gli ultimi script python

    Have Fun

  860. Matthew says:

    @ale5000

    Ti ringrazio, attualmente sembra buona la soluzione dello script direttamente su VLC.

    Secondo te è possibile lanciare un canale all’interno di rai_tv (ad esempio Rai Uno) direttamente da command line?

  861. ale5000 says:

    @TUTTI: Nella funzione encode2 controllate la lunghezza del token ma non la lunghezza della key perciò nei casi (rari) in cui il token è troppo lungo lo script va a leggere dopo la fine della stringa “key”.
    Il mio script usa 1 quando si supera la lunghezza di “key”, non sono sicuro che sia la cosa giusta da fare ma è sempre meglio che leggere memoria non inizializzata :-D
    Commenti?

    @Matthew: Per il “command line” per ora non è possibile, potrebbe essere possibile in futuro però richiede cambiamenti in VLC perciò potrebbe non essere tanto presto.

  862. ale5000 says:

    Potreste postare una lista di ttAuth di vari canali che vorrei fare dei test, per piacere? (quelli generati dal sito rai, NON quelli generati in altri modi)

  863. ale5000 says:

    @Pietro Battiston: Volevo provare a fare il ttauth di questi video (so che funziona anche senza), ma sembra che l’algoritmo sia differente.
    Sai qual’è?

    1)
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-d3491565-231b-4740-b7f5-c40559b4a327.html?p=0
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=imNrdBtxVnYeeqqEEqual
    ttAuth: BVIEGgJVHTk8C3ldOHdabEUSRRslcz1IQ0l+AUx7UgMGUAcSFA9dRH1CCBltFQUCH0c=

    2)
    http://www.rai.tv/dl/RaiTV/programmi/media/ContentItem-73840bc1-016c-42a9-9a78-4ca24744adf7.html?p=0
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=cnTMj0pPpPlusssyPseeqqEEqual
    ttAuth: AExlUxdWDmNlUQ4CJTw9VV4xUEVOcgZTDRNFC3pRUiZeR2VQAQZNBRELE0BFYVgABnYOBAEfRQ==

    Fiction: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=DissSlashGQ6rASp8eeqqEEqual
    ttAuth: dxJ1Gn1kPhQZMzMbXA0BFWg0J3M6aBJAKAt8NDE/QgdeZU5yal5pS3EPd3FoFnAHcA1gUlpJfFA=

    Rai Tween: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=QrN85R8yVAMeeqqEEqual
    ttAuth: D3pLR0YTFXxAbgt7Ii18GigPSTUiYR0oNlJNSXpNcWlfdldvEmpvdQ90BmgQcktBSXxd

    Ho fatto uno script che decodifica tutti i ttAuth, funziona con le dirette, Fiction e Rai Tween, ma i ttAuth (quelli dei punti 1 e 2 e quelli degli altri vod) non sono decodificabili usando l’algoritmo corrente.
    Qulacuno ha qualche consiglio?

  864. Barbara says:

    @ale5000
    bella l’idea del lua!
    ho notato che questi script vengono usati anche dal 1.0.5 ad esempio per i file di youtube, googlevideo ecc..
    non riesci a fare uno script come quelli già inseriti in VLC che quando ricevono un indirizzo esportano l’url senza usare il nuovo manager?
    probe() e parse()

  865. Utente RAI esasperato says:

    Cristo… a parte che per Linux, Moonlight c’è solo per Firefox (pazienza), ma anche installando Moonlight, lo streaming su quel cavolo di portale Rai non va! Mi costringe ad usare Windows. Ce l’ho, ma se non ce l’avessi, dovrei comprarmelo? Bel servizio, RAI, complimenti. Anche su Windows, Silverlight fa schifo, i video a pieno schermo zoppicano, hanno visibilmente pochi frame al secondo e non ho voglia di comprarmi un computer nuovo solo per vedere la RAI, specialmente considerato che con VLC sono “misteriosamente” fluidi anche full screen. Potrei sopportare anche questo altro disagio, ma almeno rendessero disponibili dal portale le versioni a 300k! Infatti usare questi script era l’unico modo che avevo per guardare Rai 4 in molti casi. Il digitale da me finora è arrivato a metà, lo switch off fra 6 mesi, vedo in digitale terrestre Mediaset, RaiGulp, RaiStoria, … ma NIENTE Rai 1, 2, 3 e 4! Non so i motivi, ma mi sembra assurdo. Almeno Rai 1,2 e 3 li posso ancora vedere in analogico, ma Rai 4 niente. In streaming non sempre ho la banda sufficiente per 512k e con questi script me la cavavo con la versione a 300k.

    @ale5000: se riesci ad aggiungere Rai 4 a 300k (come Rai 1, 2 e 3) nel tuo script LUA, ti amo.

  866. ale5000 says:

    @Barbara: Ci sono vari tipi di script lua in VLC 1.1: playlist, sd, intf, extensions, ecc.
    Potrei fare un script lua playlist che dovrebbe andare anche con la ver. 1.0.5 ma siccome si riesce a mettere gli header personalizzati solo in lua sd, andrebbe solo per i vod (che vanno anche senza ttauth).

    @Utente RAI esasperato: Nella prossima versione del mio script ci saranno tutti i canali, ma per adesso puoi metterlo manualmente:
    Rai 4 – 300 Kbps => http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=72386

  867. Barbara says:

    @ale5000
    ok capito! grazie 1000! aspetterò l’uscita ufficiale del 1.1: col mio Mac non riesco ad usare nightlies perchè penso che si debba compilare e non sono capace… :p Grazie ancora Ale!

  868. ale5000 says:

    @Barbara: Non c’è bisogno di compilare, basta che vai su http://nightlies.videolan.org/ poi fai click su Mac OS X (devi scegliere tra Mac OS X PowerPC e Mac OS X Intel) poi scegli il file più recente (vlc, NON vlckit).

    Poi per sapere com installarlo dovresti chiedere a un utente mac.
    Comunque la versione mac di VLC è indietro rispetto a Windows e Linux (lua sd c’è ma non è testato, lua extension non c’è), almeno finche non finiscono di riscrivere l’interfaccia grafica, quella nuova si chiama “Lunettes” (Lunettes non c’è nelle nightly builds per ora).

  869. Veeto says:

    Salve carissimi!
    Sapete se c’è un qualche metodo alternativo per vedersi i video senza scaricare Silverlight anche con VIDEO.MEDIASET?
    Ad esempio questo: http://www.video.mediaset.it/video/forum/full/159454/martedi-16-marzo-canale-5.html#tf-s1-c1-o1-p1

    Ho spulciato un pò il codice HTML, ma non sono riuscito a scovare l’URL con il file video…

  870. ale5000 says:

    @Veeto: Non è difficile trovare l’url ma non te ne fai niente se non trovi un player che supporta “IIS Smooth Streaming”.

  871. gionnico says:

    Hey Kowalsky!

    Rai Tre dice “codificato”, come durante le olimpiadi ora.
    E c’è solo “medium”.

    E il tuo script in modalità “browser” non cattura lo stream.

    Io lo vedo partire su firefox, ma dopo qualche secondo va in timeout lo script.
    Chiudendo anche il browser …
    A dire il vero è dalla prima versione che quello script non funziona.

    PS: Perché non ne parliamo in un luogo più appartato (leggi http://www.forzazzurri.mine.nu/olrait … mi sembra un momentaccio questo!)

  872. Kowalsky says:

    @gionnico Non lo uso da un paio di giorni. Per cui non so cosa trasmetteva la R** quando ti diceva ‘codificato’
    Ad altre persone funzionava, mi pare, anche in tempi ‘criptati.
    E stasera, ho appena provato, continua a funzionare.

    Giorni addietro avevo postato il link della versione ‘estesa’ che gestisce dirette/vod/fiction e ha il dual mode. Ovvero con un flag decidi se usare la decodifica della subroutine python o la modalita ‘browser wrapper’.
    Se vuoi te lo ricarico. Di solito non lascio tracce a lungo ed i link espirano entro un massimo di 24 ore.

    Se vuoi mi trovi qui, (ogni tanto) : k0wal5ky@mailinator.com (M$N) :-)

  873. ale5000 says:

    Perchè il mio ultimo commento non è apparso?

  874. gionnico says:

    Ma perchè 900 “commenti” pesano. Pensa che anche per caricare questa pagina dalla cache il mio povero disco SSD impiega un minutino!

  875. ale5000 says:

    Basterebbe dividere i commenti in più pagine.

    Comunque nel mio commento “March 20, 2010 at 4:19 am” c’è scritto “Your comment is awaiting moderation” invece il mio commento “March 21, 2010 at 8:45 pm” è apparso subito.

  876. gionnico says:

    Si e magari anche dividere per argomento le discussioni.

    Come? G’è già uno strumento che fa questo?
    Come hai detto che si chiama? Ah forum? Davvero?

    Ah c’è già un forum sullo streaming rai?

    Ok beh, allora perché usare uno strumento sbagliato?
    Cioè qui è per commentare la notizia.

    Invece ci troviamo “aiuto”, “a me non funziona in belgio” etc.
    Oltre che nuovi script pubblicati in pastebin che scadono (molti link qui sono già rotti, fortunatamente olrait li ha raccolti tutti, nel tempo).
    E oltre alle discussioni sullo sviluppo tecnico di suddetti script e al flame sulla legittimità di usare o meno simili script.

    PS: forse il tuo commento conteneva link o parole chiave che richiedono moderazione.
    O forse semplicemente è impazzito il database / la tua cache vista la mole di questa pagina, che non viene gestita come una chat.

  877. ale5000 says:

    Anche se questo non è un forum, parecchi siti dividono in pagine quando il numero dei commenti è abbastanza alto e poi ognuno è libero di fare quel che vuole, anche di non registrarsi al forum :-D

  878. Barbara says:

    Scusate,
    sono una volontaria italiana in Polonia, grazie a voi sono sempre riuscita a vedere i video in archivio nel sito rai con VLC. Ora però con alcuni video non funziona più. Dalla pagina sorgente trovo il seguente indirizzo che copiato su vlc non mi funziona. Sapete darmi una soluzione?

    http://mediapolis.rai.it/relinkerrelinkerServlet.mp4?cont=0pAUIuOFHi4eeqqEEqual&contenttype=wmv

    grazie mille
    Barbara

  879. gionnico says:

    Grande Flavio!

    Ci hai messo una pezza almeno! :)

  880. gionnico says:

    @ale5000: l’ho notato anch’io (sono malato di rai per vedere queste cose..)

    Comunque è vero che il link non funziona. Parrebbe proprio errato.

  881. ale5000 says:

    Barbara, gionnico: Mi potete dare il link della pagina html dove avete trovato quell’indirizzo così controllo meglio?

  882. ale5000 says:

    @Barbara: OK, l’ho trovato, il link funziona bene, però tu hai levato la slash tra relinker e relinkerServlet.mp4

    Dovrebbe essere così: http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.mp4?cont=0pAUIuOFHi4eeqqEEqual&contenttype=wmv

  883. Enzo says:

    A me non va… parte il video ma dice che è visibile solo per l’italia :(
    sbaglio qualcosa?

  884. ale5000 says:

    @Enzo: Magari non riconosce il tuo IP come italiano, hai provato a spegnere e riaccendere il router? Dovrebbe cambiare ip in questo modo.

  885. ale5000 says:

    Ho provato con VLC un po’ di volte e sembra che dopo un tempo di circa 40 minuti, il server della rai smetta di trasmettere lo streaming e serve un nuovo ttauth per riprendere la visione.

  886. ale5000 says:

    Lasciare il sito rai sulle dirette aperto su Firefox è veramente pericoloso, cavolo dopo un po’ di tempo Firefox mi utilizzava 200MB di ram e mi aveva anche riempito 600MB di file temporanei sull’hard disk.

  887. Noodles78 says:

    Ho notato che sono di nuovo attivi i classici mms (ma non per rai 1, rai2, rai 3 e rai 4)
    Rai News 24 http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=1
    Rai Sport + mms://212.162.68.13/raisport+_300k
    Rai Scuola mms://212.162.68.13/edu1_300k
    Rai Gulp mms://212.162.68.13/raigulp_300k
    Rai Sat Cinema mms://212.162.68….13/RaiSat_Cinema
    Rai Sat Extra mms://212.162.68.13/RaiSat_Extra
    Rai Sat Jo Jo mms://212.162.68.13/RaiSat_YoYo
    Rai Sat Premium mms://212.162.68.13/RaiSat_Premium

    Per Canale 5, ho trovato questo
    Canale 5 http://live.wm.p1.str3.com/003000_bc_v365_mediashopping_mi

  888. Damadomu says:

    Ciao,
    visto che non e’ permessa la visione dello streaming da fuori il territorio nazionale, come si puo’ fargli credere di essere in Italia?
    In realta’ a me la visione dei programmi RAI in questa maniera (via Linux, intendo) interessa solo quando sono all’estero… ma non so proprio come fare a fargli credere che il mio IP sia italiano.

    Vi ringrazio in anticipo per le risposte!

  889. Anonymous says:

    Non puoi ‘fargli credere’ che l’IP sia italiano. Deve essere italiano l’indirizzo che si collega al portale RAI. Percio’ o trovi un proxy basato in Italia, oppure un amico con un pc in italia che ti faccia passare di li.
    Con Linux e’ facile. Basta che il box italiano abbia attivo il server ssh.
    Tu dai il comando ‘ssh -D 1080 utente@host.in.it‘ e poi configuri il tuo browser per usare un SOCKS server localhost (127.0.0.1) porto 1080. In questa maniera hai attivato un socks server che ‘gira’ per il pc italiano. Gia’ provato e funge.

    Ciao

  890. Stefano says:

    E’ possibile vedere anche EuroNews: lo stream è
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=113784

    Ciao

  891. Giuseppe says:

    @Stefano.
    Sì che si può! Basta aggiungere nel file rai.py questa riga http://img697.imageshack.us/img697/2245/addwu.png e poi, da terminale, digita: python rai.py RaiEuro (invio).
    Ciao

  892. Giuseppe says:

    Forse … ho frainteso, la tua è un’affermazione, Stefano, non una domanda. Mi ha ingannato il punto interrogativo dopo Serviet.htm.
    Pardon!

  893. Andrea says:

    Ragazzi, l’IP 212.162.68.13 non funziona più!
    avete alternative?

  894. Ricky says:

    Su Leopard+Silverlight (!!!) non da un pò non funziona, sarà che Silverlight per PowerPC si è fermato alla 1.0, e l’affuscamento richiede una versione superiore.
    Meno male che c’è VLC e che ci siete voi. (apparte che con Silverlight la CPU andava a palla)
    Ma perchè ce l’hanno con VLC?

  895. Ricky says:

    comunque lo script python, anche installando python 2.6 scaricato dal sito ufficiale, con leopard non mi funzionava, era come se mancasse qualcosa in quell’installazione di python2.6.
    fortunatamente sullo stesso pc ho debian. e report apparì.

  896. Sergio says:

    Scusate funziona anche per mediaset???
    non riesco a scaricare una puntata che mi interessa di nonsolomoda :(
    Grazie in anticipo

  897. Nextor says:

    Alla fine ci siete riusciti… vedovo Luker sull’orlo di una crisi di nervi per sta storia. Ma per registrare come si fa?

  898. Gianfranco says:

    scusate ragazzi,vedo che siete tutti smanettoni…
    ho cercato di seguire le Vs. istruzioni: fallimento.
    ho tutto quello che dite devo avere. vlc python e lo script. rinomino lo script come mi avete detto.
    vado in menù avvio,esegui e digito: python rai.py Raitre.
    si apre rapidamente una finestra (DOS?) poi nulla!
    dipende dal fatto che vlc è versione portable? oppure più semplicemente non ho capito nulla

  899. 6!æñfrus says:

    Da qualche giorno non riescco più (prima li vedevo tutti) a vedere i seguenti:
    RaiUno
    RaiDue
    RaiTre
    RaiQuattro
    RaiSport+
    RaiSatYoyo

    Ne sapete qualcosa?

    Grazie, ciao a tutti.

  900. Giuseppe says:

    @ 6!æñfrus. Ho appena provato, tutto funziona bene!
    @ Gianfranco. Attenzione: la T di RaiTre deve essere maiuscola, non come hai scritto tu: python rai.py Raitre.
    Comando corretto python rai.py RaiTre
    Ciao

  901. Giulio says:

    scusate domanda da nubbio: dove va messo lo script per renderlo direttamente eseguibile col solo comando python rai.py?

  902. Giuseppe says:

    @ Giulio.
    Il comando da dare _non_ è python rai.py, ma python rai.py Nome_Canale, ovvero RaiUno, RaiDue, etc.
    Lo script rai.py va copiato su una qualsiasi cartella della $PATH; per conoscere la quale dài:
    Su Linux (terminale): $PATH (invio)
    Su Windows la copi direttamente in C:\, cosicché la trovi nel posto giusto dopo aver cliccato sul Prompt dei Comandi. Ovviamente i percorsi di Python e Vlc devono essare stati in precdenza settati con le varibili d’ambiente (path=…).
    Non esitare a chiedere dell’altro, ciao.

  903. Gianfranco says:

    Ciao Giuseppe,
    vista la tua gentilezza ne approfitto ancora:
    VLC e Python sono rispettivamente nelle cartelle in C:\ nominate VLC e Python26.
    a questo punto nel prompt di DOS ho inserito:
    python rai.py RaiTre [-vlcdir=][-uagent=], ho fatto altri tentativi inserendo al posto degli apostrofi, togliendoli etc. niente.
    nello script non sono riuscito a trovare dove inserire quello che tu chiami variabili d’ambiente…
    sono proprio un novizio!

  904. Giuseppe says:

    Conviene settare, una volta per tutte,le variabili d’ambiente.
    Ho fatto così sul mio Windows-Xp:
    Start -> Risorse del computer -> Tasto destro del mouse -> Proprietà -> Avanzate.
    In basso al centro trovi la barretta ‘Variabili d’ambiente’. Ci clicchi e prosegui con Variabili per l’utente, click su path: …, -> Modifica e dopo l’ultimo punto e virgola aggiungi i due percorsi di vlc e python:
    ….;c:\Programmi\cartella-Vlc;c:\Programmi\Cartella-Python
    Quindi OK.
    Dopo, vai su Prompt dei comandi e da C:\ digita: python rai.py RaiUno (invio).
    Come ho detto in un post più su, lo script rai,py deve eddere copiato nella root C:\
    Ciao

  905. Manolo says:

    Ma porco giuda… ma è mai possibile che sta Rai del cappero debba rompere i maroni in questi modi? Grandissimi ragazzi! Grazie mille!!

  906. Vincenzo says:

    Salve,
    quando lancio il comando mi da questo errore
    Traceback(most recent call last):
    File “rai.py”, line 174, in
    subprocess.Popen([vlcdir+"vlc","--http-user-agent=\""+agent+"\"", stram])
    File “C:\Python26|lib|subprocess.py”, line 621, in __init___ errread, errwrite)
    File “C:\Python26\lib\subprocess.py”, line 830, in _execute_child startupinfo)
    WindowsError: [Errore 2] Impossibile trovare il file specificato

    Qualcuno sa aiutarmi?

  907. Giuseppe says:

    @ Vincenzo.
    Fai questa prova. Dal Prompt dei comandi dài la seguente istruzione:
    python –help (invio).
    Se ti viene segnalato errore vuol dire che python _non_ si trova sulla path, nel qual caso nella path delle Variabili d’ambiente di Windows devi settare c:\python26.

    Se invece ti appare una lista di comandi, python è a posto ed allora il difetto sta sul file rai.py, che ti conviene ricaricare su C:\

    Infine, ricordati di avere Vlc perfettamente funzionante affinché rai.py possa avviarsi regolarmente.

  908. Giuseppe says:

    Riscrivo il comando, ci sono 2 segni meno prima di help:
    python – - help, li ho scritti staccati (i meno) per evidenziarli meglio

  909. Simba says:

    ma per i video on Demand Rai è possibile fare qualcosa di simile? Grazie per questi script!

  910. Giuseppe says:

    @ Simba
    Secondo Wikipedia, i Video-on-Demand possono essere a pagamento o gratuiti.
    Sei sicuro che la Rai mette a disposizione tali video in forma gratuita?
    Per quelli a pagamento, ‘fare qualcosa’ si chiama Pirateria! No grazie.

  911. Renzo says:

    Ciao,
    ho appena provato tutti i passaggi ed in effetti funziona, tranne che si apre la finestra rai che mi dice che i programmi sono disponibili solo sul territori italiano!
    Io mi trovo in Belgio. Potete suggerirmi qualche soluzione?
    Grazie

  912. Anonymous says:

    @Renzo
    Dall’estero puoi vedere Vod, Tematiche varie, etc. ma non le dirette (salvo Rai News 24).
    Il flusso delle dirette DEVE iniziare tra il portale RAI ed un IP italiano.
    Ergo ti serve un PROXY/SOCKS con IP italiano oppure un pc di un amico in italia che sia raggiungibile (magari con linux come S.O. ed il server SSH attivo) e ti faccia da SOCKS server (e tu se usi linux dai il comando ssh -D 1080 user@pc.italiano.it).
    Non so che script usi ma se il player non prevede il parametro SOCKS lo devi modificare.
    Oppure usi il browser puntando come socks server 127.0.0.1 1080.

  913. underscore says:

    io ho provato con un proxy http squid installato su un pc linux attaccato a una adsl
    in italia.
    Ma la poca banda di upload (384k) rende improponibile la fruizione delle dirette sul sito Rai.
    Va meglio usando SOCKS ?
    Se quella chiavica di silverlight permettesse di impostare un po di cache disco :-(

  914. Anonymous says:

    @underscore
    Non e’ che tra SOCKS e PROXY ci sia una gran differenza a livello di flusso.
    Una 4 mega / 256k funge, con qualche scatto, piu’ o meno come *light nativo in Italia.
    Solo trovo piu’ comodo usare il Socks SSH perche’ non devo fare grandi configurazioni ed istallare Squid.
    Tra l’altro, quando mi serve, da anni uso Delegate al posto di Squid come proxy.
    Funziona benissimo e’ pieno di funzioni ed e’ molto stabile.
    Il flusso funziona discretamente, anche con banda non elevata, se usi gli script. Modifichi la riga di comando del player e gli incrementi un po’ la cache.

    have fun

  915. Renzo says:

    @ Anonymous
    grazie della risposta. Ho seguito alla lettera le istruzioni sopra descritte, quindi uso lo script scaricato da questa pagina ed uso VLC. Ho provato a cercare dove modificare SOCKS (in VLC), mo non ho trovato. É possibile farlo?
    SO Windows 7. Rai News lo vedo.

  916. Anonymous says:

    @Renzo

    Socks proxy:
    –socks= SOCKS server
    SOCKS proxy server to use. This must be of the form address:port. It
    will be used for all TCP connections
    –socks-user= SOCKS user name
    User name to be used for connection to the SOCKS proxy.
    –socks-pwd= SOCKS password
    Password to be used for connection to the SOCKS proxy.

    questo e’ il link alla pagina vlc command line:
    http://wiki.videolan.org/VLC_command-line_help

    Dovresti inserire il parametro del socks nella linea dello script che lancia Vlc.
    In alternativa modifica direttamente Vlc dall’interfaccia grafica:
    Vlc->Preferences-> Input/Codecs -> check ‘advanced’ option -> e ti compare il setting del proxy/soks

    Come ho detto ad @underscore le News ed altre opzioni (Vod, Tematiche) non sembrano ristrette se usi un ip estero. Solo le dirette.
    Io uso la mia RaiBash su Linux e non so darti altre dritte specifiche per W7.

    have fun

    Se apri ti collaghi prima via ssh

  917. Anonymous says:

    scusate… l’ultima riga sel post precedente e’ un refuso tipografico di troppo :-)

  918. Anonymous says:

    sorry… l’ultima riga del post precedente e’ un refuso tipografico di troppo :-)

  919. Giulio says:

    uso Karmic

    ho rai.py su sulla bin della home, ma con questo comando:

    python rai.py RaiUno

    mi dice:

    python: can’t open file ‘rai.py’: [Errno 2] No such file or directory

    mi parte solo se mi sposto con “cd” sulla bin della home…non ho capito se era possibile evitare questo passaggio e quindi poter far avviare lo streaming solo col comando python ecc ecc

  920. Giulio says:

    ok ho capito da solo…rai.py l’ho messo semplicemente nella cartella home e ora va in automatico.

    grazie cmq!

  921. underscore says:

    ciao,

    Confermo che dall’estero, con linux o vista (7 non ce l’ho) e gli script, le news si vedono benissimo.
    Non ho potuto ancora provare tramite proxy (provero’ sia socks e/o squid, grazie per la dritta su delegate) perche’…mi si e’ piantato il router a Milano :)
    Stasera faccio intervenire il tecnico (la mamma!).

    Le mie precedenti prove con squid erano “senza script”, tentavo di fruire semplicemente il sito.
    E sinceramente con quei mezzi (banda, browser e silverlight) era quasi impossibile.

  922. Simona says:

    Ragazzi, grazie! Sono mesi che mi arrovello su come guardare Annozero su Ubuntu… :-)

  923. underscore says:

    scusa…potresti formalizzare un esempio di uso di proxy?

    io ho capito cosi’.
    sono su linux estero, lo script cosi’ com’e’ mi mostra le news quindi ok

    ssh -D 1080 user@pc.italiano.it

    a questo punto nello script cambio e metto

    subprocess.Popen([vlcdir+"vlc", "--socks=localhost:1080","--http-user-agent=\""+agent+"\"", stream])

    assumo che visto che interrogo la 1080 della loopback non serva user e password no?

    ps -ef | grep 1080 da
    utente 8795 6194 0 23:14 pts/7 00:00:00 ssh -D 1080 user@pc.italiano.it

    (che quindi e’ su) e

    utente 9085 1 0 23:15 pts/6 00:00:00 vlc –socks=localhost:1080 –http-user-agent eccetera eccetera..

    vlc mi spara dei gran mms_access_error :-(

  924. underscore says:

    perdonate lo spam ma mi ha preso la scimmia..

    la login e la password del proxy socks ci vogliono quindi la riga corretta e’

    subprocess.Popen([vlcdir+"vlc", "--socks=localhost:1080 --socks-user=\"underscore\" --socks-pwd=\"la_password_di_underscore\"","--http-user-agent=\""+agent+"\"", stream])

    c’e’ pero’ un problema.
    si vedono solo le news.
    Non so come mai il mio italianissimo ip (*.telecomitalia.it) fa uscire il solito messaggio “contenuto disponibile solo sul territorio italiano”

    il processo vlc ha questa stringa

    vlc –socks=localhost:1080 –socks-user=”XXX” –socks-pwd=”YYY” –http-user-agent=”Mozilla/5.0 (X11; U; Linux x86_64; it; rv:1.9.1.7) Gecko/20100106 Ubuntu/9.10 (karmic) Firefox/3.6″ mms://ci_siamo_capiti

  925. Anonymous says:

    @underscore
    Corretto.
    Dato il comando ssh -D 1080 user@pc.italiano.it,
    una volta fatto il login non ti servono piu’ user e password.

    Da console scrivi:
    vlc –socks=localhost:1080 http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983

    cosi’ verifichi che Rai1 lo raggiungi. Ovviamente la diretta non parte perche’ manca il ttAuth.
    Ma ti deve comparire la schermata che ‘la visione del programma e’ consentita solo dal sito Rai’.
    Se la vedi il canale e’ aperto. Devi solo verificare meglio la stringa di lancio VLC nello script. Anche a me da’ qualche mms error all’inizio, poi si sincronizza e parte.
    Purtroppo per il python le mie distro sono negate (ed io pure), motivo per cui uso la mia RaiBash. Ma vlc –socks=localhost:1080 non dovrebbe cambiare :-)

  926. Anonymous says:

    @underscore

    credo di aver capito il mistero del tuo ip…
    Vlc veicola via socks solo i protocolli tcp.
    Non il flusso mms delle dirette che cosi’ mantiene l’ip originale :-)
    Quando uso i socks nello script cambio al volo mms in mmsh.
    Cosi anche lo stream passa via socks e cambia ip…

  927. Renzo says:

    Ciao di nuovo.
    sto cercano un PROXY/SOCKS con IP italiano, ma con scarso successo. hai qualcosa da suggerire su quale usare o su dove trovare questa informazione.
    Grazie di nuovo

  928. underscore says:

    impazzisco e manco io so il python. Un aiuto da “dev” sarebbe apprezzato :-)
    dove cambi da mms a mmsh? nella url?
    sai dicendo che la url deve diventare mmsh:// ?
    perche’ ho visto anche delle altre opzioni relative a mmsh ma i menu di vlc mi danno il mal di mare
    quasi come quelli di putty :-)

    visto che mi dai retta sto meditando di provare RaiBash anche se mi interessava sistemare il tutto
    su windoze

    vlc –socks=localhost:1080 http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=983
    fa come dici tu.

    stai

  929. underscore says:

    sto leggendo un po alla volta tutto lo storico di risposte e vorrei dire
    una cosa ai signori di Rai, se sono ancora in ascolto.
    Magari scrivo anche a Portante.

    Se il problema sono la negoziazione dei diritti di trasmissione all’estero che cosa e’ estero? Chi e’ estero? Parliamo di sacri confini?
    Qua sto cercando una soluzione a un problema che mi affligge.
    Non la voglio necessariamente gratis, anzi, quando vivevo in Italia pagavo il canone.
    Se volessero vendermi un abbonamento assolutamente personale per fruire delle dirette
    questa non e’ una trasmissione indiscriminate a “tutto l’estero”.

    Facciano pagare una modica cifra, magari on demand,

  930. gionnico says:

    Sono temporaneamente riaperte le iscrizioni. Clic sul mio nick. ;)
    La situazione è per ora tranquilla, ma in tempi brutti, noi ci saremo sempre e troveremo il modo di farvi vedere la tv in streaming, se l’antenna non prende.
    … magari perché siete MOLTO lontani. ;)

  931. Anonymous says:

    @underscore
    Ciao, vedo che l’hai presa ‘a tigna’ la faccenda dello streaming dall’estero

    Ricapitolando, visto che dalla prova che ti ho fatto fare il tunnel verso il PC italiano si apre devi avere altri problemi nel codice dell script per supportare i socks. Credo anche di avere capito come e dove, anche se non ho guardato il codice python :-), ma non vorrei spiegare qui alla Rxx come funzionano i loro streaming e come girare intorno ai vari blocchi…

    Se vuoi mi trovi qui (ogni tanto) … k0wal5ky@mailinator.com (M$N…)

  932. underscore says:

    no, che c’entra, e’ cultura generale, sono interessato agli aspetti tecnici legati a visualizzare uno stream mms tramite un proxy :-D

    Copiando non e’ bastata la mia infarinatura.
    Ho preparato i requisiti per la lezione (linux qui e li, apro la patria porta ssh, faccio partire il socks). poi passettino passettino tentero’ di ritornare sui miei passi (squid al posto di socks, connettivita’ tramite vpn, client windoze).

    se no e’ troppa roba tutta assieme.
    grazie per l’indirizzo

  933. giank says:

    con ubuntu 10… e firefox…la rai si vede dal sito XD
    saluti

  934. Enrico says:

    Ottimo grazie, e come si può fare per vedere su ubuntu i canali mediaset e la7 ???

  935. Enrico says:

    giank, con cosa? con moonlight? O cos’altro bisogna installare su firefox ?

  936. Enrico says:

    Sì ho provato ,funziona dal sito con moonlight e ti fa installare poi dal sito rai dei codecs e poi basta ricaricare la pagina e funziona con moonlight su firefox ,io ho l’ultimo ubuntu 10.04, versione 64bit amd.

  937. Giuseppe says:

    @ Enrico & giank. Il titolo di questo articolo è:
    “Dirette Rai.tv senza SilverLight o Moonlight”.
    Tirate da soli le conclusioni. Ciao

  938. Enrico says:

    ma prima non funzionava con moonlight è per questo che molti cercavano di usare vlc, ma se ora si può vedere dal sito va bene così.

  939. [...] Python e di uno script. La procedura dettagliata è spiegata in un altro post di Flavio Tordini: dirette RAI senza Silverlight o Moonlight. Grazie a Flavio e a tutti gli altri programmatori che hanno collaborato con lui! var a2a_config [...]

  940. paolo says:

    FUNZIONA…… grandissimi! adesso riesco a vederla con firefox anche in ubunto (prima ignoravo si potesse) ma la qualità è scarsa (adesso smanetto un po per vedere se ci riesco anche con vlc).
    in windowz, attraverso firefox e con silverlight installato, dopo essermi subito la reclàme compare la scritta “video visibile solo attraverso il portale rai.tv” (e a me pare di essere su detto portale).
    Sino a qualche giorno fa la vedevo tutto regolarmente (provato innumerevoli riavvi del router x far cambiare l’ip ma nessun risultato).
    l’unico dubbio è adesso per il tg regionale (inizialmente vedevo quello di roma poi dopo un riavvio del router vedevo quello della mia regione)
    adesso devo aspettare l’edizione per provare

    ciao a tutti e infinite grazie

  941. Giuseppe says:

    @ Paolo … sei fuori tema, Off Topic, mi dispiace!
    Leggi le prime righe di questo articolo:
    “Aggiornato al 3 marzo 2010. E’ necessario installare Python 2.6 e VLC. Scaricare lo script, rinominarlo in rai.py e lanciare con il nome del canale come parametro. Ad esempio per vedere RaiUno:

    python rai.py RaiUno”
    Noterai che 2 sono le condizioni per vedere le dirette Rai: avere installati Python 2.6 e VLC. Quindi, ripeto, quello che hai scritto nel post qui sopra … non serve per eventuali commenti perché fuori dal seminato. Aggiungo, inoltre, che io utilizzo lo script rai.py sotto Windows-Xp e tutto funziona egregiamente.

  942. paolo says:

    era solo per ringraziarvi…

  943. Giuseppe says:

    Mi associo, Paolo, ai tuoi ringraziamenti che vanno diretti, per correttezza, agli sviluppatori:
    “Lo script è il frutto di un lavoro collettivo. In particolare di Giulia, Wilder, Luker, skin79, Luke88, Pietro, mitm, Andrea, lufuscu e molti altri. Tutti sono incoraggiati a creare applicazioni e script più completi, possibilmente rilasciandone i sorgenti.”
    Ciao

  944. Anonymous says:

    Salve qualcuno mi suggerisce qualche modifica allo script per farlo funzionare su Snow Leopard?

    Ho provato a installare python e VLC e a lanciare lo script da terminale rai.py ma mi dice questo

    MBP-PS:~ rishigg$ python /Users/rishigg/Desktop/rai.py RaiDue
    3101:895:02,14,439,31,34,32,474;1
    zXYjaCGtC|M|^odc{bgiAOFvY
    2010;984;13-05-528-20-25-23-565
    Traceback (most recent call last):
    File “/Users/rishigg/Desktop/rai.py”, line 174, in
    subprocess.Popen([vlcdir+"vlc", "--http-user-agent=\""+agent+"\"", stream])
    File “/Library/Frameworks/Python.framework/Versions/2.6/lib/python2.6/subprocess.py”, line 621, in __init__
    errread, errwrite)
    File “/Library/Frameworks/Python.framework/Versions/2.6/lib/python2.6/subprocess.py”, line 1126, in _execute_child
    raise child_exception
    OSError: [Errno 2] No such file or directory

  945. Enrico says:

    E l’hai pure pagato un sacco di soldi il macosx ? Ridaglielo

  946. Comix says:

    Volevo segnalare che non è più possibile vedere attraverso VLC i video in archivio con la semplice copia dell’URL della variabile VideoURL.

    Hanno aggiornato il player.

  947. tanti_soldi says:

    @enrico

    mi pare di averlo pagato 30 euro spedizione inclusa, ottimo sistema operativo, forse il problema è nello script?

  948. Enrico says:

    ma io intendevo il computer apple, lo script non ho letto da nessuna parte che è compatibile con i mac

  949. tanti_soldi says:

    @enrico

    il mac l’ho comprato 4 anni fa e l’ho pagato 1800 euro, 450 euro all’anno, neanche tanto, e non lo butterò di certo neanche a luglio quando ne prenderò uno nuovo

    mi pare che lo script sia universale dopo aver installato python e vlc, non c’è scritto che non va bene per mac

  950. Enrico says:

    i pc costano 1/4 dei mac!

  951. francesca says:

    qualcuno mi aiuta?? non ci capisco niente…mi sa che ho azzardato a installare ubuntu.
    non è per gli scemi come me.

    dunque, a me non interessa la diretta, abito in bulgaria e non guardo mai la televisione in diretta. Non mi interessano tutti i canali, io vorrei vedere i video dall’archivio della rai (es. puntata report, con vindows andavo sul sito di report e mi guardavo la puntata che volevo).

    ho provato a fare tutto quello che c’è scritto in rete.

    io ho ubuntu 10.04. ho provato a installare moonlight 2.99.0.6 il risultato è che carica solo la pubblicità iniziale dei video, poi niente oppure mi dice che il video non è disponibile.

    se qualcuno fosse così gentile da rispondere, si ricordi che non capisco veramente niente. ho bisogno di tutti i passaggi.

  952. Anonymous says:

    Enrico, non c’e’ scritto da nessuna parte che devi aprire bocca e dargli fiato.
    Se non lo sai aiutare stai zitto

  953. underscore says:

    ciao Francesca,
    viste le tue esigenze ti consiglio di farti un account su vcast.it e usare la funzionalita’ di videoregistrazione (Faucet PVR).

    E’ la cosa in assoluto piu’ semplice.
    Ti registra le trasmissioni (con la pubblicita’ e tutto) in formato a tua scelta e poi le puoi tranquillamente scaricare.
    Io ci registro che tempo che fa, report, presa diretta..

  954. Anonymous says:

    @Francesca
    ciao, cerchiamo di capire meglio il problema. Se vedi la pubblicita’ sul sito ci arrivi e MoonLight funziona. Puoi dirmi estattamente cosa dice il messaggio del video non disponibile? I problemi potrebbero essere vari.
    Se hai ancora un PC con windovs puoi andare ESATTAMENTE sullo stesso video che ti da errore con Ubuntu e vedere cosa succede?

  955. Enrico says:

    francesca: il sito rai verifica se il tuo è ip è italiano o no e blocca quelli non italiani, quindi prova vlc ma non so’ come si possono vedere gli archivi rai da vlc quindi non credo sia possibile.
    anonymous: è che odio apple

  956. Enrico says:

    francesca ora che ci penso meglio potrebbe essere solo un problema temporaneo,riprova in seguito.
    Se ti bloccasse l’ip perchè non italiano lo direbbe “non è visibile dall’estero” o una frase simile.

  957. Anonymous says:

    @Enrico 1) Se soffri di attacchi di grafomania compulsiva forse e’ meglio che ti compri un block notes e tieni per te quello che ti viene in mente.
    2) Se leggi il post appena precedente i tuoi ultimi vedrai che a Francesca era gia stato chiesto di fare una prova per identificare esattamente il tipo di messaggio di errore della Rai. Quindi non si vede la ragione per cui hai inserito di nuovo post generici che lasciano il tempo che trovano.
    3) Dall’estero (o con un IP estero se usi una VPN) puoi vedere TUTTO, dirette vod tematiche fiction etc. (se sai come fare) con vlc. Anzi, il blocco GeoIp di solito e’ messo solo sulle dirette o alcuni stream particolari, tutto il resto lo vedo regolarmete da Linux con Vlc o Mplayer, senza ttAuth e con un Ip made in UK.

  958. tanti_soldi says:

    Qualcuno mi può confermare che su Mac questo script è inutilizzabile?

  959. Enrico says:

    Cos’è vpn? E come faccio a vedere i canali mediaset con vlc?

  960. Enrico says:

    Ho visto che su un sito (coolstreaming punto us / blog / diretta-tv ) si possono vedere i canali mediaset con un browser appunto e anche altri canali , potete fare uno script per poterli vedere con videolan ??

  961. underscore says:

    x l’anonimo macchista e x tanti_soldi

    L’errore che alleghi mi sembra legato al lancio di vlc all’ultima riga.
    Verificherei il path dell’eseguibile vlc (variabile vlcdir all’inizio?)
    Alla peggio aggiungi un print(stream) in fondo e commenti con un # l’ultima riga.
    Dovrebbe restituirti un indirizzo mms:// , lo prendi e lo incolli tu a mano dentro vlc.

  962. from_nl says:

    Lucid, python 2.6.5.
    Funziona tutto al primo colpo.
    Grazie ragazzi.

  963. tanti_soldi says:

    MBP-PS:~ rishigg$ [0x66a558] main access error: connection failed: Connection refused
    [0x66a558] main access error: connection failed: Connection refused
    [0x66a558] access_mms access error: error while asking for file -1
    [0x66a558] main access error: connection failed: Connection refused
    [0x66a558] main access error: connection failed: Connection refused
    [0x66a558] access_mms access error: error while asking for file -1
    [0x66a558] access_mms access error: cannot connect to server
    [0x66a558] access_mms access error: error: HTTP/1.0 401 Unauthorized
    [0x669618] main input error: open of `mms://livestream.rai.it.edgestreams.net/reflector:64988?auth=daEcjc6a.akbSbsaaazcodvajc_dLbxbzbC-bl8uTV-8-JlzutEn&aifp=V001′ failed: (null)

  964. Giuseppe says:

    La notizia, eccola: http://img180.imageshack.us/img180/3289/rainews24.png
    Noi, invece, con rai.py RaiNews24 la vediamo! Siamo diventati dei ‘privilegiati’?

  965. Tiziano says:

    Da oggi ci dovrebbe essere lo stream anche di Rai Sport 2. Riusciamo a trovarlo?

    Il vecchio Rai Sport + (cont=4145) è diventato Rai Sport 1

  966. underscore says:

    x Tiziano
    prova 171791 e 171797

  967. Anonymous says:

    @tiziano
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=171797
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=171791

    Aggiungo solo che RaiBash (che non ha link statici ma li genera al volo facendo il parsing delle pagine html) me lo aveva messo nel menu’ senza che me ne fossi accorto.

    have fun

  968. Anonymous says:

    @tanti_soldi

    [0x66a558] access_mms access error: error: HTTP/1.0 401 Unauthorized
    [0x669618] main input error: open of `mms://livestream.rai.it.edgestreams.net/reflector:64988?auth=daEcjc6a.akbSbsaaazcodvajc_dLbxbzbC-bl8uTV-8-JlzutEn&aifp=V001′ failed: (null)

    Al portale non e’ piaciuta la stringa di autenticazione. Se non sbaglio e’ la diretta rai2… per cui o ti connetti con un ip estero oppure la sub che genera il ttauth sul tuo mac non gira ancora bene.

  969. Anonymous says:

    La nuova Rai in digitale era stata prevista dai Pink Floyd

    “Got thirteen channels of shit on the TV to choose from” (Nobody Home)

    :-)

  970. Barbara says:

    Ciao a tutti provo a chiedere un piccolo aiuto, spero qualche anima pia mi sappia rispondere! La mia situasione è la seguente:
    -vivo in Polonia, quindi impossibile vedere o registrare le dirette
    -ho un laptop con processore athlon…non mi ricordo, ovviamente vecchio…che non supporta SIlverlight…quindi il messaggio al tentativo di installazione è “il processiore non supporta Silverlight”…chiaro e tondo!
    Ormai da qualche mese guardo l’archivio Rai con VLC, copio l’indirizzo del video dalla pagina sorgente e la incollo su Media/Apri flusso di rete di VLC. Da qualche tempo però non riesco più a vedere alcuni video, quelli nuovi. Ad esempio la seguente non mi funziona:
    - http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.mp4?cont=U2pPpPlussQeCJP3XceeqqEEqual&contenttype=wmv
    - una che funziona invece è http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=iSGDz3h7EToeeqqEEqual

    Io non capisco quasi nulla di informatica,e non so leggere queste stringhe, magari qualcuno di voi sa dirmi se posso risolvere il problema in qualche modo e se devo semplicemente mettermi l’anima in pace?

    Grazie grazie grazie
    Barbara

  971. underscore says:

    x Barbara
    quando dici impossibilita’ di videoregistrare ti rimando al suggerimento che ho dato a Francesca pochi messaggi piu’ sopra.
    E’ caduto nel vuoto, a me pare un ottimo suggerimento.

    x quanto riguarda il fatto che non ti funzionino le altre url, e’ un po troppo vago.
    Dici che alcune url ti funzionano e altre no.
    Ti esce il messaggio che dice che non puoi vedere quel contenuto dall’estero?
    Se il contenuto ha una protezione geografica il problema e’ di difficile soluzione
    o di difficile soluzione gratis (serve un proxy italiano).

    Cosa stai cercando di visualizzare?

  972. Giuseppe says:

    Da un post più su:
    “@tiziano
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=171797
    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.htm?cont=171791
    Ho appena inserito i due link su rai.py e confermo che funzionano entrambi.
    Un piccolo particolare … richiamano lo stesso canale sportivo Rai, in questo momento biliardo! In altre parole, sono equivalenti.

  973. underscore says:

    x Giuseppe:
    si e’ lo stesso, ci sono sempre due relinker con qualita’ diversa, uno dei quali
    usato per le ‘anteprime’.

    ad esempio RaiUno a 300kbps e’ 4154 e non 983.
    Se il famoso ‘proxy italiano’ uno se lo fa con un suo pc attaccato ad una adsl, la banda di upload non e’ generalmente sufficiente per consentire di usare gli indirizzi riportati in cima.

  974. Anonymous says:

    @barbara

    http://mediapolis.rai.it/relinker/relinkerServlet.mp4?cont=U2pPpPlussQeCJP3XceeqqEEqual&contenttype=wmv

    ciao, i link che non funzionano piu’ da vlc/mplayer o altri tool nativi sono quelli con i relinker mp4. Ho analizzato gia’ da tempo il problema leggendo le header http del browser ma sono riuscito a decriptare solo ‘Un posto al sole’…. gli altri non c’e’ verso di farli andare.

    k0wal5ky

  975. Barbara says:

    grazie per la risposta,
    Ho provato a registrare e ha funzionato, grazie,non conoscevo questo sito. Comunque io vorrei poter riuscire a vedere i video dell’archivio Rai anche perchè io non so cosa ci sia in tv e spesso cerco cosa c’è di interessante.
    per quel che riguarda le url, se funzionano, quando inserisco l’indirizzo su vlc, il video parte, quando non funzionano semplicemente non parte! non è un problema geografico. esempio…io ho visto fino a ora tutte le puntate di una serie tv…le ultime due delle ultime settimane non le riesco a vedere, il video non parte, nessun messaggio.

  976. Anonymous says:

    @barbara
    E’ corretto cio’ che dici.
    Per gli archivi non c’e’ il problema geografico. Io lavoro con una VPN che esce su internet con IP inglese o tedesco, a seconda dei casi, e la verifica Geoip viene fatta solo sulle dirette.
    Ed ho avuto, e analizzato, il tuo stesso problema con alcuni archivi. Rxx sta introducendo i relinker mp4, per ora non ho capito con quale progressione, per cui se vlc trova uno di questi non c’e’ verso di capire quale sia il link originale che punta allo streaming, almeno in base alle mie conoscenze.

    k0wal5ky

  977. Giuseppe says:

    Vorrei segnalare che da circa 10 giorni/2 settimane lo streaming dei Canali Rai è molto, ma molto più lento di prima, e in taluni casi (Rai1, 2 e 3) si blocca -> http://img294.imageshack.us/img294/9915/rai2.png come mi ò successo ieri pomeriggio. In pratica, le percentuali di buffer mostrate da Vlc in basso a destra, che prima apparivano in modo quasi istantaneo (a testimonianza del corretto avvio dello streaming) ora, per vederli, devo aspettare parecchio, a occhio una quarant